26 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 16/08/2012
VIETNAM
I cattolici vietnamiti celebrano l’Assunta al Santuario Mariano di La Vang
di J.B. Vu
Decine di migliaia di fedeli sono giunti in pellegrinaggio nel più importante santuario del Paese dedicato alla Madonna. La celebrazione eucaristica presieduta da mons. Girelli, che ha ricordato il valore supremo della libertà religiosa. Posta la prima pietra del cantiere che porterà alla costruzione della nuova cattedrale.

Ho Chi Minh City (AsiaNews) - Decine di migliaia di cattolici vietnamiti hanno visitato il santuario mariano di La Vang, nella provincia centrale di Quang Tri, per la festa dell'Assunta che si è celebrata ieri 15 agosto. I fedeli hanno offerto speciali intenzioni per le loro famiglie e per tutto il Paese, nel luogo di culto più importante di tutto il Vietnam,dedicato alla Vergine Maria. Per l'occasione il delegato pontificio mons. Leopoldo Girelli, insieme ad arcivescovi e vescovi di Ho Chi Minh City, Hue, My Tho, Xuan Loc, Lang Son, Hung Hoa, Da Lat e Da Nang ha presieduto una messa speciale, accompagnato da oltre 200 sacerdoti e davanti a una folla di pellegrini raccolti in preghiera.

La giornata di festa celebrata ieri ha inoltre registrato la posa della prima pietra, che porterà alla costruzione della nuova cattedrale. Sotto lo sguardo attento dei vescovi e del Comitato episcopale per la Arti sacre, si è così aperto il cantiere che - avendo ottenuto i permessi dalle autorità provinciali - porterà alla realizzazione di un luogo di culto atteso a lungo da fedeli e pellegrini, che considerano Nostra Signora di La Vang il centro più importante del cattolicesimo nazionale.

Per la festa dell'Assunta, i cattolici vietnamiti hanno voluto manifestare fedeltà, gratitudine, amore e comunione con i vertici della Chiesa del Paese. Durante l'omelia il rappresentante pontificio ha ricordato che "l'ascesa di Maria al cielo è motivo di felicità", una felicità che "sarà ancora maggiore" quando verrà ultimato "il Santuario Mariano di Nostra Signora di La Vang", per celebrare Maria "la nostra madre celeste". Mons. Girelli ha sottolineato l'importanza della libertà religiosa per l'essere umano, in una realtà in cui spesso i cattolici sono vittime di abusi. Grazie alla collaborazione con le autorità locali, ha concluso l'alto funzionario vaticano, "abbiamo creato le condizioni ideali per la costruzione della cattedrale". 

Eretto nel 1798, il santuario è stato meta per secoli di centinaia e centinaia di migliaia di vietnamiti. La Vang fu distrutto più volte, l'ultima nel 1972, durante la guerra. Esso sorge nel distretto di Hai Dang, nella provincia di Quang Tri, a 60 km dalla città di Hue. La Madonna apparve nel 1798, quando il Paese era governato dal re Son Tay Canh Thinh, che aveva ordinato di distruggere tutte le chiese, le parrocchie e sradicare la fede cattolica fra la gente. Per sfuggire al decreto reale, i cattolici delle province di Quang Tri si sono rifugiati tra le foreste e le montagne di La Vang, pregando Dio e la Vergine Maria di salvare le loro vite.

Al riparo sotto i rami di un vecchio albero, essi hanno trascorso notti intere a pregare e a recitare il Rosario, chiedendo alla Madonna "aiuto e protezione". Il culto per Nostra Signora di La Vang è diffuso non solo fra i cattolici, ma anche fra i fedeli di altre religioni fra cui buddisti e protestanti, che pregano la Vergine Maria per ottenere speciali grazie. Nel tempo esso è anche diventato punto di riferimento e Centro nazionale per i pellegrinaggi; di recente è stato sottoposto a un importante lavoro di restauro. 

 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
22/03/2010 VIETNAM
Muove i primi passi la ricostruzione del santuario di La Vang
di J.B. VU
10/08/2005 VIETNAM
Al santuario mariano di La Vang aperto un nuovo edificio per i pellegrini
09/10/2014 VIETNAM
Vietnam, intellettuale cattolico in carcere "trattato come uno schiavo"
03/10/2014 VIETNAM
Vietnam: dopo tre anni di carcere e violenze, libero l’attivista cattolico Dau Van Duong
01/02/2005 vietnam
Il Vietnam libererà 6 prigionieri di coscienza

In evidenza
IRAQ - ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": raccolti e inviati quasi 700mila euro. La campagna continua
di Bernardo CervelleraInviata la seconda tranche di aiuti, raccolti nel mese di settembre. In Medio oriente e in Iraq si gioca il destino dei rapporti fra oriente e occidente. L'appello di papa Francesco e del Sinodo. I governi tiepidi. Gli aiuti giunti da tutto il mondo: una nuova comunità internazionale che sconfigge la "globalizzazione dell'indifferenza".
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate