28/09/2010, 00.00
COREA DEL NORD
Invia ad un amico

Il “terzo Kim” nominato generale, mistero sulla successione

di Joseph Yun Li-sun
Il Congresso del Partito dei lavoratori nordcoreani ha rieletto a maggioranza il “Caro Leader” Kim Jong-il segretario nazionale, approvando nel contempo la nomina a generale “a 4 stelle” per il terzogenito del dittatore. Ancora silenzio sulla nomina ufficiale di Kim Jong-un a erede del potere.

Pyongyang (AsiaNews) – Il congresso del Partito dei lavoratori nordcoreano, che si è aperto oggi per la prima sessione plenaria dopo 44 anni, ha rieletto segretario generale il “Caro Leader” Kim Jong-il. Secondo fonti ufficiali, la nomina “è stata accolta con una pioggia commossa di applausi e gratitudine per il lavoro svolto dal capo di Stato, fonte di luce per tutto il Paese”. Allo stesso tempo, Kim ha promosso il figlio terzogenito Kim Jong-un al rango di generale “a 4 stelle”. Ancora mistero sull’investitura del ragazzo a erede designato.

Kim-Jong-il ha nominato un totale di 39 generali, di cui sei “ a 4 stelle”: tra questi c’è anche la sorella Kim Kyoung-hui, 64 anni. La direttiva numero 0051, che ufficializza le nomine, è stata diffusa in piena notte a poche ore dall’avvio del congresso. Secondo gli analisti, essa è lo strumento per aprire la strada a Kim Jong-un e a forgiare legami più stretti con la classe militare al vertice nel Paese.

La Korean central news agency, agenzia di stampa ufficiale del regime, riferisce che Kim Jong-il “crede fermamente che i militari dell'Esercito popolare di Corea continueranno a sostenere la leadership del Partito e a completare la spinta rivoluzionaria iniziata nel monte Paekdu”. Il riferimento è all’altura dove, secondo la propaganda ufficiale del regime, sarebbe nato il “Caro Leader”: al momento della nascita (avvenuta in realtà in un campo profughi sovietico) nel cielo sarebbe apparsa una nuova stella.

In un altro dispaccio, comunque, la Kcna ha annunciato che Ri Yong-ho (attualmente capo di Stato maggiore generale dell’esercito) è stato promosso al grado di vice maresciallo, in una mossa ritenuta come un segno di benevolenza verso l’elite militare, il cui sostegno è fondamentale per il consolidamento della leadership di Kim Jong-un. In queste ore, probabilmente, i due Kim si stanno confrontando proprio con i vertici dell’esercito sulle modalità di annuncio della nomina.  

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’esercito nomina il “terzo Kim” come delegato al Congresso
27/09/2010
La Corea del Nord avrà presto un nuovo leader
26/06/2010
Il “terzo Kim” scala la vetta: ora è il numero 2 del regime
08/11/2010
Pechino pronta a proteggere il primogenito di Kim Jong-il
13/10/2010
Corea del Nord, dopo 35 anni torna a riunirsi il Partito dei lavoratori
30/10/2015