30/03/2004, 00.00
corea del sud
Invia ad un amico

Il calo abissale della natalità spinge a misure d'emergenza

Seoul (AsiaNews) – Se continua il trend di questi anni, nei prossimi 100 anni la popolazione della Corea del Sud è destinata a diminuire di due terzi, scendendo da 48 milioni a 16 milioni. Il drammatico calo della natalità causerà gravi problemi economici e mancanza di forza lavoro. Per fronteggiare la crisi, la Società per la strategia nazionale sul basso tasso di natalità e invecchiamento, istituita dal governo, ha proposto di offrire ai genitori incentivi in denaro e sussidi per l'assistenza ai bambini.

I nuovi genitori riceveranno 200 mila won (circa 135 euro), mentre le famiglie con 3 o più bambini saranno facilitate nell'acquisto delle case.  

Secondo l'Istituto coreano per la sanità e gli affari sociali, la Corea del Sud ha il tasso di natalità più basso al mondo. In media, una donna ha 1,17 figli, tasso molto inferiore al 2,3 necessario a mantenere la popolazione al livello attuale e all'1,32 del Giappone, paese con problemi di invecchiamento simili a quelli della Corea.

Le tendenze culturali hanno giocato un ruolo importante nel calo della natalità. Quarant'anni fa, le donne sud-coreane si sposavano giovani e avevano in media 6 figli. Ora molte donne si sposano più tardi o scelgono di rimanere single; quelle che hanno figli, preferiscono puntare sul figlio unico.

Kim Seuong-Kwon, direttore della ricerca sulle politiche sociali presso l'Istituto coreano per la sanità e gli affari sociali, ha detto che è necessario "costruire un appropriato ambiente sociale e istituzionale per aumentare il tasso di fertilità nel paese. Per esempio, una somma in denaro una tantum alla nascita di un figlio e sussidi regolari dal secondo figlio in poi, fino al compimento del 5° anno; aumento delle agevolazioni per l'assistenza ai bambini".  

Seoul cerca di affrontare il calo della popolazione anche da un'altra. Vista la carenza di forza lavoro, Seoul ha proposto di aumentare l'età pensionabile a 60 entro il 2008, e poi a 65 entro il 2033. In media, i lavoratori sud-coreani vanno in pensione a 57 anni. Con le nuove proposte, si aiuterà i lavoratori anziani a trovare impiego e si faranno leggi che frenino l'emarginazione degli anziani dal lavoro. La Corea del Sud è la quarta potenza economica dell'Asia.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Onu, tra sette anni la popolazione dell’India supererà la Cina
22/06/2017 08:54
Per le donne coreane, la carriera conta più della famiglia
23/11/2006
Cina, l’invecchiamento della popolazione mette a rischio la crescita economica
30/11/2009
Seoul, approvato patto sociale a favore delle nascite
21/06/2006
Corea del Sud: prestiti e agevolazioni per le famiglie con figli
08/03/2006