24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/08/2017, 09.01

    CINA-VATICANO

    Il dolore e le angosce dei cattolici cinesi

    Sergio Ticozzi

    La pressione e le violenze delle autorità civili controllano e soffocano la Chiesa ufficiale. I cattolici sotterranei si domandano se la Santa Sede ha sposato la tesi del governo, di eliminarli. “Irrealistica” la speranza negli accordi fra Cina e Santa Sede. L’appello di un missionario Pime, grande conoscitore della Cina.

    Hong Kong (AsiaNews/HSSC) - Nella mia ultima visita nella Cina popolare ho avuto alcune conversazioni che mi hanno sconvolto e dato da pensare. Ho compreso in pieno le angosce che turbano il cuore di così tanti fratelli e sorelle - sia clandestini che della Chiesa ufficiale - che vogliono davvero essere leali con la loro fede e con la Chiesa cattolica.

    Prima di tutto, essi sono profondamente aggravati dall’astuta pressione delle autorità civili e dalle persone che collaborano con loro. Attraverso allettamenti, oppressione, e perfino violenze, le autorità cercano in ogni modo di controllare e soffocare la sezione ufficiale della Chiesa. Ciò avviene attraverso il controllo obbligatorio e la registrazione dei suoi membri.

    Nella loro vita quotidiana, questi fratelli e sorelle sono costretti a venire in contatto con opportunisti e uomini con due facce, che mentono loro o li ingannano.

    Nel loro lavoro, essi devono soffrire a causa delle ingiuste interferenze e gli abusi delle corrotte autorità locali. Spesso, all’interno della Chiesa, questi fratelli e sorelle si sentono piuttosto confusi nei loro rapporti con vescovi e clero. Vi sono vescovi che sono riconosciuti dalla Santa Sede, ma che accettano anche posti nell’Associazione patriottica, che proclama pubblicamente “principi incompatibili con la dottrina cattolica”. Poi ci sono vescovi che prendono parte a ordinazioni episcopali illegittime, e che concelebrano con vescovi scomunicati. Vi sono preti che si autoproclamano vescovi. E vi sono preti che vengono ordinati da vescovi illegittimi, ecc… Di conseguenza, molti domandano: “Chi è il nostro vero pastore?” e “Possiamo ricevere i sacramenti da loro?”, oppure: “Quelli appartengono ancora alla Chiesa cattolica?”.

    Anche osservando il comportamento della Santa Sede, alcuni fratelli e sorelle scuotono il capo; essi si sentono dubbiosi e sospettosi. Alcuni sacerdoti non ufficiali hanno perfino chiesto se Roma [la Santa Sede} ha accettato la politica del governo di eliminare la Chiesa sotterranea, o se è ancora necessario rifiutarsi di aderire all’Associazione patriottica. La sfiducia è piuttosto diffusa.

    Questi nostri fratelli e sorelle stanno soffrendo, sono tristi, confusi e preoccupati. Alcuni di loro mettono la loro speranza in un eventuale accordo fra la Cina e il Vaticano, credendo forse in modo irrealistico che ciò porterà alla fine delle loro angosce e sofferenze. Altri si chiudono nelle loro piccole comunità, e si appoggiano sui sacerdoti che offrano loro una base sicura per la loro fede.

    Eppure, lo Spirito Santo continua a lavorare in loro e a rafforzare la loro fede. È profondamente toccante vedere questi fratelli e sorelle vivere la fede cristiana in modo così semplice eppure così straordinario.

    Solo la loro sincera fede garantisce la continuità della vita della Chiesa nel Paese.

    Dobbiamo mostrare loro la nostra piena solidarietà attraverso la preghiera e il sostegno.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/11/2016 10:45:00 VATICANO-CINA
    “Disperazione”: il sentimento della Chiesa sotterranea davanti ai dialoghi Cina-Vaticano

    I fedeli della Chiesa sotterranea sono frustrati dalla “dimenticanza” della Santa Sede verso di loro. Da circa 20 anni, non si fanno vescovi sotterranei, ma solo amministratori apostolici. Agli occhi dei fedeli questa decisione rappresenta una specie di condanna a morte delle loro comunità. “Carezze”, incontri e foto-ricordo col papa per gli ufficiali; nessun incontro, né benedizione per sacerdoti e vescovi sotterranei. La questione dell’iscrizione all’Associazione patriottica. Un vescovo ufficiale: “Siamo tutti delle marionette. Facciamo solo quello che ci dicono di fare”. Una doppia sconfitta: per il Vaticano e per la Cina.



    26/01/2015 CINA - VATICANO
    Cina, cattolici contro le nuove ordinazioni illecite: Uniti per la libertà religiosa
    I fedeli cinesi si schierano contro la decisione del governo di ordinare vescovi "indipendenti". Un invito ai candidati: "Non accettate questa ordinazione illecita". Chiesa ufficiale e non ufficiale "devono alzarsi in piedi, insieme, contro questi soprusi".

    14/07/2009 CINA - VATICANO
    Card. Zen: La Chiesa in Cina a due anni dalla Lettera del Papa
    Cattive interpretazioni della Lettera hanno portato confusione e sconforto nelle comunità sotterranee. I vescovi ufficiali devono avere più coraggio nella fedeltà al pontefice, rifiutando le strutture che sono contrarie alla fede cattolica. Il governo cinese continua la politica di sempre: controllo totale della Chiesa.

    17/10/2016 14:27:00 CINA - VATICANO
    Sacerdote cinese: Nella confusione che regna, stare con “il capitano” Papa Francesco

    L’ordinazione illecita del sacerdote sotterraneo Dong Guanhua (condannata dal vescovo Jia Zhiguo) sta scuotendo la Chiesa in Cina e sta creando fratture multiple e dolorose. Un sacerdote della Chiesa ufficiale esprime qui la sua stanchezza: le troppe divisioni rischiano di far morire. E chiede a tutti di seguire il papa nel suo impegno di apertura e misericordia.



    29/08/2016 12:10:00 CINA – VATICANO
    Ripensare agli accordi fra Cina e Vaticano (anche con un po' di ironia)

    Le diverse discrepanze nelle discussioni sui rapporti fra Cina e Santa Sede. Pur non essendovi ancora alcun accordo pubblico, molti commentatori ne parlano a più non posso, come un elemento di pettegolezzo. I vescovi troppo spesso ridotti a burattini; la mancanza di fiducia reciproca fra le due parti; la questione di Taiwan: questi alcuni dei problemi delineati dal sagace autore che si firma “il prete eremita del Nord”, un sacerdote blogger molto famoso in Cina.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®