04/09/2004, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Indù e cristiani festeggiano i 100 anni del santuario di Nostra Signora della Montagna

di Nirmala Carvalho

Mumbai (AsiaNews) – È iniziata ieri la novena che anticipa la festa della Natività di Nostra Signora della Montagna (la prima domenica dopo l'8 settembre). Quest'anno la festività coincide con le celebrazioni per il centenario della Basilica dedicata alla Madonna della Montagna, a Bandra, periferia di Mumbai. Il santuario mariano è stato rinnovato nel 1904, 50esimo anniversario della dichiarazione del dogma dell'Immacolata Concezione (8 dicembre 1854). In un'intervista ad AsiaNews mons. Nereus Rodrigues, rettore della basilica ne ha raccontato la storia.

"Nel 1954, anno del congresso nazionale mariano, papa Pio XII ha dichiarato il santuario Basilica minore. Da allora è divenatata una delle mete più frequentate da pellegrini in tutto il mondo. Questo santuario è speciale: attrae migliaia di fedeli di diversi credo, non solo i cattolici. Qui sembra avverarsi la profezia di Maria 'tutte le genti mi chiameranno beata". È un luogo dove si può toccare con mano l'amore e la devozione, la fede profonda e la speranza di pellegrini di ogni età, sani o ammalati. Fin dal mattino, ci sono file di fedeli di ogni casta e religione che aspettano il loro turno per chinarsi ai piedi della Madonna. Ognuno porta un'offerta. Molti usano donare statuette di cera con la forma di quello che desiderano ottenere. Coppie che non riescono ad avere figli, ad esempio, offrono piccoli bambini in cera".

Il vescovo ausiliario di Mumbai, mons. Ferdie Fonseca, ha detto ad AsiaNews di essere particolarmente affezionato a questo santuario. "Negli ultimi 2 anni la mia devozione verso Maria è crecsiuta. La considero il modello per tutti noi discepoli di Gesù. La basilica della Madonna della Montagna occupa un posto speciale nel mio cuore. Qui ho ricevuto il suddiaconato, il diaconato e il sacerdozio. Quest'ultimo proprio nell'anno mariano del 1954. Ogni volta che visito questo santuario mi emoziono", ha raccontato il vescovo.

Anche la popolazione indù è molto legata a questo luogo religioso. Un devoto indù ha raccontato di essere devoto alla Madonna della Montagna da quando era giovane: "ogni anno mi reco in pellegrinaggio al santuario di Bandra  con tutta la mia famiglia per chiedere la benedizione di Maria".

La festività della Madonna della Montagna è un momento di unione per tutta la città. Per 8 giorni le strade di Bandra, definita "la regina delle periferie", trabocca di chioschi e banchi di venditori ambulanti. L'amministrazione locale è sempre molto disponibile nell'offrire il suo aiuto all'organizzazione della festa. I trasporti pubblici intensificano i servizi e le forze dell'ordine garantiscono la sicurezza pubblica. Questo momento di festa cristiana, ma che coinvolge anche fedeli di altre religioni, assume maggior importanza alla luce dei violenti episodi che nell'ultimo mese hanno colpito la Chiesa dell'India. Diventa segno della possibilità di pace e armonia tra diverse religioni di questo Paese.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Lourdes: storia, devozione, pellegrinaggi (Scheda)
14/08/2004
Cristiani e musulmani pellegrini a Mariamabad, la città di Maria
12/08/2004
Davanti a Maria, malati e studenti indù in preghiera coi cristiani
13/08/2004
Al santuario mariano di La Vang aperto un nuovo edificio per i pellegrini
10/08/2005
Il pellegrinaggio alla “Madonna Nera” di Kamyshenka
06/10/2007