27/11/2008, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

India, da tempo obbiettivo del terrore (Scheda)

Almeno 600 morti dal 2002: questo è il bilancio degli attacchi di terrorismo che hanno colpito il Paese negli ultimi sei anni.

Mumbai (AsiaNews/Agenzie) - Negli ultimi sei anni oltre 600 persone in India sono state uccise, a centinaia sono rimaste mutilate a causa di attacchi terroristici. Fra i responsabili si elencano gruppi di estremisti musulmani e indù locali, ma vi sono anche sospetti di legami col terrorismo pakistano e con quello di Al Qaeda. Riportiamo di seguito una cronologia dei maggiori attacchi terroristi nel Paese.

 26 Novembre 2008, Mumbai: 7 diversi attacchi coordinati colpiscono luoghi di ritrovo per stranieri, uccidendo oltre 100 persone, e ferendone molte centinaia.

30 Ottobre 2008, Assam: Almeno 45 persone sono rimaste uccise nei 18 attacchi che hanno colpito lo stato dell’Assam. Oltre 100 i feriti.

21 Ottobre 2008, Imphal: Nei pressi del comando di Polizia di Manipur, un esplosione uccide 17 persone.

14 Ottobre 2008, Kanpur: Una bomba piazzata su una bicicletta a noleggio esplode nel mercato di Kolonelganj ferendo 8 persone.

29 Settembre 2008,  Malegaon, Maharashtra: Una bomba piazzata su una motocicletta colpisce un mercato affollato uccidendo 5 persone.

29 Settembre 2008, Modasa, Gujarat: Un ordigno a bassa intensità inserito in una motocicletta esplode nei pressi di una moschea, uccidendo una persona. Rinvenuti anche alcuni feriti.

27 Settembre 2008, New Delhi: Tre persone muoiono a causa di una bomba artigianale lanciata in un mercato a Mehrauli.

13 Settembre 2008, New Delhi: Sei bombe esplodono in tutta la città, 26 le vittime.

26 Luglio 2008: 57 persone muoiono a causa dello scoppio di 20 bombe sincronizzate a distanza di due ore.

25 Luglio 2008, Bangalore: Una piccola esplosione ferisce a morte una persona.

13 Maggio 2008, Jaipur: Una serie di esplosioni uccide 68 persone.

25 Agosto 2007, Hyderabad: Due esplosioni colpiscono un popolare ristorante e un parco pubblico; 42 persone perdono la vita.

19 Febbraio 2007, Samjhauta Express: due bombe incendiarie uccidono 66 sul treno che celebra l’amicizia fra India e Pakistan.

8 Settembre 2006,  Malegaon, Maharashtra: Due bombe esplodono uccidendo 40 persone.

11 Luglio 2006, Mumbay: Sette bombe, esplodono in alcune stazioni e treni della città. Muoiono 209 persone.

7 Marzo 2006, Varanasi: Tre esplosioni colpiscono un tempio ed una stazione ferroviaria; muoiono 21 persone.

29 Ottobre 2005, New Delhi: Tre bombe uccidono 61 persone alla vigilia della festa indù del Diwali.

25 Agosto 2003, Mumbai: 46 persone sono rimaste uccise durante lo scoppio di due bombe, una delle quali al monumento della Porta dell’India.

24 Settembre 2002, Gandhinagar: 34 persone sono morte durante un attacco al tempio indù di  Akshardham.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’India ricorda le vittime dell’attentato a Mumbai dell’11 novembre 2008
26/11/2009
C’erano molti più terroristi negli attentati di Mumbai
05/12/2008
Io, Melville Furtardo, sfuggito all’assalto dei terroristi al Taj Hotel
28/11/2008
Cardinale di Mumbai: “Atti criminali contro una città valorosa e tollerante"
27/11/2008
Missionario del Pime a Mumbai: il governo dovrà pagare le conseguenze degli attacchi
27/11/2008