09/06/2005, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

India, il Bjp respinge le dimissioni di Advani

New Delhi (AsiaNews/Agenzie) – I leader del Bharatiya Janata Party (Bjp) - maggiore partito di opposizione in India – hanno rigettato all’unanimità le dimissioni del presidente LK Advani.

“I dirigenti del partito – ha dichiarato ieri Murli Manohar Joshi – rigettano le sue dimissioni”: tuttavia, secondo un’agenzia stampa locale, il presidente ha annunciato che la sua decisione rimane “ferma”. Secondo fonti locali la decisione definitiva sull’argomento verrà annunciata oggi da Advani stesso.

Il leader del Bjp aveva annunciato l’intenzione di dimettersi dopo le polemiche provocate dalle sue affermazioni nel corso di una visita di 6 giorni in Pakistan: egli aveva infatti definito Mohammed Ali Jinnah, fondatore della nazione, “leader laico”.

La definizione aveva scatenato reazioni ironiche nel Parlamento indiano e dure proteste da parte dei maggiori gruppi nazionalisti indù, come il Vishwa Hindu Parishad.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India, ha offerto le dimissioni il presidente del BJP
07/06/2005
Leader del Bjp accusati per la distruzione della moschea di Ayodhya
25/11/2009
Ministro indù: conversioni forzate come ‘chiedere sesso in cambio di un favore’
05/06/2019 13:16
Il nuovo ministro Pratap Chandra Sarangi ‘coinvolto’ nella morte del pastore Staines
03/06/2019 12:36
Attacco ad una chiesa nel Karnataka. È il 56mo caso nel 2009
19/11/2009