26/08/2019, 14.39
CINA-VATICANO
Invia ad un amico

Jining, primo vescovo ordinato dopo l’accordo sino-vaticano

di Maria Xie

Mons. Antonio Yao Shun, 54 anni, è un esperto di liturgia. Ha insegnato molti anni nel seminario nazionale e ha studiato negli Usa e a Gerusalemme. Alcuni vescovi e fedeli della Cina pensano che la nomina di mons. Yao da parte del papa sia avvenuta molto tempo prima dell’accordo. Il suo motto è quello del Giubileo del 2015-2016: “Misericordiosi come il Padre”.

Jining (AsiaNews) – P. Antonio Yao Shun, un esperto di liturgia, è stato ordinato come vescovo di Jining (diocesi conosciuta anche come Ulanqab, nella Mongolia interna). La cerimonia è avvenuta stamattina nella cattedrale di Jining. P. Yao, 54 anni, è stato consacrato da mons. Paolo Meng Qinglu di Hohhot (Mongolia interna). Altri co-consacranti sono stati mons. Mattia Du Jiang di Bameng (Mongolia interna), mons. Giuseppe Li Jing di Ningxia (Ningxia), mons. Paolo Meng Ningyou di Taiyuan (Shanxi). Hanno concelebrato più di 120 sacerdoti, molti dei quali sono nativi della diocesi di Jining, ma servono altre diocesi nel Paese.

Questa è stata la prima ordinazione episcopale dopo l’accordo provvisorio firmato da Santa Sede e Cina il 22 settembre 2018. L’accordo firmato a Pechino riguarda proprio le nomine dei vescovi. Il suo contenuto non è stato divulgato, ma diversi esperti vaticani affermano che con l’accordo, la Cina riconosce la necessità per un vescovo di essere nominato dal pontefice. L’ordinazione di questa mattina potrebbe essere il frutto del meccanismo dell’accordo. Ma alcuni vescovi e fedeli della Cina pensano che la nomina di mons. Yao da parte del papa sia avvenuta molto tempo prima dell’accordo.

Mons. Yao è nato a Ulanqab nel 1965. E’ stato ordinato sacerdote nel 1991, dopo aver svolto gli studi nel seminario nazionale di Pechino. Fra il 1994 e il 1998 ha studiato negli Stati Uniti per una specializzazione in liturgia e ha trascorso un periodo a Gerusalemme dedicandosi agli studi biblici.

Negli anni ’90 egli ha insegnato nel seminario nazionale ed è stato anche direttore spirituale. Ha lavorato molto nella Commissione liturgica, che dipende dall’Associazione patriottica e dal Consiglio dei vescovi cinesi, dal 1998 al 2004 come segretario, e dal 2004 fino ad oggi come vice-direttore.

Il suo predecessore, mons. Giovanni Liu Shigong è morto nel 2017. Da allora la diocese era rimasta vacante.

La diocesi di Jining (Ulanqab) ha circa 70mila fedeli, serviti da 30 sacerdoti e 12 suore. L’opuscolo dell’ordinazione di mons. Yao racconta che la diocesi è stata fondata nel 1929 e che il santuario mariano di Mozishan è il cuore della diocese.

Il motto scelto dal nuovo vescovo è “Misericordes sicut pater” (“misericordiosi come il Padre”, il motto del Giubileo del 2015-2016). Mons. Yao ha spiegato che egli spera di essere misericordioso come Gesù e come il Padre celeste: “Possa la Scrittura – ha detto - ispirarci nell’avere più sapienza e I sacramenti donarci il nutrimento per la vita”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mons. Stefano Xu Hongwei ordinato vescovo di Hanzhong (Foto)
28/08/2019 14:40
Jining e Hanzhong, scelti i primi due vescovi dopo l’accordo Cina-Santa Sede. Quasi nessuna novità
15/04/2019 07:55
Sacerdote cinese da sotterraneo a ufficiale: ‘Me lo hanno detto il papa e il Vaticano’
12/12/2018 11:15
Hebei, quattro sacerdoti sotterranei scomparsi nelle mani della polizia
05/11/2018 08:17
L’accordo sino-vaticano, un nuovo accordo di Monaco
29/11/2018 08:22