18 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/07/2014, 00.00

    CINA

    L'Accademia cinese delle scienze deve obbedire al Partito. E anche i giornalisti...

    Wang Zhicheng

    Diversi accademici appoggiano le riforme politiche. Il Partito si sente minacciato nel monopolio del potere e teme di finire come in Urss. Ai giornalisti è proibito passare notizie a media stranieri. Potranno essere incolpati di rivelare "segreti di Stato".

    Pechino (AsiaNews) - Gli esperti che lavorano nell'Accademia delle scienze sociali devono essere valutati per la loro fedeltà all'ideologia comunista. Lo afferma il "Quotidiano del popolo", che sottolinea pure come l'Accademia "deve mettere l'ideologia come criterio per la valutazione dei quadri e quelli che violano la disciplina politica saranno allontanati senza eccezioni".

    L'Accademia delle scienze sociali è il più qualificato think tank del governo, che suggerisce studi, mosse e valutazioni sulla situazione sociale e politica.  Negli ultimi tempi alcuni accademici si sono sempre più dichiarati a favore delle riforme politiche e della democrazia, distaccandosi dalla visione sempre più accentratrice del presidente Xi Jinping.

    Nel giugno scorso, Zhang Yingwei, capo del Dipartimento della disciplina del partito comunista cinese presso l'Accademia, ha accusato l'istituto di essere "infiltrato da forze straniere" e di "mantenere collusioni politiche illegali in questo tempo molto delicato".

    A causa delle pressioni sociali, il Partito si sente minacciato nella sua incontrastata leadership, con un timore crescente di fare la fine dell'Urss.

    Alcuni giorni fa si è avuto anche un giro di vite anche per i giornalisti. L'Amministrazione statale dei media ha pubblicato un comunicato in cui si proibisce ad ogni giornalista a passare informazioni a media stranieri online o cartacei. Essi potrebbero essere accusati di "violazione di segreti di Stato" e perseguiti dalla legge. In questo modo, ai giornalisti cinesi viene proibito pure il lavorare per media stranieri come corrispondenti o come  collaboratori e freelance.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    19/06/2012 CINA
    Per fermare scandali e corruzione, il Partito invoca la “coscienza” dei suoi membri
    Nell’ennesimo passo indietro rispetto ai dettami maoisti, la Commissione disciplinare del Pcc fa pubblicare 4 volumi di studio sulle pratiche di buongoverno nella Cina antica e contemporanea. Nel testo è citato Confucio e il taoismo e si chiede ai quadri comunisti di “agire secondo coscienza”. Ma gli esperti avvertono: “Servono stato di diritto e libertà di parola, altrimenti sarà tutto inutile”.

    07/02/2018 08:20:00 VATICANO-CINA
    Mons. Sanchez Sorondo: La Cina migliore realizzatrice della dottrina sociale della Chiesa

    Il cancelliere della Pontificia Accademia delle scienze, reduce da un viaggio a Pechino, esalta la Cina come un Paese dove il “bene comune” è il valore primario; dove “non ci sono baraccopoli”, né droga, dove si rispetta l’ambiente. Non come gli Stati Uniti di Donald Trump. “Molti punti di incontro” fra Cina e Vaticano.



    07/02/2018 10:33:00 VATICANO-CINA
    Mons. Sanchez Sorondo nel Paese delle meraviglie

    Il cancelliere della Pontificia Accademia delle scienze esalta la Cina come il luogo in cui si realizza meglio la dottrina sociale della Chiesa. Il vescovo sembra non vedere le baraccopoli di Pechino e Shanghai, la cacciata dei migranti, le oppressioni alla libertà religiosa. Apprezzamento per gli Accordi di Parigi sul clima, ma silenzio sui legami fra ricchezza, corruzione e inquinamento. Un approccio ideologico che fa ridere della Chiesa.



    02/04/2014 CINA-EU
    Xi Jinping torna dall'Europa sazio di contratti e di silenzi
    Il presidente cinese ha firmato accordi per decine di miliardi di euro con Francia, Germania, Olanda, Belgio. Ma non ha mai voluto incontrare i giornalisti per una conferenza stampa. Al Collegio dell’Europa a Bruges, egli sogna una Via della Seta per un volume di commercio pari a 1000 miliardi. Ma mette in chiaro che in Cina il monopolio del potere rimane al Partito. Fine del sogno delle riforme politiche per la Cina. Ma gli internauti non sono d’accordo con lui.

    08/02/2017 12:11:00 VATICANO-CINA
    Traffico di organi: Vaticano in difesa della Cina. Huang Jiefu: Non ho nessun compito diplomatico

    Critiche dei partecipanti al summit: la Cina nasconde il traffico di organi su prigionieri. Mons. Sanchez Morondo: Non lo sappiamo con certezza. Spingiamo verso il cambiamento. Huang è stato invitato in Vaticano per il suo essere “esperto nel settore” dei trapianti. Sospetti che la Santa Sede abbia voluto ingraziarsi Pechino per far procedere i dialoghi.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®