22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 04/08/2011, 00.00

    ASIA

    Mar cinese meridionale: Pechino e Hanoi vicine all’accordo, ma è crisi con Manila



    Cina e Vietnam avrebbero raggiunto una soluzione per dirimere “in modo pacifico” la controversia sui confini. Maggiore collaborazione e rafforzati i rapporti bilaterali. Forti tensioni fra Pechino e Manila: minacce dalla Cina, dopo che le Filippine hanno innalzato una struttura militare sulle Spratly.
    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Cina e Vietnam avrebbero raggiunto un accordo, per dirimere “in modo pacifico” le divergenze sui confini nel Mar cinese meridionale. Restano invece distanti le posizioni fra Pechino e Manila: secondo un recente rapporto, le Filippine hanno costruito una struttura militare in una delle isole Spratly al centro della contesa. La Cina annuncia serie “conseguenze” per il futuro, mentre i giornali vicini al partito comunista accusano il governo filippino di “mancanza di sincerità”. Il fronte rimane aperto e la tensione è destinata ad aumentare, visto che non emergono spiragli di trattativa fra i due fronti.

    Nguyen Phuong Nga, portavoce del ministero vietnamita degli Esteri, ha sottolineato che “dopo sette round di negoziati”, Hanoi e Pechino hanno raggiunto un “consenso preliminare su una serie di questioni”, fra cui la risoluzione delle dispute nel Mar cinese meridionale “in modo pacifico, secondo le leggi internazionali”. Dunque Cina e Vietnam si atterranno alla Dichiarazione di condotta (Doc) del 2002 – che regola i confini delle nazioni coinvolte – e ribadiscono l’intenzione di non “complicare” la situazione o “usare la forza” per dirimere le controversie.

    Pechino e Hanoi hanno inoltre deciso – secondo un’opzione più volte proposta dalla Cina – di risolvere problematiche relative ai due Paesi attraverso colloqui bilaterali; elementi che riguardano tutte le nazioni dell’area, saranno invece trattate a livello collegiale.

    Intanto resta aperto il fronte di crisi fra Pechino e Manila. La Cina contesta alle Filippine la costruzione di una piccola struttura militare su uno degli atolli che formano le isole Spratly, al centro della controversia internazionale insieme alle Paracel. I cinesi avvertono la controparte filippina di possibili “conseguenze”, per aver invaso una porzione di territorio “sulla quale è la Cina a vantare la sovranità”.

    Pechino accusa il governo di Manila di violare la Doc del 2002 e giudica la recente proposta delle Filippine al vertice Asean, di trasformare i territori al centro della controversia in una “zona di pace, libertà, amicizia e collaborazione”, solo un “trucco” per ingannare le altre nazioni coinvolte. Di contro, le Filippine ribadiscono l’intenzione di voler rispettare le leggi internazionali e di cercare una soluzione pacifica, anche “in seno alle Nazioni Unite”.

    Fra le nazioni della regione Asia-Pacifico, la Cina è quella che avanza le maggiori rivendicazioni in materia di confini marittimi nel mar Cinese meridionale, che comprendono le isole Spratly e Paracel, disabitate, ma assai ricche di risorse e materie prime. L’egemonia nell’area riveste un carattere strategico per il commercio e lo sfruttamento delle materie prime, fra cui petrolio e gas naturale.

    A contrastare le mire espansionistiche di Pechino vi sono il Vietnam, le Filippine, la Malaysia, il Sultanato del Brunei e Taiwan, cui si uniscono la difesa degli interessi strategici degli Stati Uniti nell’area.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/10/2011 FILIPPINE – VIETNAM
    Manila e Hanoi, accordo sulla sicurezza nel Mar cinese meridionale
    Filippine e Vietnam hanno raggiunto l’intesa per la creazione di una linea riservata per lo scambio di informazioni e in materia di sicurezza. Aquino e Sang rilanciano la Convenzione Onu del 1982 sui mari. Accordi di cooperazione quinquennali anche in altri 13 settori fra cui clima, economia, turismo e sicurezza.

    30/09/2011 ASIA – STATI UNITI
    Pechino: E' giusta una guerra contro Vietnam e Filippine, per dominare il Mar cinese meridionale
    Secondo un analista cinese vi è “logica, beneficio e buone ragioni” per scatenare una guerra nella regione Asia-Pacifico. Il suo articolo spopola in rete e trova il sostengo di molti internauti. Giappone e Filippine promuovono un fronte comune, il Vietnam rilancia il nazionalismo in chiave anti-cinese. Taiwan conferma le rivendicazioni su una parte delle Spratly.

    31/05/2014 VIETNAM - CINA
    Mar Cinese meridionale: navi cinesi in assetto di guerra assaltano vedette e pescatori vietnamiti
    Oltre a vedette e navi da guerra, la Cina usa anche jet da combattimento che violano lo spazio aereo del Vietnam. Almeno 30 vedette vietnamite sono state colpite in questi giorni. Un peschereccio è affondato. Un altro ha subito arrembaggio da militari cinesi.

    11/04/2013 FILIPPINE – CINA
    Manila incrimina i pescatori cinesi per l’incidente alla barriera corallina
    Essi devono rispondere dell’accusa di “pesca di frodo” e rischiano fino a 12 anni di prigione e una multa di 300mila dollari. Si tratta di un sito protetto e considerato patrimonio dell’umanità Unesco. Tra i capi di imputazione vi è anche la tentata corruzione, per aver offerto denaro in cambio della libertà.

    07/07/2011 FILIPPINE – CINA
    Fallisce l’incontro fra Pechino e Manila per la pace nel Mar Cinese meridionale
    Il ministro degli Esteri cinese non scende a patti con il segretario di Stato filippino in visita in Cina. A tema il controllo delle isole Spratly e Paracel. Domani megamanifestazione anticinese a Manila e nelle principali città di Stati Uniti, Canada e Australia.



    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®