14/10/2019, 09.02
INDIA
Invia ad un amico

Ministro per i tribali: i cristiani ‘anti-sociali’ convertono gli indigeni con scuole e sanità. Sajan K George: Falso

di Nirmala Carvalho

Renuka Singh è eletta nelle file del partito di governo nazionalista indù Bharatiya Janata Party nel Chhattisgarh. In Madhya Pradesh esiste una rigida legge anti-conversione che prevede pene severe per le conversioni dei tribali. I cristiani in tutta l’India sono appena il 2,3%.

Mumbai (AsiaNews) – In India gli elementi “anti-sociali” sviano i tribali dalla loro religione originaria (l’induismo) e li convertono traendo vantaggio dalla loro povertà e ignoranza. È l’ennesima dichiarazione contro i cristiani e le attività svolte in favore delle fasce più povere ed emarginate della popolazione da parte di un ministro di governo dell’India. Il politico in questione è Renuka Singh, incaricata del Ministero per gli affari dei tribali sotto l’esecutivo del premier Narendra Modi. Il 12 ottobre scorso ha pronunciato questa accusa durante un incontro a Indore, in Madhya Pradesh. Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council for Indian Christians (Gcic), condanna “la falsa propaganda di conversioni forzate che viene usata in maniera regolare dalle forze di estrema destra. I gruppi che sostengono l’Hindutva in Nadhya Pradesh fabbricano accuse di conversioni forzate”.

Renuka Singh è ministro di Stato per il Ministero degli affari tribali. È eletta nelle file del partito di governo nazionalista indù Bjp (Bharatiya Janata Party) nel Chhattisgarh, Stato di cui è originaria. Durante il comizio in Madhya Pradesh, ha dichiarato: “Gli anti-sociali, appoggiati da finanziamenti stranieri, stanno adescando i tribali ‘indù’ in nome della buona istruzione e di migliori servizi sanitari per attuare conversioni. Tutto questo è triste e offensivo”.

Il ministro ha criticato anche la mancanza di una legge che impedisca le conversioni tramite allettamenti. Poi ha aggiunto: “Quando riceviamo le denunce, raggiungiamo le persone e ci prendiamo cura di loro e del loro diritto di seguire la religione a cui appartengono”.

Secondo Sajan K George, le accuse della politica “sono completamente false. La Chiesa è in prima linea nel fornire cure mediche di qualità e garantire l’istruzione nelle aree rurali ai poveri tribali e dalit. I dati del censimento effettuato dal governo mostrano un declino nella popolazione cristiana. I cristiani sono appena il 2,3 % del totale degli abitanti del Paese. Inoltre in Madhya Pradesh esiste già una rigida legge anti-conversione che prevede pene severe per le conversioni dei tribali”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Andhra Pradesh, nazionalisti spingono cristiani a riconversioni di massa all’induismo
25/10/2019 09:37
Ministro dell’interno: le Ong devono dichiarare di non fare ‘conversioni religiose’
17/09/2019 10:49
Madhya Pradesh, pentecostali condannati a 6 mesi di carcere per ‘conversioni forzate’
16/02/2018 08:58
Jharkhand, 16 cristiani arrestati per ‘conversioni forzate’ di tribali
10/07/2018 12:08
Sajan K George: 98 tribali cristiani riconvertiti all’induismo ‘con la forza’
05/02/2019 08:56