08/07/2011, 00.00
RUSSIA

Nazionalisti ortodossi tentano di impedire il congresso dei Testimoni di Geova

di Nina Achmatova
L’evento dovrebbe svolgersi questo fine settimana, ma l’organizzazione ‘Consiglio del popolo’ chiede al procuratore generale di verificarne la legalità: “I TdG sono una setta pericolosa e violano la legge”.
Mosca (AsiaNews) – Gli attivisti ortodossi del movimento nazionalista ‘Consiglio del popolo’ stanno cercando di impedire lo svolgimento di un grande congresso nazionale dei Testimoni di Geova (TdG), in programma dall’8 al 10 luglio a Mosca. Secondo quanto reso noto dalle agenzie russe, l’organizzazione - che in russo si chiama ‘Narodny Sobor’ - ha chiesto alle autorità giudiziarie di verificare la legalità dell’evento e impedire “violazioni della legge federale”, come si legge in un comunicato indirizzato al procuratore generale e diffuso da Interfax.

Il congresso dei Testimoni di Geova, secondo quanto riporta il quotidiano Nezavizimaya Gazeta, dovrebbe tenersi questo fine settimana al Crocus Expo, grande spazio per eventi di massa poco fuori la capitale russa e che dovrebbe ospitare oltre 9mila fedeli. Secondo i nazionalisti ortodossi, i TdG “non hanno chiesto i permessi necessari per organizzare e tenere una cerimonia religiosa pubblica… violando così la legge sulla libertà di coscienza e le associazioni religiose”, continua il comunicato.

Il Narodny Sobor – le cui accuse in passato hanno portato alla condanna degli organizzatori della mostra ritenuta blasfema ‘Arte proibita-2006’ - sottolinea che i TdG sono “una delle più pericolose sette in Russia” e che su di loro pendono diversi casi penali e civili. Per sette o culti distruttivi in Russia spesso si intendono molte delle realtà religiose non classificabili tra confessioni e denominazioni tradizionali o per lo più non gradite a autorità politiche e ortodosse. Dal 2004 i Testimoni di Geova sono particolarmente nel mirino, oggetto di una vera e propria persecuzione, che i responsabili della comunità paragonano a quella subita in epoca staliniana. Diversi tribunali russi hanno proibito molte loro pubblicazioni e messo fuorilegge le loro attività. Aggressioni e atti vandalici contro la comunità sono sempre più frequenti. All’organizzazione viene inoltre imputata “la violazione dei diritti delle persone non credenti” attraverso “tentativi di entrare nelle loro residenze per pregare e compiere attività di evangelizzazione aggressive”.
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La libertà religiosa post-sovietica ha 20 anni
28/09/2017 15:27
Ondata di persecuzioni contro mormoni, Testimoni di Geova e indù
12/02/2018 08:36
'Estremismo': lo Stato russo e la caccia alle streghe contro i Testimoni di Geova
14/08/2017 08:38
Putin e l’anniversario dei vecchio-credenti, i ‘veri russi’
09/08/2017 11:37
Corte suprema di Mosca: I Testimoni di Geova sono fuorilegge
21/04/2017 11:24