29/06/2020, 12.17
VATICANO
Invia ad un amico

Papa:tanti anziani sono lasciati soli dalla famiglia come se fossero materiale di scarto

"Noi spesso andiamo da Lui solo nei momenti del bisogno. A chiedere aiuto. Ma Dio vede più lontano e ci invita ad andare oltre, a cercare non solo i suoi doni, ma Lui". "La cosa più importante della vita è fare della vita un dono". 

 

Città del Vaticano (AsiaNews) – “La cosa più importante della vita è fare della vita un dono”, è donarla, come fece Pietro che “non è diventato un eroe per essere stato liberato dal carcere, ma per aver dato la vita qui. Il suo dono ha trasformato un luogo di esecuzioni nel bel luogo di speranza in cui ci troviamo. Ecco che cosa chiedere a Dio: non solo la grazia del momento, ma la grazia della vita”.

Affidare a Gesù la nostra vita, come fece Pietro. Nel giorno dei santi Pietro e Paolo, patroni di Roma, papa Francesco all’Angelus ha parlato della vita come dono. “E questo vale per tutti: per i genitori verso i figli e per i figli verso i genitori anziani. Mi vengono in mente tanti anziani che sono lasciati soli dalla famiglia come se fossero materiale di scarto. La solitudine degli anziani è un dramma del nostro tempo”.

La Liturgia odierna, ha detto Francesco ricorda che Pietro “era stato arrestato, si trovava in prigione e la Chiesa, temendo per la sua vita, pregava incessantemente per lui. Allora un angelo scese a liberarlo dal carcere (cfr At 12,1-11). Ma anche anni dopo, quando Pietro era prigioniero a Roma, la Chiesa avrà certamente pregato. In quell’occasione, tuttavia, la sua vita non fu risparmiata. Come mai prima fu liberato dalla prova e poi no? Perché c’è un percorso nella vita di Pietro, che può illuminare il percorso della nostra vita. Il Signore gli concesse tante grazie e lo liberò dal male: fa così anche con noi. Anzi, noi spesso andiamo da Lui solo nei momenti del bisogno. A chiedere aiuto. Ma Dio vede più lontano e ci invita ad andare oltre, a cercare non solo i suoi doni, ma Lui, che è il signore di tutti i doni; ad affidargli non solo i problemi, ma la vita. Così può finalmente darci la grazia più grande, quella di donare la vita. Sì, la cosa più importante della vita è fare della vita un dono. E questo vale per tutti”.

“Oggi, davanti agli Apostoli, possiamo chiederci: ‘E io, come imposto la vita? Penso solo ai bisogni del momento o credo che il mio vero bisogno è Gesù, che fa di me un dono? E come costruisco la vita, sulle mie capacità o sul Dio vivente?’. La Madonna, che si è affidata tutta a Dio, ci aiuti a metterlo alla base di ogni giornata”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: la vecchiaia è ‘la stagione del dono e la stagione del dialogo’
16/12/2019 13:37
Papa: tutta la vita è sacra, del bambino come del vecchio e di ogni sfruttato
25/06/2018 13:24
Papa ai nonni: Nella società non manchino il vostro sorriso e la bella luminosità dei vostri occhi
15/10/2016 12:48
Papa: la "vocazione" degli anziani è trasmettere ai giovani il senso della vita e della fede
11/03/2015
Papa: una società che "scarta" gli anziani, "riserva sapienziale del popolo", ha in sé il virus della morte
04/03/2015