23 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 29/04/2017, 09.53

    EGITTO - VATICANO - ISLAM

    Papa in Egitto: entusiasmo e ammirazione dai commenti in rete e sui media

    Loula Lahham

    Quattro i momenti salienti che hanno caratterizzato il primo giorno di Francesco in Egitto. Plausi e apprezzamenti per il coraggio mostrato dal pontefice: “Grazie per aver rischiato la tua sicurezza per noi”. E qualcuno vorrebbe una capitale egiziana, come oggi, “pulita, sgombra e di una bellezza particolare. Ricorda i tempi passati”. 

     

    Il Cairo (AsiaNews) - Sono quattro i momenti salienti che hanno caratterizzato il primo giorno del viaggio apostolico di papa Francesco in Egitto: il primo incontro con il presidente della Repubblica Abdel-Fattah al-Sisi; il suo intervento all’università islamica di al-Azhar, la più alta istanza sunnita del mondo musulmano, con l’obiettivo di rafforzare il dialogo interreligioso; il suo secondo discorso, questa volta più politico, davanti alle massime istituzioni dell’Egitto; infine, il suo incontro con il capo della Chiesa copto-ortodossa egiziana e la firma di un accordo a suo modo storico, che include l’annullamento del secondo battesimo richiesto ai cattolici per poter entrare nella Chiesa copta. Infine, il momento di raccoglimento nella piccola chiesa di Al-Boutrossiya, in memoria di tutte le vittime delle violenze religiose nel mondo. 
    Ecco, di seguito, alcuni commenti raccolti sul web fra gli internauti egiziani e le opinioni dei principali commentatori locali sulla prima giornata di papa Francesco in Egitto: 

    Guardando a papa Francesco, mi chiedo se giustizia e solidarietà esistono solo nel nostro vocabolario, o se ci stiamo muovendo per far sì che diventino realtà. 
    Mohamed ElBaradei, ex capo dell’Aiea (Agenzia internazionale per l'energia atomica) 

    Mubarak ha accolto a suo tempo papa Giovanni Paolo II all’aeroporto del Cairo. Al-Sisi non è andato in aeroporto ad accogliere Francesco. Mi chiedo perché? 
    The Big Pharaoh, internauta egiziano

    I vertici dell’istituto Francescano orientale si stanno chiedendo perché Abdel-Fattah al-Sisi non ha ricevuto papa Francesco in aeroporto. E i commentatori delle tv egiziane si stanno inventando delle giustificazioni di rito. 
    Zeinobia, internauta

    Vi chiedo di pregare per il mio viaggio in Egitto come pellegrino di pace.
    Papa Francesco 

    Che il papa venga in visita da voi nella calma e nella serenità è molto meglio che farlo venire per trovarvi all’interno di campi profughi e senza casa. 
    Hamdi Alzaedy, attivista libico

    Il Paese che soffre a causa di terrorismo ed esplosioni ha approntato per il papa un piano di sicurezza capace di proteggere tutti. Vorrei tanto che si potesse investire su questa visita per il bene di tutto l’Egitto. 
    Israa, internauta

    Papa Francesco ha lanciato pesanti critiche al presidente al-Sisi, ma con molta diplomazia e finezza. 
    Inas Awad, internauta egiziana residente negli Stati Uniti

    Dio non ha bisogno di essere protetto dagli uomini. Noi siamo chiamati a camminare insieme, convinti che l’avvenire di tutti dipende anche dall’incontro fra religioni e culture. 
    Papa Francesco

    Ho bisogno di capire dove si trova il valore della pace in un Paese terrorizzato, nelle strade deserte per decreto e negli incroci svuotati. Tutto questo perché il papa della pace possa passare in pace. È un film ridicolo. 
    Racha Azab, attivista politico

    In tutta onestà, il discorso del grande imam Ahmad Al-Tayeb non mi è piaciuto. Egli ha affermato che il modernismo e il progresso sono la causa del terrorismo e ha esortato il mondo a opporsi alla filosofia del modernismo. Una passaggio pericoloso, se lo paragoniamo alle parole di papa Francesco, il quale ha portato diverse nozioni positive e giustamente legate alla modernità, sull’Egitto. Egli ci ha spronati a imparare a costruire una civiltà e ci ha detto che Dio non ci chiede certo di uccidere. 
    Rasha Ernest, attivista dell’Alto Egitto

    Caro papa Francesco, tu reverendo padre che porti un messaggio di pace e di amore. Grazie per aver rischiato la tua stessa sicurezza per noi. Grazie per aver mostrato a tutti noi che la nostra terra è veramente una oasi di pace, Ciò che noi viviamo non sono altro che eventi effimeri, che si susseguono con l’aiuto di Dio e con la presa di coscienza del nostro popolo. Che la pace di Dio ti accompagni. 
    Fatma Naout, scrittrice liberale egiziana

    Vorrei che il papa possa restare fra noi per sempre. La nostra capitale è pulita, sgombra e di una bellezza particolare. Mi ricorda i tempi passati. 
    Hisham Gheith, internauta egiziano

    Papa Francesco in Egitto. L’alba è più forte dell’oscurità, l’amore eterno di Dio regnerà su tutti noi per sempre. 
    Mohamed Metwalli, giornalista egiziano

    Ciò che è successo oggi ad al-Azhar è l’incontro islamo-cristiano più alto a livello mondiale. Non dobbiamo dimenticare che il terrorismo è iniziato in Occidente e precisamente negli Stati Uniti. 
    Abdel-Rahim Mourad, ex ministro libanese della Difesa

    Nel corso della sua prima apparizione pubblica, dopo essere stato oggetto di attacco di attivisti e media, il grande imam Ahmad Al-Tayeb pensa che la mancanza di pace e sicurezza nel mondo è dovuta a decisioni politiche internazionali imprudenti, prese da nazioni irresponsabili, e al traffico di armi. 
    Ahmed Ragab‏, giornalista egiziano

    I membri di al-Azhar presenti alla conferenza sono unanimi: Mi hanno detto che papa Francesco è più apprezzato del suo predecessore. 
    Aziz El Massassi‏, giornalista francese

    È un evento considerevole e che tocca il cuore al tempo stesso, in un momento di così grave pericolo: papa Francesco, il pope copto Tawadros e il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo che pregano insieme. 
    Alberto Fernandez, ex ambasciatore degli Stati Uniti

    Papa Tawadros, nella veste di patriarca della Chiesa d’Egitto, ha inciso il suo nome nella storia universale segnando l’accordo sull’annullamento del doppio battesimo dei cattolici. Non posso credere di aver vissuto nello stesso momento in cui si è verificato un evento tanto lieto. 
    Karoline Kamel, giornalista egiziana

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/04/2017 11:14:00 ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.



    06/04/2017 10:01:00 EGITTO-ISLAM
    Al Azhar e i diritti dei cristiani nel mondo islamico

    A poche settimane dal viaggio di Papa Francesco in Egitto, la più autorevole università sunnita ha difeso diritti uguali per cristiani e musulmani. Ma nel mondo arabo-islamico, le minoranze religiose soffrono. Tutte le Costituzioni impongono restrizioni: divieto di raduni comunitari; a cambiare religione; ad assumere alte cariche di governo. L’emarginazione sta portando alla fuga dei cristiani dal Medio oriente.



    28/04/2017 11:20:00 EGITTO - ISLAM
    Cairo, dalla conferenza di al-Azhar il tentativo di uscire dal binomio islam e violenza

    L'incontro voluto con forza dal presidente egiziano al-Sisi per combattere l’ideologia dello Stato islamico. Vescovo copto-ortodosso di Tanta: Al terrorismo rispondiamo con la pace. Dietro le violenze il binomio fondamentalismo/relativismo. L’annoso problema della esegesi del Corano.

     



    05/05/2017 12:50:00 EGITTO - VATICANO - ISLAM
    Portavoce Chiesa cattolica: papa in Egitto, dono di pace e ponte fra cristiani e musulmani

    Per p. Rafic Greiche Francesco ha “annullato” le distanze fra le persone e le fedi. Una visita di “enorme importanza” dopo gli attentati alle chiese: “Ha portato gioia a tutti”. Presto per dire se cambierà qualcosa con al-Azhar ma “siamo sulla giusta via”. I musulmani colpiti dalla “modestia” di “un uomo di Dio”. Per i cattolici è un invito “all’unità”.

     



    28/04/2017 08:39:00 EGITTO - VATICANO - ISLAM
    L’Egitto in festa (e in massima allerta) pronto ad accogliere papa Francesco

    Il presidente della Repubblica al-Sisi ha supervisionato di persona l’apparato di sicurezza. Il Cairo vuole mostrare un Paese tollerante, fraterno e solidale. Oggi l’intervento alla conferenza di pace di al-Azhar. Oltre 35mila persone (accreditate) per la messa di domani all’accademia dell’aeronautica. Ancora minacce estremiste contro i cristiani a Minya. 

     





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®