30/03/2019, 17.29
VATICANO - MAROCCO
Invia ad un amico

Papa in Marocco: appello per Gerusalemme

Documento comune di Francesco e re Mohammed VI per chiedere di preservare il carattere di “patrimonio comune” dell’umanità della Città santa, nella quale sia garantito il diritto di ebrei cristiani e musulmani di esercitare il proprio culto.

Rabat (AsiaNews) – Conservare a Gerusalemme il suo carattere di “patrimonio comune” dell’umanità nella quale sia garantito il diritto di ebrei cristiani e musulmani di esercitare il proprio culto. E’ l’appello lanciato oggi insieme da papa Francesco e da re Mohammed VI (nella foto) al termine della visita di Francesco al re.

L’appello è una evidente, anche se non esplicita, replica alle dichiarazioni del capo del governo israeliano Benjamin Netanyahu su Gerusalemme “capitale perpetua” di Israele e al sostegno a tale affermazione da parte del presidente americano Donald Trump.

“Noi – è l’appello del Papa e del re del Marocco - riteniamo importante preservare la Città santa di Gerusalemme / Al Qods Acharif come patrimonio comune dell’umanità e soprattutto per i fedeli delle tre religioni monoteiste, come luogo di incontro e simbolo di coesistenza pacifica, in cui si coltivano il rispetto reciproco e il dialogo”.

“A tale scopo devono essere conservati e promossi il carattere specifico multi-religioso, la dimensione spirituale e la peculiare identità culturale di Gerusalemme / Al Qods Acharif.

Auspichiamo, di conseguenza, che nella Città santa siano garantiti la piena libertà di accesso ai fedeli delle tre religioni monoteiste e il diritto di ciascuna di esercitarvi il proprio culto, così che a Gerusalemme / Al Qods Acharif si elevi, da parte dei loro fedeli, la preghiera a Dio, Creatore di tutti, per un futuro di pace e di fraternità sulla terra".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Israele e Marocco, normalizzazione delle relazioni diplomatiche
11/12/2020 08:55
Papa in Marocco: Partecipare dell’amore e della compassione del Padre
31/03/2019 16:26
Papa: Cristiani in Marocco come il lievito. Missione di compassione e senza proselitismo
31/03/2019 12:49
Papa in Marocco: dialogo tra fedi per respingere l’intolleranza e la violenza in nome di Dio
30/03/2019 15:42
Papa in Marocco: progresso è anche lasciarsi commuovere da chi bussa alla porta
30/03/2019 19:05