21 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/09/2014, 00.00

    VATICANO

    Papa: la vita cristiana è "semplice": ascoltare la Parola di Dio e metterla in pratica



    "Forse noi l'abbiamo fatta un po' difficile, con tante spiegazioni che nessuno capisce". Ascoltare la Parola di Dio è leggere un passo del Vangelo e chiedersi "Con questo Dio mi parla, dice qualcosa a me?". "Dio non parla solo a tutti: sì, parla a tutti, ma parla ad ognuno di noi. Il Vangelo è stato scritto per ognuno di noi".

    Città del Vaticano (AsiaNews) - La vita cristiana è "semplice": ascoltare la Parola di Dio e metterla in pratica. "Forse noi l'abbiamo fatta un po' difficile, con tante spiegazioni che nessuno capisce, ma la vita cristiana è così: ascoltare la Parola di Dio e praticarla". E' tornato a ripeterlo oggi papa Francesco durante la messa celebrata stamattina a Casa santa Marta, commentando il brano del Vangelo di oggi, nel quale si racconta di quando "andarono a trovare Gesù la madre e i fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla".

    Le parole che diceva Gesù, ha spiegato il Papa, suonavano nuove, come "nuova" appariva l'autorità di chi le pronunciava. Parole che toccavano il cuore e nelle quali in tanti percepivano "la forza della salvezza" che annunciavano. Per questo, osserva Papa Francesco, le folle seguivano Gesù. Ma c'erano pure coloro che lo seguivano "per convenienza", senza troppa purezza di cuore, magari solo per la "voglia di essere più buoni". In duemila anni non è che questo scenario sia molto cambiato. Anche oggi molti ascoltano Gesù come quei nove lebbrosi del Vangelo che, "felici" con la loro ritrovata salute, "si dimenticarono di Gesù" che gliela aveva restituita. "Ma Gesù continuava a parlare alla gente e amava la gente e amava la folla, a tal punto che dice 'questi che mi seguono, quella folla immensa, sono la mia madre e i miei fratelli, sono questi'. E spiega: 'coloro che ascoltano la Parola di Dio, la mettono in pratica'. Queste sono le due condizioni per seguire Gesù: ascoltare la Parola di Dio e metterla in pratica. Questa è la vita cristiana, niente di più. Semplice, semplice. Forse noi l'abbiamo fatta un po' difficile, con tante spiegazioni che nessuno capisce, ma la vita cristiana è così: ascoltare la Parola di Dio e praticarla".

    Ecco perché - come descritto dal brano del Vangelo di Luca - Gesù replica a chi gli riferiva che i suoi parenti lo stavano cercando: "Mia madre e miei fratelli sono coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica". E per ascoltare la Parola di Dio, la Parola di Gesù basta aprire la Bibbia, il Vangelo. Ma queste pagine non vanno lette, vanno ascoltate. "Ascoltare la Parola di Dio è leggere quello e dire: 'Ma a me questo che dice, al mio cuore? Dio cosa sta dicendo a me, con questa parola?". E la nostra vita cambia".

    "Ogni volta che noi facciamo questo - apriamo il Vangelo e leggiamo un passo e ci domandiamo: 'Con questo Dio mi parla, dice qualcosa a me? E se dice qualcosa, cosa mi dice?' - questo è ascoltare la Parola di Dio, ascoltarla con le orecchie e ascoltarla con il cuore. Aprire il cuore alla Parola di Dio. I nemici di Gesù ascoltavano la Parola di Gesù, ma gli erano vicini per cercare di trovare uno sbaglio, per farlo scivolare, e che perdesse autorità. Ma mai si domandavano: 'Cosa dice Dio per me in questa Parola?' E Dio non parla solo a tutti: sì, parla a tutti, ma parla ad ognuno di noi. Il Vangelo è stato scritto per ognuno di noi".

    Certo, mettere poi in pratica ciò che si è ascoltato "non è facile", perché "è più facile vivere tranquillamente senza preoccuparsi delle esigenze della Parola di Dio". Piste concrete per farlo sono i Comandamenti, le Beatitudini. Contando sempre, soggiunge, sull'aiuto di Gesù, anche quando il nostro cuore ascolta ma fa finta di non capire. Lui "è misericordioso e perdona tutti", "aspetta tutti, perché è paziente". "Gesù riceve tutti, anche quelli che vanno a sentire la Parola di Dio e poi lo tradiscono. Pensiamo a Giuda. 'Amico' gli dice, in quel momento dove Giuda lo tradisce. Il Signore sempre semina la sua Parola, soltanto chiede un cuore aperto per ascoltarla e buona volontà per metterla in pratica. Per questo allora - ha concluso il Papa - la preghiera di oggi, che sia quella del Salmo: 'Guidami Signore sul sentiero dei tuoi comandi', cioè sul sentiero della tua Parola, e perché io impari con la tua guida a metterla in pratica".

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/02/2015 VATICANO
    Papa: Il Vangelo cambia la vita, quando ci facciamo trasformare dalla Parola di Dio
    Prima della preghiera dell'Angelus, Francesco ricorda come Gesù "non rimanda, arrivato a Cafarnao, l'annuncio della lieta novella. La sua preoccupazione principale è comunicare la Parola di Dio". "Leggete ogni giorno un passo del Vangelo, portatelo sempre con voi. Esso può cambiare il cuore". Il 6 giugno il pontefice sarà a Sarajevo: "Vi chiedo sin d'ora di pregare per quelle care popolazioni". La Giornata per la Vita "aiuti un nuovo umanesimo: l'umanesimo della solidarietà".

    03/05/2016 11:22:00 VATICANO
    Papa: ci sono tanti cristiani che sono “imbalsamati” o “vagabondi” oppure “ostinati” o, infine, “a metà strada”

    Sono tanti i cristiani “confusi” che non seguono la sola “strada giusta” che è Gesù. “Come sono io in questo cammino cristiano? Fermo, sbagliato, in giro girando, fermandomi davanti alle cose che mi piacciano o quello di Gesù ‘Io sono la via!’? E chiediamo allo Spirito Santo che ci insegni a camminare bene, sempre! E quando ci stanchiamo, un piccolo ristoro e avanti. Chiediamo questa grazia”.



    10/11/2014 VATICANO
    Papa: Senza la fede non si può vivere perdonando sempre e senza dare quello scandalo che "distrugge"
    Scandalo "è dire e professare uno stile di vita - 'sono cristiano' - e poi vivere da pagano, che non crede in nulla". Questo dà scandalo "perché manca la testimonianza", mentre "la fede confessata è vita vissuta". "Dobbiamo perdonare, perché perdonati. E questo è nel Padre Nostro".

    26/05/2017 11:21:00 VATICANO
    Papa: memoria, preghiera e missione sono “la topografia” della vita cristiana

    Un cristiano deve “chiedere la grazia della memoria: ‘Che non mi dimentichi del momento che tu mi hai eletto, che non mi dimentichi dei momenti che ci siamo incontrati’”. “Poi, pregare, guardare il Cielo perché Lui è per intercedere, lì. Lui intercede per noi”. E andare in missione: “non vuol dire che tutti devono andare all’estero; è vivere e dare testimonianza del Vangelo”.



    11/09/2014 VATICANO
    Papa: amare i nemici e non giudicare è difficile, ma è il cammino che insegna Gesù
    "La vita cristiana non è una vita autoreferenziale; è una vita che esce da se stessa per darsi agli altri. E' un dono, è amore, e l'amore non torna su se stesso, non è egoista: si dà". "Essere cristiano non è facile" e noi "possiamo diventare cristiani" solo "con la grazia di Dio" e non "con le nostre forze".



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®