24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/10/2014, 00.00

    VATICANO

    Papa: nella preghiera si chiedono tante cose, ma il dono più grande è lo Spirito Santo



    Dio mai ti dà un regalo, una cosa che gli chiedi così, senza incartarlo bene, senza qualcosa di più che lo faccia più bello. E quello che il Signore, il Padre ci dà di più è lo Spirito: il vero dono del Padre è quello che la preghiera non osa sperare. "Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo: sono persone, non sono un'idea nell'aria... Questo Dio spray non esiste! Esistono persone!".

    Città del Vaticano (AsiaNews) - Nella preghiera si chiedono tante cose, ma "Dio mai ti dà un regalo, una cosa che gli chiedi così, senza incartarlo bene, senza qualcosa di più che lo faccia più bello. E quello che il Signore, il Padre ci dà di più è lo Spirito: il vero dono del Padre".  L'ha detto papa Francesco nell'omelia della messa celebrata stamattina a Casa santa Marta, commentando il Vangelo del giorno, che presenta la parabola di un uomo che a forza di insistere ottiene da un amico ciò che chiede.

    Il Papa, riferisce la Radio Vaticana, ha iniziato l'omelia partendo dalla Colletta, in cui si chiede a Dio di perdonare e di "aggiungere ciò che la preghiera non osa sperare". "Questo mi ha fatto pensare: è proprio della misericordia di Dio non solo perdonare - quello tutti lo sappiamo - ma essere generoso e dare di più e di più... Abbiamo chiesto: 'E aggiungi ciò che la preghiera non osa sperare'. Noi forse nella preghiera chiediamo questo e questo e Lui ci dà di più sempre! Sempre, sempre di più".

    Nel Vangelo - ha proseguito il Papa - ci sono "tre parole chiave": "l'amico, il Padre e il dono". Gesù "mostra ai discepoli cosa sia la preghiera. E' come un uomo che si reca a mezzanotte da un amico per chiedere qualcosa. Nella vita "ci sono amici d'oro" che davvero danno tutto. "Ce ne sono altri più o meno buoni", ma la Bibbia ci dice 'uno, due o tre... non di più!'. Poi, gli altri sono amici, ma non come questi". E anche se siamo importuni e invadenti "il legame di amicizia fa che ci sia dato quello che noi chiediamo". "Gesù fa un passo avanti e parla del Padre: 'Quale padre tra di voi, se un figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione?' ... 'Se voi dunque che siete cattivi sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre del cielo!'". Quindi "non solo l'amico che ci accompagna nel cammino della vita ci aiuta e ci dà quello che noi chiediamo: anche il Padre del cielo" che "ci ama tanto e del quale Gesù ha detto che si preoccupa di dare da mangiare agli uccellini del campo".

    "Gesù vuole risvegliare la fiducia nella preghiera" e dice: "Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chi chiunque chiede riceve, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto". "Questa è la preghiera: chiedere, cercare il come e bussare al cuore di Dio". E il Padre "darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono". "Questo è il dono, questo è il di più di Dio. Dio mai ti dà un regalo, una cosa che gli chiedi così, senza incartarlo bene, senza qualcosa di più che lo faccia più bello. E quello che il Signore, il Padre ci dà di più è lo Spirito: il vero dono del Padre è quello che la preghiera non osa sperare. 'Io chiedo questa grazia; chiedo questo, busso e prego tanto... Soltanto spero che mi dia questo'. E Lui che è Padre, mi dà quello e di più: il dono, lo Spirito Santo".

    "La preghiera - ha concluso il Papa - si fa con l'amico, che è il compagno di cammino della vita, si fa col Padre e si fa nello Spirito Santo. L'amico è Gesù". "E' Lui che ci accompagna e ci insegna a pregare. E la nostra preghiera deve essere così, trinitaria. Tante volte: 'Ma lei crede?': 'Sì! Si!'; 'In che crede?'; 'In Dio!'; 'Ma cosa è Dio per lei?'; 'Dio, Dio!'. Ma Dio non esiste: non scandalizzatevi! Dio così non esiste! Esiste il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo: sono persone, non sono un'idea nell'aria... Questo Dio spray non esiste! Esistono persone! Gesù è il compagno di cammino che ci dà quello che chiediamo; il Padre che ha cura di noi e ci ama; e lo Spirito Santo che è il dono, è quel di più che dà il Padre, quello che la nostra coscienza non osa sperare".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/05/2014 VATICANO
    Papa: "pace, amore e gioia" sono le "tre parole chiave" lasciate da Gesù
    A fare questa pace, questo amore e a dare la gioia è lo Spirito Santo, "il grande dimenticato della nostra vita". La gioia "è come il segno del cristiano. Un cristiano senza gioia o non è cristiano o è ammalato".

    16/11/2017 11:32:00 VATICANO
    Papa: il regno di Dio non è ‘un carnevale’, lo fa crescere di nascosto lo Spirito Santo

    Il regno di Dio è sempre “una sorpresa” perché è “un dono dato dal Signore”. Gesù spiega che “il regno di Dio non viene in modo da attirare l’attenzione e nessuno dirà: ‘Eccolo qui oppure eccolo là’”. “Non è uno spettacolo o più brutto ancora”.



    17/03/2015 VATICANO
    Papa: La Chiesa, "casa di Gesù", ha sempre le porte aperte e la comunità cristiana non può chiuderle
    Quante volte oggi nelle comunità cristiane una persona che ha sbagliato, ma decide "di andare" trova le porte chiuse: "Ma tu non puoi, no, tu non puoi. Tu hai sbagliato qui e non puoi. Se vuoi venire, vieni alla Messa domenica, ma rimani lì, ma non fare di più. E quello che fa lo Spirito Santo nel cuore delle persone, i cristiani con psicologia di dottori della legge distruggono".

    22/01/2015 VATICANO
    Papa: la "cosa più importante" di Gesù non è che guarisca, né che insegni, ma che ci salvi e sia nostro intercessore
    "Lui è il Salvatore e come Salvatore ancora oggi, in questo momento, intercede per noi. Che la nostra vita cristiana ogni volta sia più convinta che noi siamo stati salvati, che abbiamo un Salvatore, Gesù alla destra del Padre, che intercede. Il Signore, lo Spirito Santo, ci faccia capire queste cose".

    09/01/2015 VATICANO
    Papa: Solo lo Spirito Santo è capace di rendere "docile" a Dio e aperto alla libertà di amare un cuore "di pietra"
    "Tu puoi fare mille corsi di catechesi, mille corsi di spiritualità, mille corsi di yoga, zen e tutte queste cose. Ma tutto questo non sarà mai capace di darti la libertà di figlio".



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®