23 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/05/2017, 13.20

    VATICANO

    Papa: una Chiesa “tiepida” piace allo spirito cattivo, ma “dà sfiducia”



    “Una Chiesa senza martiri dà sfiducia; una Chiesa che non rischia dà sfiducia; una Chiesa che ha paura di annunciare Gesù Cristo e cacciare via i demoni, gli idoli, l’altro signore, che è il denaro, non è la Chiesa di Gesù”.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Una Chiesa “tiepida”, che non ha coraggio nell’annunciare Gesù piace allo spirito cattivo, ma “dà sfiducia”, mentre se ha coraggio, se ha martiri come mons. Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador, ucciso dagli squadroni della morte, trova gioia e nuova giovinezza. L’ha detto oggi papa Francesco durante la messa celebrata stamattina a Casa santa Marta, commentando il 16mo capitolo degli Atti degli Apostoli che narra di Paolo e Sila a Filippi. Qui una schiava che praticava la divinazione comincia a seguirli e, gridando, ad indicarli come “servi di Dio”. Era una lode ma Paolo sapendo che questa donna era posseduta da uno spirito cattivo, un giorno, seccatosi, scacciò lo spirito. Paolo – ha notato Francesco - capì che “quella non era la strada della conversione di quella città, perché tutto rimaneva tranquillo”. Non era la Chiesa di Cristo. Tutti accettavano la dottrina. Ma non c’erano conversioni.

    Questo si ripete nella storia della salvezza: quando il popolo di Dio era tranquillo, non rischiava o serviva  - non “dico gli idoli” - ma “la mondanità”. Allora il Signore mandava i profeti che venivano perseguitati “perché scomodavano”, come lo fu Paolo: capì l’inganno e cacciò via questo spirito che, pur dicendo la verità - cioè che lui e Sila erano uomini di Dio - era però “uno spirito di tepore, che faceva la Chiesa tiepida”. “Nella Chiesa quando qualcuno denuncia tanti modi di mondanità è guardato con occhi storti, questo non va, meglio che si allontani”.

    “Io ricordo nella mia terra, tanti, tanti uomini e donne, consacrati buoni, non ideologi, ma che dicevano: ‘No, la Chiesa di Gesù è così…’ – ‘Questo è comunista, fuori!’, e li cacciavano via, li perseguitavano. Pensiamo al beato Romero, no?, cosa è successo per dire la verità. E tanti, tanti nella storia della Chiesa, anche qui in Europa. Perché? Perché il cattivo spirito preferisce una Chiesa tranquilla senza rischi, una Chiesa degli affari, una Chiesa comoda, nella comodità del tepore, tiepida”.

    Nel 16mo capitolo degli Atti si narra, poi, che i padroni della schiava si sono arrabbiati: avevano perso la speranza di guadagnare soldi perché la schiava non poteva più divinare. “Il cattivo spirito infatti entra sempre dalle tasche”. “Quando la Chiesa è tiepida, tranquilla, tutta organizzata, non ci sono problemi, guardate dove ci sono gli affari”.

    Ma oltre che sui “soldi”, il Papa si è soffermato nella sua omelia, sulla gioia. Paolo e Sila vengono, infatti, trascinati dai padroni della schiava davanti ai magistrati che ordinano di farli bastonare e poi gettare in prigione. Il carceriere li getta nella parte più interna del carcere. Ma Paolo e Sila cantavano. Verso mezzanotte venne una forte scossa di terremoto e si aprirono tutte le porte del carcere. Il carceriere stava per togliersi la vita perché sarebbe stato ucciso se i prigionieri fossero scappati ma Paolo lo esortò a non farsi del male perché, disse, “siamo tutti qui”. Allora il carceriere chiese spiegazioni e si convertì. Lavò le loro piaghe, si fece battezzare e “fu pieno di gioia”. “E questo è il cammino della nostra conversione quotidiana: passare da uno stato di vita mondano, tranquillo senza rischi, cattolico, sì, sì, ma così, tiepido, a uno stato di vita del vero annuncio di Gesù Cristo, alla gioia dell’annuncio di Cristo. Passare da  una religiosità che guarda troppo ai guadagni, alla fede e alla proclamazione: ‘Gesù è il Signore’”.

    Questo è il miracolo che fa lo Spirito Santo. Il Papa esorta quindi a leggere il capitolo 16 degli Atti per vedere come il Signore “con i suoi martiri” fa andare avanti la Chiesa. “Una Chiesa senza martiri dà sfiducia; una Chiesa che non rischia dà sfiducia; una Chiesa che ha paura di annunciare Gesù Cristo e cacciare via i demoni, gli idoli, l’altro signore, che è il denaro, non è la Chiesa di Gesù. Nella preghiera abbiamo chiesto la grazia e anche ringraziato il Signore per la rinnovata giovinezza che ci dà con Gesù e abbiamo chiesto la grazia che lui conservi questa rinnovata giovinezza. Questa Chiesa di Filippi è stata rinnovata e divenne una Chiesa giovane. Che tutti noi abbiamo questo: una rinnovata giovinezza, una conversione del modo di vivere tiepido all’annuncio gioioso che Gesù è il Signore”.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/05/2016 10:50:00 VATICANO
    Papa: l’amore per il potere e il denaro “tentazione mondana” della Chiesa

    “Nella strada che Gesù ci indica per andare avanti, il servizio è la regola. Il più grande è quello che più serve, quello che più è al servizio degli altri, non quello che si vanta, che cerca il potere, i soldi… la vanità, l’orgoglio… No, questi non sono i grandi”.



    23/03/2017 11:27:00 VATICANO
    Papa: se non si ascolta la Parola di Dio, si finisce col confondere Dio e il diavolo

    “Quando un popolo, una comunità, ma diciamo anche una comunità cristiana, una parrocchia, una diocesi, chiude le orecchie e diventa sorda alla Parola del Signore, cerca altre voci, altri signori e va a finire con gli idoli, gli idoli che il mondo, la mondanità, la società gli offrono. Si allontana dal Dio vivo”.



    08/11/2013 VATICANO
    Papa: "il Signore cambi il cuore dei devoti della dea tangente"
    La vita secondo i "valori" del mondo, la mondanità, "piace tanto al demonio". "E questo è un peccato grave! Perché si incomincia forse con una piccola bustarella, ma è come la droga". E' la strada che seguono "alcuni amministratori di aziende, amministratori pubblici; alcuni amministratori del governo... Forse non sono tanti".

    13/10/2017 11:15:00 VATICANO
    Papa: “essere vigilanti” per non cadere nella mondanità, che è “quello che vuole il diavolo”

    I demoni entrano nella vita dell’uomo “anche con le loro idee e le loro ispirazioni aiutano quell’uomo a vivere meglio …” e “da dentro incominciano a cambiare quell’uomo, ma tranquillamente, senza fare chiasso”. E’ “una possessione diabolica un po’ ‘da salotto’”. Per “non cadere” bisogna guardare a Cristo crocifisso, fare l’esame di coscienza e compiere opere di carità.



    26/10/2017 11:06:00 VATICANO
    Papa: “non esistono cristiani tranquilli”, Gesù ha portato la lotta contro il diavolo

    “La lotta, che ha portato Gesù contro il diavolo, contro il male non è cosa antica, è cosa molto moderna, è cosa di oggi, di tutti i giorni”, “Cambiare il modo di pensare, cambiare il modo di sentire. Il tuo cuore che era mondano, pagano, diventa adesso cristiano con la forza di Cristo: cambiare, questa è la conversione. E cambiare nel modo di agire: le tue opere devono cambiare”.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®