08 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 30/03/2005, 00.00

    PAKISTAN

    Pasqua a Lahore: ucciso un cristiano protestante



    Lahore (AsiaNews/Agenzie) – La mattina di Pasqua, quattro uomini armati hanno ucciso un fedele e feriti altri sei in una chiesa protestante vicino Lahore

    La sparatoria è avvenuta presso la Victory Church International, anche conosciuta come Nuova chiesa apostolica, che si trova nel villaggio di Khambay, domenica 27 marzo alle 10 del mattino (ora locale).

    I 4 uomini sono entrati sul terreno antistante la chiesa, dove giocavano dei bambini, ed hanno aperto il fuoco. Arshad (Irshad) Masih, uno dei fedeli che era dentro l'edificio a pregare, è uscito per accertarsi della situazione: è stato raggiunto da diversi proiettili ed è morto. Altri 6 fedeli, i cui nomi sono ancora da verificare, cercando di aiutare Masih, steso a terra, sono stati colpiti a loro volta. Dopo l'attacco i 4 uomini sono fuggiti.

    Secondo alcune fonti, gli assalitori appartengono ad una famiglia musulmana, che da tempo minacciava la comunità per ottenere il terreno dove è edificata è edificata la chiesa ed il cimitero annesso da oltre 100 anni. Negli ultimi anni il terreno era stato molto rivalutato.

    La comunità, composta da 150 persone, aveva già ricevuto minacce ed intimidazioni, tanto che era stata costretta a cancellare la funzione del Venerdì Santo e la veglia pasquale di sabato notte.

    Secondo l'International Christian Concern, per celebrare in sicurezza la Pasqua, la Nuova chiesa apostolica aveva chiesto la protezione della polizia locale. La polizia aveva stanziato uomini a guardia dell'ingresso della chiesa., i quali hanno abbandonato la postazione proprio pochi minuti prima dell'attacco.

    (Foto: Voice of the Martyrs)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/02/2010 PAKISTAN
    I cristiani di Shanti Nagar ricordano il massacro del 1997
    Centinaia di fedeli di tutte le confessioni si sono riuniti per celebrare le vittime degli scontri, nati da false accuse di blasfemia. Il governo non ha mai concesso un risarcimento alle vittime.

    02/09/2016 10:41:00 PAKISTAN
    Peshawar, attentato contro una colonia cristiana. La condanna di politici e attivisti

    Questa mattina la provincia settentrionale di Khyber-Pakhtunkhwa è stata teatro di due attacchi terroristici. Il primo, contro una colonia cristiana; il secondo, contro un tribunale. La risposta rapida delle forze di sicurezza ha evitato un bilancio più grave nel quartiere abitato dai cristiani.



    22/05/2008 INDONESIA
    Arrestati quattro indonesiani accusati dell’attacco ad una chiesa
    L’episodio per il quale sono in prigione è l’assalto ed il tentato incendio di un edificio sacro a Citeko, ovest di Java, condotto da centinaia di fondamentalisti.

    05/09/2007 INDONESIA
    Chiesa domestica attaccata, pastore e fedeli feriti
    Oltre 300 estremisti islamici hanno attaccato una congregazione protestante riunita per celebrare la funzione domenicale. Il motivo non è ancora chiaro. Preoccupazione da parte del sinodo delle chiese cristiane.

    05/07/2013 PAKISTAN
    Peshawar, fondamentalisti islamici attaccano una chiesa protestante: un morto
    La vittima è un poliziotto, che faceva la guardia alla Assembly of God Church. Nei giorni scorsi il chief minister della provincia ha rilasciato dichiarazioni discriminatorie nei confronti delle minoranze, alimentando tensioni. Il politico è membro del partito Movimento pakistano per la giustizia, che inneggia all’uguaglianza e al rispetto verso tutti. Sacerdote cattolico: “Una vergogna”.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®