22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 17/02/2014, 00.00

    CINA

    Pechino apre decine di nuovi punti di raccolta per bambini abbandonati

    Wang Zhicheng

    Ogni anno in Cina sono abbandonati almeno 10mila neonati. A causa della legge sul figlio unico, molti degli abbandonati sono bambine, ma vi sono anche bambini, spesso disabili o con malattie gravi. I 60 milioni di nascite non registrate all'anagrafe.

    Guangzhou (AsiaNews) - Le autorità cinesi hanno aperto 25 nuovi "nidi delle cicogne", dove i genitori possono abbandonare i propri neonati salvando loro la vita. Per i prossimi mesi il governo ha stabilito che in ogni città vi siano almeno due "nidi".

    Secondo Xinhua, dal 2011, quando è stato aperto il primo "nido", ve ne sono circa 25.  A Guangzhou, nei primi 15 giorni di apertura, sono stati abbandonati 79 neonati.

    I genitori lasciano il proprio bambino nel "nido", composto da una incubatrice e un allarme. Deposto il neonato, suonano l'allarme, che dà l'avviso con un certo ritardo, per permettere ai genitori di scomparire nell'anonimato.

    La maggior parte dei bambini deposti nei "nidi" sono disabili o con malattie gravi. Con ogni probabilità i genitori li abbandonano perché non hanno soldi per affrontare le cure mediche.

    Si calcola che ogni anno in Cina vengano abbandonati almeno 10mila bambini.

    La nuova politica dei "nidi" è un correttivo alla legge del figlio unico, che con severe multe e violenze cercava di prevenire nascite indesiderate o superiori alla quota stabilita dagli uffici di controllo sulla popolazione.

    Questo ha portato molto spesso all'abbandono di bambine. Il fatto importante è che nei "nidi" attuali vengono deposti sia bambine che bambini. E questo proprio quando il governo ha deciso di allargare le maglie della legge sul figlio unico, permettendo alle coppie in cui uno dei due partner sono figli unici, di avere un secondo figlio.

    Diverse donne intervistate su questo preteso allargamento della legge hanno dichiarato che esso è inutile: ormai nelle città molte famiglie non ce la fanno a sostenere le spese per la crescita e l'educazione dei figli per cui non pensano per nulla a far nascere un secondo figlio.

    Diversa è la situazione delle campagne dove, oltre all'abbandono delle bambine, esiste un altro problema: la presenza di secondo e terzi figli, non registrati all'anagrafe per sfuggire alle multe imposte dagli uffici di controllo sulla popolazione. Si stima che questa popolazione "anonima" di figli non registrati raggiunga i 60 milioni.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/01/2013 CINA
    Sempre più voci per mettere fine alla legge sul figlio unico
    I motivi sono economici: forza lavoro in diminuzione; aumento degli anziani; calo dei consumi interni. Hu Jintao tace sul mantenere un basso tasso di crescita. Ma il ministro per il controllo sulla popolazione riafferma l'adesione "incrollabile" del governo alla legge. Aborti e sterilizzazioni forzati, privilegi dei ricchi - con tanti figli - portano a tensioni sociali.

    20/05/2015 CINA
    Guizhou: può tenere il figlio una donna a cui il governo aveva ordinato di abortire
    La donna, divorziata e risposata, aveva già un figlio dal precedente matrimonio, come pure il suo nuovo marito. La legge del figlio unico si applica in modi diversi nelle diverse città e regioni. La donna era stata minacciata che avrebbe perso il lavoro se non abortiva. Nonostante le promesse di allentamento, l’applicazione della legge sul figlio unico rimane violenta.

    12/12/2013 CINA
    Arriva anche in Cina il "nido della cicogna", per salvare i neonati abbandonati
    Dopo Xian aprirà anche a Shenzhen una "baby box", piccola struttura attrezzata per ospitare i bambini non voluti. Fonti cattoliche di AsiaNews: "Un buon passo avanti a favore della vita, che nel Paese vive sotto costanti minacce. Ma bisogna vedere come sarà gestita".

    05/02/2013 CINA
    Bambino di 13 mesi sfracellato contro un auto: superava la quota del figlio unico
    L'auto è quella del funzionario per il controllo sulla popolazione. I genitori del piccolo venivano trasportati nell'ufficio per essere multati. La legge sul figlio unico è criticata da demografi perché contribuisce al rapido invecchiamento della popolazione e alla diminuzione di forza lavoro. Ma il governo continua a mantenerla.

    26/08/2010 CINA
    Giovane madre cinese rapita e sterilizzata per far rispettare la legge del figlio unico
    La donna è scomparsa dal 15 luglio ed è stata sottoposta a sterilizzazione forzata. A causa dell’operazione si trova ancora in ospedale. La madre, che ha denunciato la scomparsa è stata arrestata per 10 giorni. I danni della legge sul figlio unico.



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®