01 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 10/08/2012, 00.00

    CINA

    Rallenta l'export e l'import cinese



    L'export è cresciuto solo dell'1% (in giugno era cresciuto del 13%), il valore più basso dal 2009. L'import è salito del 4,7 (in giugno era il 6,3). In calo anche la produzione industriale. Si abbassa l'inflazione per la riduzione dei prezzi della carne di maiale e di pollame.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) - Le esportazioni e importazioni della Cina sono scese nel mese di luglio, mostrando un ulteriore raffreddamento dell'economia del gigante asiatico, legata alla crisi dell'economia mondiale.

    L'export cinese è cresciuto solo dell'1% rispetto allo scorso anno, ma si è inabissato rispetto alla crescita di giugno, che era dell'11,3%. Le importazioni sono cresciute del 4,7% in un anno; in giugno erano cresciute del 6,3%. Entrambi i dati mostrano che la domanda estera di prodotti cinesi è diminuita in modo drammatico - le cifre peggiori dal 2009 - e che la domanda interna non è forte in modo adeguato.

    In luglio le vendite cinesi all'Unione europea sono diminuite del 16,2%; la crescita dell'export verso gli Usa è scesa allo 0,6% (in giugno era del 10,6).

    Ieri sono stati anche pubblicati i dati della produzione industriale, che vede una crescita del 9,2% rispetto a un anno fa, ma una diminuzione rispetto a giugno, con una crescita del 9,3.

    Un aspetto positivo emerge dall'inflazione, cresciuta solo dell'1,8%,  rispetto al 2,2 in giugno e al 3% a maggio. Le cifre ufficiali mostrano che l'abbassamento dell'inflazione è dovuto soprattutto alla caduta dei prezzi della carne di maiale ( meno 18,7%) e del pollame (meno 6,1%).

    Per stimolare l'economia cinese, la banca centrale ha ridotto due volte i tassi di interesse e ridotto pure le riserve che le banche devono conservare, per spingere al prestito. Molti imprenditori sperano che il governo lanci un nuovo pacchetto di aiuti come quello all'inizio della crisi nel 2008.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/05/2012 CINA
    Scende l'import-export cinese. Dubbi sulla ripresa
    L'export è cresciuto del 4,9, ma si aspettava un aumento dell'8,5. L'import è cresciuto solo dello 0,3 rispetto al 5,3 di marzo e all'11% previsto. In forte caduta la domanda interna. Alla Fiera di Canton gli ordini scesi del 2,3% rispetto allo scorso anno.

    10/01/2013 CINA
    L'export cinese cresce del 14%, ma le prospettive non sono rosee
    Per il 2012 gli analisti avevano previsto una crescita dell'export del 4%. Le importazioni sono cresciute del 6%. Mancata la previsione del governo, di una crescita del commercio del 10%. Il credito è aumentato del 28%. Le riserve valutarie hanno avuto l' incremento minimo dal 2003 ad oggi.

    12/03/2012 CINA
    Pechino, bilancia commerciale in rosso: il peggior deficit da 22 anni
    Il deficit di 31,5 miliardi di dollari Usa è quattro volte quello previsto. Lo yuan è stato deprezzato dello 0,5% in due mesi. Le importazioni di greggio e di minerali sono cresciuti per timore di un innalzamento dei prezzi internazionali. Si teme sempre la bolla speculativa per le proprietà. I prezzi delle case sono scesi del 25% dall'inizio dell'anno. Ma il prezzo per metro quadro è pari a cinque mesi di salario medio mensile.

    11/06/2012 ASIA - UE
    Salgono le borse dell'Asia dopo gli aiuti alle banche spagnole
    La borsa di Hong Kong apre con un rialzo del 2,35. Salgono anche le azioni di compagnie che esportano in Europa. Positivi per il mercato i dati del commercio cinese: in maggio le esportazioni sono cresciute del 15,3; le importazioni del 12,7 in un anno. Sale il prezzo del petrolio e del rame, dovuti a un incremento delle importazioni cinesi.

    10/11/2011 ASIA - ITALIA
    La crisi in Italia fa cadere le borse e le monete dell’Asia
    Hong Kong perde il 4,5%; Tokyo il 2,86; Seoul il 3,79; Shanghail’1,05. In discesa il valore delle monete. Scendono le esportazioni nelle Filippine. In Cina nel mese di ottobre l’export è cresciuto del 15,9%, il valore più basso negli ultimi due anni. Le importazioni verso la Cina sono cresciute del 28,7.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin, il Vaticano e la “logica da banditi” dell’Associazione patriottica

    Gu Feng

    Un sacerdote della Cina centrale ripensa al “voltafaccia” del vescovo di Shanghai e lo paragona a Giovanni il Battista, confinato in prigione dopo le accuse a Erode. La “logica da banditi” dell’Associazione patriottica e del governo tende a eliminare la religione dal Paese. Il Vaticano rischia di contraddirsi venendo a compromessi con l’Associazione patriottica, che papa Benedetto XVI ha definito “incompatibile” con la dottrina cattolica nella Lettera ai cattolici cinesi che papa Francesco non ha smentito, anzi l’ha ribadita.


    CINA - VATICANO
    Il “voltafaccia” di mons. Ma Daqin, una croce per il bene di Shanghai

    p. Pietro dalla Cina

    Il vescovo ausiliare di Shanghai ha a cuore il benessere della sua diocesi e intende portare da solo il fardello delle sue dichiarazioni di quattro anni fa. Le precisazioni di p. Lombardi sul ruolo della Santa Sede fugano ogni dubbio: la Lettera di Benedetto XVI alla Chiesa cinese è ancora valida, quindi la posizione dell’Associazione patriottica non è accettata dal Vaticano. Il commento di un sacerdote cinese, traduzione a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®