29/04/2013, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

Sacerdote Pime: dalle “briciole” di Fang, una testimonianza di fede e missione

di p. Claudio Corti
Dalla festa per i 60 anni di sacerdozio di p. Zimbaldi ai battesimi celebrati a Pasqua, la piccola comunità nel nord della Thailandia conferma la sua vitalità. Lo spirito “missionario” dei bambini, che invitano i genitori a partecipare alla messa. La benedizione della chiesetta dedicata alla Madonna dell’Assunta, ne villaggio tribale Akha.

Bangkok (AsiaNews) - AsiaNews riceve e pubblica una testimonianza di missione proveniente dalla Thailandia, nazione dove la percentuale dei cattolici è davvero esigua (appena lo 0,1% su 66,7 milioni di abitanti) ma ricca di vitalità e di spirito di iniziativa. P. Claudio Corti, sacerdote del Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime), racconta la propria esperienza attraverso una serie di scritti intitolati "Briciole da Fang", che descrivono la vita quotidiana fra le popolazioni tribali (di etnia Lahu e Akha) del nord. Il missionario ripercorre gli ultimi mesi della comunità, dalla festa dell'Epifania condivisa col vescovo alle celebrazioni per il Nuovo Anno della tribù Lahu. Negli ultimi mesi si sono registrati molti battesimi, di nuovi nati e frutto di conversioni adulte, a testimonianza di una Chiesa in continua espansione. Vi è inoltre un pensiero particolare a p. Zimbaldi, fondatore della comunità e anima dell'opera di evangelizzazione nel nord della Thailandia, che ha tagliato il traguardo dei 60 anni di sacerdozio.

Nell'intera diocesi di Chiang Mai - la seconda dello Stato dopo quella di Bangkok - ci sono 80mila cattolici, di cui 60mila già battezzati. La parrocchia di Fang, dove ha sede la missione del Pime, annovera 5.200 cattolici, di cui 2mila battezzati e 3mila che stanno ancora seguendo il loro cammino di catechesi. Nel nord il Pime ha anche due ostelli, distanti circa 90 km l'uno dall'altro: uno a Fang, dove ci sono un centinaio di bambini dalle scuole elementari alla terza media; uno a Ban Thoet Thai (provincia di Chiang Rai), che accoglie altri 70 bambini della stessa età. 

Amici carissimi, il tempo vola e la Pasqua ci è già alle spalle da quasi un mese. Non volevo però farvi mancare notizie dalla missione di Fang visto che anche voi, con la preghiera e l'aiuto finanziario, fate parte della nostra famiglia. Ai primi di gennaio, il giorno dell'Epifania, festa di Fang, il vescovo di Chiang Mai mons. Francis Xavier Vira Arphonrat ha espresso il desiderio di passare una giornata insieme a noi e ai bambini della missione. Il giorno dell'Epifania è anche il giorno dell'Infanzia Missionaria: i bambini possono essere "missionari" attraverso la loro preghiera, le loro rinunce, i loro giochi e il loro comportamento. Avete mai visto un bambino che invita i suoi genitori ad andare a Messa e a pregare? Qui sì!

Nel mese di gennaio si celebra la festa dell'Anno Nuovo della tribù Lahu. Sono 15 giorni di festa, durante i quali i Lahu invitano parenti e amici e insieme ringraziano il Signore per il nuovo anno. È ormai tradizione celebrare questa festa anche nella missione di Fang visto che tanti cattolici fanno parte della tribù Lahu. Più di 300 persone sono venute alla missione per passare una giornata di preghiera e ringraziamento assieme a balli, canti e giochi. I bellissimi vestiti, dai colori sgargianti, hanno dato un tocco specialissimo alla festa.

Il mese di marzo ha visto la conclusione dell'anno scolastico, che riprenderà poi a metà maggio. I nostri ragazzi di terza media hanno concluso il loro tempo di educazione e formazione presso la missione e la maggioranza di loro continueranno - sempre sponsorizzati da noi/voi - i loro studi. Due di loro, tristemente, andranno a lavorare per aiutare le loro famiglie che sono molto povere.

I nostri ragazzi sono davvero molto bravi e non solo a scuola: per più di due mesi hanno preparato una rappresentazione della Via Crucis che hanno poi presentato in modo egregio il Venerdì Santo.

La Settimana Santa è sempre un momento significativo nella nostra vita di fede: nella cittadina di Fang, durante la veglia, sono stati battezzati cinque adulti e, il giorno di Pasqua, nove bambini hanno ricevuto la Prima Comunione. Nei prossimi mesi più di 100 persone riceveranno il Battesimo. Pregate per loro!

Domenica 7 Aprile, alla presenza di oltre 1,500 persone, il vescovo ha ufficialmente benedetto la Chiesa della Trinità nel centro di Ban Thoet Thai e ha conferito la cresima a 30 ragazzi e adulti. Il momento è stato di particolare festa ed emozione, per la ricorrenza dei 60 anni di sacerdozio di p. Giovanni Zimbaldi - il "fondatore" della missione - che negli ultimi 40 anni ha fatto in modo che la comunità cristiana crescesse in numero e in fede. Il giorno successivo, 8 Aprile, nel villaggio Akha di Kayeng, è stata benedetta la chiesetta dedicata alla Madonna Assunta, e 23 persone di quella comunità - bambini ed adulti - hanno ricevuto il battesimo.

Assieme con tutti voi ringraziamo il Signore per le meraviglie che Lui sta compiendo in questa parte del mondo. Questi fatti che vi ho raccontato sono solo le "briciole" del bene che il Signore opera in mezzo a noi. Anche se spesso ci sentiamo pessimisti, apriamo gli occhi per vedere il bene che c'è e questo ci dia coraggio e serenità. In ritardo ma di cuore: "Auguri di Buona Pasqua" a tutti voi.

* Sacerdote del Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime), originario di Maggianico (frazione del comune di Lecco, Italia), è da 20 anni in Thailandia.  

pime 2pime 3

pime 1pime 4pime 5pime 6pime 7pime 8

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
P. Bolgan: Pasqua tra i tribali nella missione di Fang
29/03/2018 16:27
P. Ribolini: Il cristianesimo, ‘una rivoluzione’ per le famiglie tribali
25/10/2018 16:47
Bangkok, ‘entusiasmo e partecipazione’ tra i cattolici per le feste di Pasqua
24/04/2019 16:46
Pasqua in Thailandia: Come le foglie, Cristo risorto dona nuova linfa alla missione
08/04/2015
85 anni di grazie e di gioia
10/03/2014