06 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 25/07/2012, 00.00

    INDIA

    Sacerdote dell’Assam: Come uno tsunami, la crisi umanitaria tra tribali e musulmani

    Nirmala Carvalho

    Il religioso si trova a Kokajhar, dove sono esplose le violenze. Salgono a 32 le vittime, 170mila i profughi. Ma i danni più ingenti sono quelli subiti dagli indigeni Bodo: il 70% della popolazione ha perso i terreni, ma il 90% di loro vive solo di agricoltura.

    Bongaigaon (AsiaNews) - "In Assam stiamo vivendo una crisi umanitaria della portata di uno tsunami": è la denuncia di un sacerdote tribale cattolico ad AsiaNews, che ha scelto la condizione di anonimato, in merito alle violenze esplose tra tribali Bodo e settlers musulmani nei distretti di Kokajhar e Chirang. Secondo le autorità, le vittime sono salite a 32, mentre ormai 170mila persone hanno abbandonato le loro case. Governo e polizia avrebbero allestito dei campi profughi per accogliere la gente in fuga e curare i feriti.

    Il sacerdote è di etnia Bodo, e si trova proprio nella città di Kokrajhar per fornire sostegno e aiuti a entrambe le comunità. "La realtà delle cose - spiega - è molto, molto peggio rispetto a quanto mostrano i media locali. Le televisioni dipingono scenari di distruzione, in cui le uniche vittime sono i musulmani. Ma non è nulla rispetto a quanto stanno vivendo i tribali".

    I tribali Bodo rappresentano la popolazione autoctona di queste aree dell'Assam. Oggi invece, spiega il sacerdote, "c'è uno squilibrio tra la popolazione indigena e quella islamica. Ora i tribali rappresentano una minoranza: i musulmani hanno occupato le loro terre, appropriandosene anche grazie alla connivenza delle autorità locali, relegando i Bodo in condizioni di povertà ed emarginazione".

    Così, aggiunge, "circa il 70% delle famiglie tribali non ha più alcun tipo di terreno, nonostante il 90% di questa popolazione viva di agricoltura. Ma piccoli appezzamenti non possono garantire la sussistenza a tutte queste persone. Il risultato è che metà di loro soffrono la fame".

    "La sofferenza della gente - racconta - è davvero intensa, i loro occhi sono disperati, senza futuro. Hanno perso tutto: case, terreni, fattorie, coltivazioni... tutto è stato saccheggiato e distrutto dai migranti musulmani. È così ovunque, anche in quelle zone dove gli islamici rappresentano una minoranza".

    In questa drammatica situazione, la Chiesa cattolica ha allestito altri campi profughi. "Qui - sottolinea il sacerdote - accogliamo tutti, tribali e musulmani. Speriamo di raggiungere quante più persone possibile, e di riuscire a costruire ponti di pace e di comprensione". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/07/2012 INDIA
    La miseria dei tribali Bodo, vittime delle violenze in Assam
    A Kokrajhar, epicentro delle rivolte tra indigeni e settlers musulmani, un sacerdote salesiano racconta le condizioni di 15mila tribali accolti nei campi profughi della diocesi. Case bruciate, terreni devastati e bestiame ucciso. Si affaccia il rischio di diffusione di malattie, soprattutto tra anziani, bambini e donne incinte.

    21/11/2012 INDIA
    Caritas India: formiamo leader tribali e musulmani, per portare la pace in Assam
    Il progetto ha l’obiettivo di ristabilire armonia tra le due comunità, protagoniste delle violenze etniche nel luglio scorso. I disordini hanno causato 88 morti e 400mila profughi. Oltre alla formazione, la Caritas ha distribuito 60 quintali di riso e zanzariere a 2mila famiglie, accolte nei 10 campi allestiti dalla diocesi di Bongaigaon.

    24/10/2012 INDIA
    Vescovo indiano: Aiutate i 400mila profughi dell’Assam
    Mons. Thomas Pulloppilil, della diocesi di Bongaigaon, lancia un appello a vescovi, leader religiosi e uomini di buona volontà del Paese. Le violenze di luglio tra tribali Bodo e settlers musulmani hanno provocato 90 morti e centinaia di migliaia di sfollati. Ong e gruppi cattolici continuano a portare generi di prima necessità. Allestita una scuola materna per i più piccoli.

    24/07/2012 INDIA
    Vescovo dell’Assam: Violenze insensate fra tribali e musulmani. Siamo agenti di pace
    Mons. Thomas Pulloppillil, della diocesi di Bongaigaon , commenta le violenze esplose tra i tribali Bodo e i settlers musulmani nel distretto di Korajhar. Il bilancio è di almeno 17 morti, ma almeno 30mila persone sono fuggite dai villaggi per paura.

    12/02/2009 INDIA
    L’arcivescovo di Guwahati mediatore tra musulmani e tribali indù
    Le due comunità dell’Assam si erano scontrate a ottobre: 35 villaggi coinvolti, 50 morti e 60mila sfollati. Colpite anche alcune comunità cristiane della zona, estranee alle ragioni del conflitto. Mons. Menamparampil: “È un buon punto di partenza, anche se resta ancora molto da fare”.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®