19 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/11/2017, 08.32

    COREA

    Sebbene 'sponsor di terrorismo', la Corea del Nord parteciperà alle Olimpiadi invernali di PyeongChang



    La decisione è del Comitato olimpico internazionale. La Carta olimpica tutela di diritti e le libertà senza discriminazioni. Il 13 novembre, “Tregua olimpica” adottata dall’Assemblea Onu e promossa dalla Corea del Sud.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) – La Corea del Nord parteciperà alle Olimpiadi invernali di PyeongChang, l’anno prossimo, a discapito del recente re-inserimento del regime nella lista degli “Stati sponsor del terrorismo”. A riferire la decisione del Comitato olimpico internazionale (Ioc) è stata oggi un’emittente televisiva statunitense.

    L’Ioc ha sostenuto la sua decisione affermando che la Carta olimpica assicura il godimento dei diritti e delle libertà senza alcune discriminazione. A ciò si aggiunge la “Tregua olimpica” decisa con una risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, adottata a New York il 13 novembre. La decisione era stata promossa dalla Corea del Sud, nazione ospite dell’evento sportivo e prima promotrice del dialogo con Pyongyang.

    I 23mi Giochi invernali si terranno nella città di PyeongChang fra il 9 e il 25 febbraio. A seguire, si terranno i Giochi paraolimpici il 9-18 marzo.

    Il ritorno della Corea del Nord fra i Paesi che sponsorizzano il terrorismo è stato deciso dal presidente americano Donald Trump il 20 novembre, una mossa per esercitare nuove pressioni perché il Paese comunista interrompa il programma di sviluppo nucleare e missilistico.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/01/2018 08:54:00 COREA
    Kim Jong-un apre ai giochi invernali in Corea del Sud. Seoul : Sediamoci e parliamone

    La proposta del ministro dell’Unificazione in conferenza stampa. Moon: sciogliere i rapporti congelati. Sarebbe il primo summit dal dicembre del 2015. 



    05/01/2018 08:54:00 COREA
    Pyongyang accetta la mano tesa di Seoul: colloqui il 9 gennaio

    Le due Coree si incontreranno nella zona demilitarizzata. A favorire l’incontro, il rinvio delle esercitazioni militari Usa-Corea del Sud. Seoul cerca di ristabilire i rapporti inter-coreani senza allontanarsi dall'alleato statunitense.



    15/01/2018 11:56:00 COREA
    Olimpiadi, nuovo incontro fra le due Coree. Cresce il consenso fra i sudcoreani

    Si prepara la partecipazione di Pyongyang alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. Il 20 ci sarà la riunione con il Comitato olimpico internazionale. Molti gli aspetti logistici da analizzare. Dal 9 gennaio, il 64% dei commenti online nei siti sudcoreani sono positivi.



    10/01/2018 12:07:00 COREA
    Moon: Dialogo e sanzioni per la pace nella penisola coreana

    Per il presidente sudcoreano, occorrono entrambi gli elementi per bloccare il programma nucleare del Nord. Pyongyang: I missili sono per gli Usa non per i “fratelli” del Sud, o per la Russia, o la Cina. Scetticismo degli Usa; ottimismo dell’Unione europea.



    28/06/2017 08:48:00 COREA
    Moon, il disgelo con il Nord per le Olimpiadi invernali: un'unica squadra delle due Coree

    La Corea del Nord dovrebbe prima qualificarsi per PyeongChang 2018. Il Nord non ha partecipato alle Olimpiadi invernali di Sochi in Russia nel 2014. In passato le due Coree hanno già marciato sotto la bandiera unificata a varie cerimonie di apertura delle Olimpiadi e dei Giochi asiatici e partecipato ai Mondiali di calcio under 20 nel 1991





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®