22 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 17/05/2017, 12.11

    INDIA

    Suora dell’Orissa: Cristo mi spinge a salvare donne dal traffico di esseri umani

    Santosh Digal

    Suor Manjula Bars appartiene alla congregazione delle Serve di Maria. Il distretto di Sundargargh è luogo consueto di scambio di esseri umani. Le tribali sedotte con la promessa di lavoro; in realtà vendute come spose o per il mercato del sesso. “La sfida più grande è creare una rete di collaborazione con governo, Chiesa e società”.

    Rourkela (AsiaNews) – “L’amore di Cristo mi spinge a salvare le donne tribali dal traffico di esseri umani”. Lo dice ad AsiaNews suor Manjula Bars, delle Serve di Maria, che lavora per migliorare la condizione delle donne in Orissa, nell’India orientale. La suora spiega che nello Stato indiano “sta diventando una vera minaccia” il fenomeno del traffico di donne, sedotte con la promessa di buoni lavori ma in realtà vendute per pochi soldi. Per questo la diocesi di Rourkela, all’interno della quale opera, “da almeno due anni ha deciso di affrontare come priorità il problema delle donne tribali, salvandole e restituendo loro la libertà”.

    Suor Bars spiega che le donne tribali (indigene o aborigene) sono spesso “raggirate dai cartelli di trafficanti di esseri umani che le portano nelle città di tutta l’India con la promessa di lavori semplici o facile impiego. Invece alcune di queste ragazze e donne tribali sono vendute come spose ai poveri contadini, altre finiscono per alimentare il mercato del sesso”.

    Il distretto di Sundargargh, che comprende la diocesi di Rourkela, “da alcuni decenni è diventato luogo abituale per il mercato di esseri umani. Centinaia di donne vengono vendute nelle città e questo crea grandi pericoli per le vittime, le loro famiglie e l’intera società”.

    La situazione ha spinto la diocesi a cercare modalità per aiutare le donne. Insieme al suo gruppo e a funzionari di polizia, la missionaria salva le ragazze prima che esse siano trasferite in altre città. In seguito fornisce sostegno psicologico e formazione vocazionale, tramite cui riesce a conoscere da vicino la vita di ognuna, dando loro una forte motivazione a vivere un’esistenza dignitosa nella società. “La nostra più grande sfida e compito – continua – è creare una rete con gli altri uffici governativi, i gruppi della società civile, gli organi della Chiesa, i cattolici e tutte le persone di buona volontà”. L’obiettivo di tale collaborazione “è creare maggiore consapevolezza sul traffico di esseri umani e proporre iniziative per eliminarlo del tutto”. Secondo la suora, “è la nostra vocazione religiosa apostolica che ci incoraggia a collaborare per costruire un mondo di giustizia e amore, come risposta ai bisogni della Chiesa e della società. Le nostre priorità sono i poveri, gli oppressi e gli emarginati”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/05/2017 12:53:00 INDIA
    Orissa, suor Annmary aiuta le donne "intoccabili" a trovare lavoro

    La religiosa appartiene alla congregazione dell'Unione delle Suore della Presentazione della Beata Vergine Maria. Nel 2014 è stata la prima cattolica ad arrivare nel distretto di Boudh. L’insegnamento ai bambini; le lezioni di cucito alle donne. Per la prima volta 30 ragazze varcano la soglia di un ufficio statale.



    09/12/2016 10:52:00 INDIA
    Suor Meena Barwa: Nel giorno dell’Immacolata, le Serve di Maria rinnovano i voti

    In Madhya Pradesh operano sette suore. Ieri in Orissa la professione di 19 nuove consorelle. In India e Germania le suore sono circa 500. Con particolare predilezione per poveri, donne e bambini, operano nel campo del sociale, dell’educazione e della sanità.



    06/04/2007 INDIA
    Bambini venduti come schiavi, costano meno degli animali
    La grande povertà, la mancanza di educazione sono alcune delle cause che generano il triste fenomeno del traffico dei minori in India. Finiscono a lavorare come braccianti o camerieri o nel mercato del sesso.

    20/04/2010 INDIA
    L’assassino pentito di suor Rani: “I cristiani, speranza per l’India”
    Samandar Singh si è pentito dopo aver ucciso la religiosa nel 1995. Oggi è un uomo diverso, che aiuta i tribali e considera la famiglia di suor Rani “la sua famiglia”. Ma conferma il clima di odio anti-cristiano che attraversa l’India e invita i suoi connazionali a vedere la verità sulla presenza dei missionari nel Paese.

    09/01/2017 13:08:00 INDIA
    Suora di Kandhamal: Cristo crocifisso mi ha spinto a servirlo

    Suor Prabhati Sual Singh ha preso i voti insieme ad altre sei consorelle. Le religiose sono entrate nella congregazione delle suore di san Giuseppe di Annecy. La neo consacrata proviene dal distretto di Kandhamal, colpito nel 2008 dalle persecuzioni dei radicali indù.





    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®