17 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 08/10/2014, 00.00

    CINA

    Terremoto nello Yunnan: 7mila case crollate, cinque morti, ma si teme il loro numero crescerà



    Per ora le cifre ufficiali dicono che vi è stato solo un morto. Evacuate oltre 55mila persone. Danni alle infrastrutture: 36 ponti distrutti; crepe in una diga. Soldati, personale medico e polizia sono giunti nella zona del sisma.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) - Una scossa di magnitudo 6.6 ha colpito la notte scorsa la città di Jinggu e le contee vicine nello Yunnan. Le cifre ufficiali parlano di un morto e 324 feriti, dei quali otto molto gravi. Ma testimonianze dirette dicono che vi sono almeno cinque morti e il loro numero è destinato a crescere via viva che si ispezionano le zone colpite.

    Nella cittadina di Yongping sono crollate alcune case, ma la maggior parte di esse sono in piedi. Molte persone, temendo la caduta delle case per le scosse di assestamento, hanno dormito fuori sotto le tende o nei parchi.

    Secondo Xinhua, la scorsa notte sono state danneggiate 13mila case; 7mila sono crollate, causando problemi ai circa 93mila abitanti della contea, a 400km a sud est di Kunming, la capitale della provincia. Finora sono state evacuate 56880 persone.

    Vi sono danni gravi alle infrastrutture: 36 ponti sono crollati e la diga di Changhai, vicino a Yongping, presenta una crepa larga 5-8 cm.

    Nella notte l'esercito ha inviato più di 1000 soldati e personale sanitario; nella zona affetta dal sisma sono arrivati anche 1000 poliziotti della provincia.

    Fino alle 8 di stamane vi erano state oltre 200 scosse di assestamento, alcune delle quali di magnitudo 4 e 4.9.

    La regione dello Yunnan è una zona sismica. Lo scorso agosto vi sono stati altri due terremoti che hanno causato la morte di 600 persone.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/09/2008 CINA
    Nuova scossa di terremoto nel Sichuan e Yunnan. Decine di morti, centinaia di migliaia gli sfollati
    È la stessa zona sismica del terremoto del maggio scorso. Centinaia di scuole sono state distrutte. Cominciano ad arrivare aiuti, ma in misura insufficiente ai bisogni.

    08/09/2012 CINA
    Oltre 80 il numero delle vittime dei terremoti nello Yunnan e nel Guizhou
    Il premier Wen Jiabao ha visitato l’area e portato conforto ai familiari delle vittime. Fonti ufficiali parlano di 730 feriti, 6.650 abitazioni distrutte e circa 430mila danneggiate. Inviate 650 tende da campo e 3mila coperte. Gli abitanti affollano le strade, nel timore di nuovi crolli. Ancora isolate alcune aree montagnose.

    07/09/2012 CINA
    Serie di terremoti nel sud-ovest: sette morti, decine di feriti e 20mila case distrutte
    Le scosse hanno interessato la zona di confine fra le province dello Yunnan e del Guizhou. Il sisma principale alle 11 del mattino con un’intensità di magnitudo 5,7. Il bilancio è ancora provvisorio, nelle zone sono giunti i primi soccorsi. Il terremoto avvertito anche nel Sichuan, teatro di un devastante sisma nel maggio 2008.

    29/07/2009 CINA
    E’ grave Huang Qi, in carcere perché ha cercato la verità sulle scuole crollate nel Sichuan
    Il suo avvocato denuncia che gli crescono fibromi nell’addome e non riceve cure mediche. Huang ha raccolto notizie e parlato con giornalisti esteri sulle scuole crollate nel terremoto del Sichuan nel maggio 2008, che hanno ucciso migliaia di studenti.

    09/08/2017 08:54:00 CINA
    Altra scossa di terremoto nel Sichuan. Per ora si contano 13 morti e 175 feriti

    La scossa più forte è avvenuta ieri sera. L’area è una zona turistica molto nota. Vi erano 38mila turisti. Squadre di emergenza sono sul luogo, insieme a quattro elicotteri e cani da salvataggio. Il ricordo del terremoto del 2008, con 87mila morti.





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®