19/04/2006, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

Thailandia: l'Onu premia re Bhumibol per le iniziative a favore del popolo

di Weena Kowitwanij

Nei suoi 60 anni di regno il re ha promosso una serie di iniziative a favore della popolazione, non solo dal punto di vista economico ma anche culturale e sociale.

Bangkok (AsiaNews) - Il ministro degli esteri thailandese ha riferito ieri al parlamento la notizia che l'Onu vuole consegnare un premio a re Bhumibol Adulayadej. "L'ambasciatore permanente alle Nazioni Unite mi ha comunicato che Kofi Annan, segretario generale Onu, chiede di incontrare per una udienza re Bhumibol Adulayadej, in un qualsiasi giorno fra il 25 e il 27 maggio 2006. Le Nazioni Unite hanno infatti assegnato al nostro re un premio del Programma per lo sviluppo per la sua dedizione allo sviluppo e alla crescita dei thailandesi nei suoi 60 anni di regno".

Durante il suo regno, re Bhumibol ha infatti sostenuto il popolo thailandese con una serie di proposte e riforme. Dato che i thailandesi, in maggioranza, circa l'80%, vivono di agricoltura, lontani gli uni dagli altri, il re ha fatto organizzare una unità sanitaria mobile.

Riguardo a educazione ed istruzione, il re ha fatto sviluppare un progetto di educazione via satellite grazie al quale gli studenti delle aree più remote del Paese possono seguire le stesse lezioni degli studenti della scuola di Kaikangwon, situata ei pressi del palazzo reale nella provincia di Hua Hin.

Il re ha fatto anche sviluppare strutture per la conservazione dell'acqua, ha promosso la costruzione di impianti di irrigazione e ciò dà la possibilità agli agricoltori di poter coltivare il riso anche durante la stagione estiva che di solito è molto secca. Inoltre il suggerimento di vivere con una economia autosufficiente (spendere per quello che è necessario, e consumare quello che si coltiva) è molto popolare nel Paese.

Il re suggerisce inoltre alla sua gente di leggere almeno un libro riguardo il Dharma (virtù religiosa) ogni anno, promuove disciplina, perdono, economia e preghiera per saggezza e coraggio.

"I thailandesi dovrebbero riconoscere dedizione filiale e obbedienza al loro re, un uomo retto e saggio", dichiara il cardinale Michai Kitbunchu, presidente della Conferenza episcopale thailandese. "Perdonare è una grande vittoria, e se le persone hanno amore nel loro cuore ci sarà pace per tutti i thailandesi".

Re Bhumibol Adulyadej, noto anche come Rama IX, è nato il 5 dicembre 1927 a Cambridge, Massachusset, Usa. È il nono della dinastia Chakkri, che regna sulla thailandia dal 1782. E' nipote di re Chulalongkorn (1868-1910), ed è nato mentre suo padre, il principe Mahidol di Songkhla, studiava all'università di Harvard. Si è sposato con la principessa Sirikit Kitiyakara nell'aprile 1950 ed è stato incoronato  ufficialmente il 5 maggio 1950.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Con un richiamo a genitori e figli, celebrata a Bangkok la Giornata della gioventù
21/09/2010
Politici e rappresentanti religiosi thailandesi uniti per la pace
31/03/2006
Il Myanmar all’Assemblea dell’Onu: ‘Nessuna pulizia etnica o genocidio in Rakhine’
26/09/2017 08:56
Onu diviso: Kofi Annan si dimette, cresce la guerra in Siria
03/08/2012
Osservatori Onu sulla scena del massacro di Qubair. Nessuna certezza sugli autori
09/06/2012