16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 21/06/2006, 00.00

    TIMOR EST

    Timor Est: il presidente chiede le dimissioni del premier



    In una lettera ufficiale, Xanana Gusmao invita Alkatiri a dimettersi. Ex ministro degli Interni agli arresti domiciliari: avrebbe fornito armi alle milizie civili per eliminare gli avversari politici del primo ministro.

    Dili (AsiaNews/Agenzie) – Il presidente di Timor Est, Xanana Gusmao, ha chiesto ufficialmente le dimissioni del contestato premier Mari Alkatiri, ritenuto responsabile dei gravi disordini degli ultimi due mesi nella capitale. Intanto da oggi l'ex ministro degli Interni è agli arresti domiciliari dopo un mandato di cattura emesso ieri dal pubblico ministero generale. L'accusa è di aver distribuito armi alle milizie civili, quando Dili e i suoi dintorni sono precipitati nel caos, il mese scorso, per gli scontri a fuoco fra soldati ribelli e lealisti, seguiti da battaglie fra bande etniche rivali. Lo scopo era eliminare fisicamente gli avversari politici di Alkatiri.

    Gusmao ha espresso le sue richieste in una lettera indirizzata allo stesso primo ministro. La questione è al momento al vaglio di una seduta speciale del Consiglio di Stato. La missiva sarebbe stata consegnata personalmente ieri notte all'ufficio del premier, che finora non ha ceduto alle forti pressioni di società civile, militari e mondo politico, che chiedono il suo allontanamento dal governo.

    Alla lettera il presidente ha allegato la registrazione del programma Four Corners di questa settimana dell'emittente Australian Broadcasting Corporation, nel quale si accusa Alkatiri di essere quanto meno a conoscenza delle operazioni dell'allora ministro degli Interni, Rogerio Lobato. Lobato, che si era già dimesso a fine maggio, avrebbe fornito armi ad un uomo dal nome in codice Railos, il quale è convinto che l'ex ministro agiva dietro ordine del premier. Questi, dal canto suo, nega ogni coinvolgimento.

    Il pm Longuinhos Montero, con la collaborazione di una squadra di esperti legali dell'Onu, indaga su diversi incidenti violenti avvenuti a maggio e collegati al governo Alkatiri. La crisi è scoppiata dopo la decisione del premier di radiare dall'esercito 600 soldati - il 40% delle forze armate - che scioperavano lamentando discriminazioni su base etnica. Da fine aprile ad oggi gli scontri hanno provocato oltre 20 morti e più di 100 mila sfollati.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/06/2006 TIMOR EST
    Timor Est: presidente minaccia dimissioni, il Paese trema

    In un discorso alla nazione Xanana Gusmao, "vergognato" per i fatti accaduti nel Paese, attacca il contestato premier: "Ora si assuma la responsabilità della crisi che stiamo attraversando". E tra la popolazione si teme il peggio.



    26/06/2006 TIMOR EST
    Timor Est: si dimette il primo ministro Alkatiri

    La decisione, annunciata in conferenza stampa, è ritenuta cruciale per uscire dalla grave crisi politica, in cui il Paese versa da due mesi. "Lacrime di gioia" tra la popolazione, che ricomincia a sperare.



    17/10/2006 TIMOR EST - ONU
    Timor Est, Commissione Onu chiede indagini sull'ex premier Alkatiri

    Resi noti oggi i risultati dell'inchiesta indipendente sui disordini di aprile-maggio: Alkatiri sapeva del passaggio di armi dai militari ai civili e non è intervenuto. Consigliate azioni legali contro ex membri dell'esercito e della politica. Alta la sicurezza a Dili per paura di proteste.



    11/01/2018 11:47:00 TIMOR EST
    Dili, una nuova crisi politica e costituzionale minaccia la stabilità del Paese

    Al parlamento si è creata una un’opposizione di maggioranza ed un governo di minoranza, La nazione più cattolica del sud-est asiatico rischia di non avere un governo funzionante per almeno cinque mesi. Timori per l’economia e la ratifica di importanti trattati con l’Australia.



    12/06/2006 TIMOR EST - ONU
    Onu: appello per Timor Est, servono subito 18 milioni di dollari

    Non migliora la situazione a Dili, in preda ai disordini; timore per epidemie nei sovraffollati centri d'accoglienza per i rifugiati. I militari ribelli chiedono la sospensione della Costituzione e pieni poteri al presidente Gusmao.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®