11 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 16/03/2015, 00.00

    CINA

    Xu Caihou, ex generale accusato di corruzione, è morto di cancro. Dubbi sulla data della morte

    Wang Zhicheng

    La notizia data ieri a mezzanotte, alla fine dell'Assemblea nazionale del popolo. Xu era accusato di aver intascato decine di milioni di yuan in bustarelle. Era malato in modo grave da un anno. E' una delle vittime eccellenti della campagna anti-corruzione di Xi Jinping. Xu Caihou era un forte alleato dell'ex presidente Jiang Zemin.

    Pechino (AsiaNews) - Proprio in chiusura dell'Assemblea nazionale del popolo, conclusasi ieri, ieri a mezzanotte è stata diffusa la notizia che l'ex generale Xu Caihou è morto di cancro. Xu, 71 anni, è stato vicepresidente della Commissione militare centrale, secondo solo a Xi Jinping, e membro del Politburo. Ma nell'ottobre scorso è stato accusato di aver ricevuto enormi bustarelle in cambio di promozioni. Era stato perciò degradato, anche se le accuse precise non erano state pubblicate.

    Xu Caihou, salito al potere ai tempi di Jiang Zemin e suo stretto alleato, è una delle vittime eccellenti della campagna anti-corruzione lanciata da Xi Jinping dal 2012. Finora sono stati colpiti almeno 30 alti ufficiali dell'esercito, accusati di "orribile" corruzione.

    Alcune personalità dell'esercito dubitano che Xu Caihou sia morto ieri. Con ogni probabilità egli è morto diversi giorni fa, forse all'inizio di marzo, ma la notizia sarebbe stata tenuta segreta per non nascondere quella dell'Assemblea nazionale del popolo, iniziata il 5 marzo scorso. Xu era malato terminale di cancro da almeno un anno. Già il 7 marzo, su internet girava la notizia che una grossa personalità era morta di cancro.

    Un altro dei motivi sul silenzio della morte di Xu potrebbe essere quella di non creare scosse nell'Assemblea, mentre nel Partito si combatte una guerra fra i gruppi legati a Jiang Zemin e quelli legati a Xi Jinping.

    Secondo osservatori, ora che Xu è morto, il nuovo obiettivo della campagna anti-corruzione sarà il gen. Guo Boxiong, anch'egli alleato di Jiang Zemin.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/09/2017 13:16:00 CINA
    Fissata la data del 19mo Congresso del Partito comunista cinese: il 18 ottobre

    Ci si attende la riconferma di Xi Jinping come segretario generale e l’inserimento del suo pensiero nella costituzione del Partito alla stregua di Mao e Deng. La campagna anticorruzione ha eliminato molti nemici personali di Xi. Pubblicità ai suoi risultati con una serie tivu e un libro.



    02/01/2016 CINA
    Xi Jinping riforma l’esercito per controllarlo di più. Il Politburo deve essere “in accordo con il centro del Partito”
    Le sette zone militari rimpiazzate da cinque regioni strategiche. I 300mila soldati dimessi dall’esercito dovrebbero trovare lavoro nelle industrie di Stato, ma la crisi economica rende difficile l’assorbimento. Nell’esercito c’è molta resistenza alle riforme di Xi Jinping. Il Politburo deve obbedire a Xi Jinping.

    09/02/2015 CINA
    Cina, giustiziato per corruzione uno degli uomini più ricchi del Paese, legato a Zhou Yongkang
    Liu Han, 46 anni, era nella lista dei 500 imprenditori più facoltosi della Cina. Durante l'inchiesta che ha portato alla sua condanna a morte sono emersi i collegamenti con Zhou Yongkang, ex "zar della sicurezza nazionale" in attesa di giudizio. Con Liu sono stati giustiziati anche il fratello e tre "collaboratori". Continua la campagna "contro le tigri e le mosche" lanciata da Xi Jinping.

    30/07/2014 CINA
    Aperta l'inchiesta ufficiale contro Zhou Yongkang, ex capo della sicurezza
    L'inchiesta è nelle mani della Commissione disciplinare del Partito. Per la prima volta dai tempi di Mao un membro del Politburo sotto accusa. Indagati molti aiuti, segretari e familiari di Zhou. Quando era ministro della sicurezza, ha rafforzato la polizia e i metodi sbrigativi per arrestare dissidenti, personalitò religiose, contadini, operai. Se la lotta alla corruzione di Xi Jinping è per instaurare lo "stato di diritto", si dovrebbe liberare chi denuncia la corruzione da molto più tempo e garantire giustizia a coloro che sono stati vittime della violenza e corruzione di Zhou.

    21/02/2014 CINA
    Corruzione nel Pcc, cacciata dal governo l'imprenditrice "più affascinante della Cina"
    Liu Yingxia è caduta in disgrazia per i suoi stretti legami con Jiang Jiemin, un tempo presidente della China National Petroleum Corp e vicino all'ex "zar della sicurezza" Zhou Yongkang. In meno di un anno, Xi Jinping ha fatto arrestare 21 dirigenti di altissimo livello per corruzione. Secondo diversi esperti, il vero obiettivo di questa campagna di purghe è proprio Zhou: mancano solo le prove finali.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®