15/01/2007, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Iniziato il processo contro scrittore “sovversivo”

La Corte intermedia del popolo di Ningbo ha accusato Li Hong, che prese parte al movimento di Tiananmen, di sovversione per aver scritto e pubblicato articoli a favore di Gao Zhisheng, avvocato ed attivista per i diritti umani.
Pechino (AsiaNews/Agenzie) – E’ iniziato ieri a Ningbo il processo contro Li Hong, scrittore cinese accusato di “sovversione” per aver scritto e pubblicato su Internet alcuni articoli a favore dell’avvocato ed attivista per i diritti umani Gao Zhisheng. Lo conferma una fonte anonima della Corte intermedia del popolo locale.
 
La fonte spiega che il processo contro Li, che si svolge a porte chiuse, non si è ancora concluso. Lo scrittore è stato arrestato un anno fa a sud di Shanghai, ma ha già scontato 2 anni in un lager per la sua partecipazione al movimento anti-corruzione e pro-democrazia conclusosi con il massacro di Tiananmen.
 
Il governo comunista ha arrestato nell’ultimo decennio diverse decine di giornalisti, attivisti per i diritti umani e bloggers. Le accuse sono sempre vaghe: “sovversione” o “crimini contro lo Stato”. Secondo il codice penale cinese, per i sospettati di questi crimini è legale la detenzione preventiva senza processo, che spesso si protrae per anni.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ningbo: 51 arresti per le proteste della popolazione contro l'inquinamento
30/10/2012
Corte di Pechino condanna a 3 anni di galera Gao Zhisheng
22/12/2006
Condannato per sovversione Gao Zhisheng, attivista per i diritti umani
13/12/2006
La Cina verso le Olimpiadi: arrestato un altro attivista per i diritti umani
07/09/2006
Oltre 200 arresti per soffocare la "rivoluzione dei gelsomini" in Cina
02/04/2011


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”