14/11/2022, 08.51
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Mahsa Amini: Teheran emette la prima condanna a morte per le sommosse

Le notizie di oggi: i talebani vietano alle donne palestre e bagni pubblici; Mar Gewargis III Younan è il nuovo patriarca dell’Antica Chiesa d’Oriente; in Cina il Covid-19 corre più veloce di tamponi e lockdown, record di contagi; la giunta golpista in Myanmar ha condannato 20 attivisti e oppositori a pene fino a 225 anni; le famiglie di generali russi fanno affari in Siria.

IRAN
Teheran ha emesso la prima condanna a morte per “partecipazione” alle “sommosse” divampate in seguito all’uccisione della 22enne Mahsa Amini per mano della polizia della morale. L’accusato avrebbe “appiccato il fuoco a un edificio, disturbato l’ordine pubblico e cospirato”. Altri cinque hanno ricevuto condanne fra 5 e 10 anni di carcere. Gli imputati possono ricorrere in appello.

AFGHANISTAN
Dopo i parchi divertimento, i talebani hanno vietato alle donne palestre e bagni pubblici, segnando un ulteriore passo nella segregazione dei sessi. Dall’agosto 2021 molte hanno perso il lavoro o sono pagate per stare a casa, oltre a non poter viaggiare senza un uomo. Un portavoce governativo giustifica il bando col fatto che gli “allenatori sono maschi” e alcune palestre sono “miste”. 

CINA
Nonostante la politica zero-Covid a base di tamponi di massa e lockdown rigidi, che hanno inferto un duro colpo all’economia, il virus corre con un record giornaliero di contagi registrato a Pechino e in altre città fra cui gli hub industriali di Guangzhou e Zhengzhou. In queste ore sarebbe giunta anche la decisione di sospendere per motivi di sanità pubblica la Fiera dell’arte e design a Shanghai. 

MYANMAR
Dall’ascesa al potere nel febbraio 2021 la giunta golpista ha condannato 20 democratici, attivisti e oppositori a pene fino a 225 anni di carcere, e mai inferiori a 20 anni. I capi di imputazione variano dal terrorismo all’incitamento alla rivolta. La 77enne leader e Nobel Aung San Suu Kyi deve scontare finora 26 anni; al 30enne Kyaw Thet la pena più severe, 225 anni; Hnin Maung 95 anni.

MEDIO ORIENTE
Il sinodo dell’Antica Chiesa d’Oriente, convocato a Chicago il 12 novembre, ha eletto Mar Gewargis Younan, vescovo degli Stati Uniti orientali e dell’Europa, 110° catholicos-patriarca, col nome di Mar Gewargis III Younan. Egli succede a Mar Yaqo Daniel, eletto a maggio ma che ha rinunciato ad agosto dopo soli tre mesi. Fra le sfide la riunificazione con la Chiesa Assira dell’Est. 

RUSSIA - SIRIA
I collaboratori di Aleksej Naval’nyj hanno diffuso informazioni sugli affari della moglie del generale Surovikin, comandante delle forze russe in Ucraina. La donna riceverebbe milioni di percentuali dalle compagnie dell’oligarca Gennadij Timčenko che si occupano dell’estrazione di fosfati in Siria, un business aperto proprio grazie alla protezione del generale durante la guerra.

ARMENIA - AZERBAIGIAN
In Nagorno Karabakh gli armeni locali sono pronti a liquidare l’esercito di auto-difesa, se i pacificatori russi si allontaneranno dalle linee di separazione. Lo ha comunicato il capo dell’Assemblea nazionale Artur Arutjunyan, concordando con la proposta del primo ministro di Erevan, Nikol Pašinyan, di creare una zona de-militarizzata con garanzie internazionali.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India, forti tagli alle misure per i poveri nelle aree rurali
02/02/2023 08:48
Afghanistan, 170 fabbriche chiuse per carenza di elettricità
31/01/2023 08:46
Teheran: uomo armato attacca l’ambasciata azera, un morto e due feriti
27/01/2023 08:55
Onu, boom nella coltivazione di oppio in Myanmar: +33% nel 2022
26/01/2023 08:15
Gerusalemme e luoghi santi nei colloqui fra re Abdullah e Netanyahu
25/01/2023 08:56


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”