29/12/2021, 12.21
GIAPPONE
Invia ad un amico

Nagasaki, mons. Michiaki Nakamura il nuovo arcivescovo

Alla guida della Chiesa che rappresenta la culla del cattolicesimo giapponese un presule di 59 anni cresciuto nell'arcidiocesi di cui era già vescovo ausiliare. Succede a mons. Takami, presidente della Conferenza episcopale giapponese, voce delle ferite lasciate in eredità dall'orrore della bomba atomica.

Nagasaki (AsiaNews) - L’arcidiocesi di Nagasaki, che con i suoi martiri è la culla del cattolicesimo giapponese, ha un nuovo arcivescovo: si tratta di mons. Peter Michiaki Nakamura, 59 anni, attuale vescovo ausiliare della medesima arcidiocesi. Lo ha nominato martedì 28 dicembre papa Francesco.

Mons. Nakamura raccoglie il testimone dall’arcivescovo Joseph Mitsuaki Takami, 75 anni, alla guida dell’arcidiocesi di Nagasaki dal 2002. Dal 2016 mons. Takami ricopriva anche l’incarico di presidente della Conferenza episcopale del Giappone. Nato sette mesi dopo il bombardamento atomico, nel quale perse una nonna, due zie e uno zio, mons. Takami è stato nel suo ministero una voce che ha costantemente portato nel mondo il richiamo alla pace che la tragedia di Nagasaki ha lasciato in eredità alla sua Chiesa. “La bomba atomica - disse in un discorso davanti alle Nazioni Unite nel 2010 - è la totale negazione della dignità umana”.

In questo stesso contesto è cresciuto anche il nuovo arcivescovo Nakamura, nato il 21 marzo 1962 a Saikai, sempre nella prefettura di Nagasaki. È stato ordinato sacerdote nel 1988 nel clero diocesano e ha poi perfezionato i suoi studi in teologia morale a Roma presso l’Accademia Alfonsiana. Rientrato in Giappone ha svolto il suo ministero insegnando nel seminario minore di Nagasaki e in quelli maggiori di Fukuoka e Tokyo e al servizio pastorale delle parrocchie di Togitsu e Uematsu. Era stato nominato vescovo ausiliare di Nagasaki da papa Francesco nel maggio 2019, pochi mesi prima del suo viaggio apostolico in Giappone.

La nomina di mons. Nakamura è stata annunciata alla diocesi dall’arcivescovo uscente, mons. Takami, con un messaggio in cui annuncia che il nuovo pastore si insedierà ufficialmente il 23 febbraio 2022. “Preghiamo - ha scritto mons. Takami - per la guida dello Spirito Santo e la benedizione del Signore sulla salute e sul lavoro dell’arcivescovo Michiaki Nakamura, e per la crescita e lo sviluppo della comunità della Chiesa a Nagasaki, con l’intercessione di Maria. Vi sarei molto grato se voleste pregare anche per me”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hiroshima, i 75 anni dal bombardamento nucleare
06/08/2020 09:02
Nagasaki, il governo lancia un sito internet per "riscoprire" i cristiani giapponesi
10/06/2014
Vescovo di Nagasaki: Papa Francesco voleva essere missionario in Giappone
03/04/2013
Nagasaki, 61 anni fa la bomba atomica
09/08/2006
Afghanistan, sei arresti per l’assassinio del dott. Nakamura
10/12/2019 11:23


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”