17/01/2022, 08.49
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Nell’esercito talebano afghano un battaglione di attentatori suicidi

Le notizie di oggi: Pechino taglia tassi di interesse, cala la vendita al dettaglio; oggi il primo treno merci nord-coreano dall’inizio della pandemia rientra da un viaggio lampo in Cina con “materiali di emergenza”; per Manila Aung San Suu Kyi è “indispensabile” per riportare la democrazia in Myanmar; collaboratori di Naval’nyj nella lista nera dei terroristi. 

AFGHANISTAN
I talebani hanno annunciato la creazione, all’interno dell’esercito afghano, di un battaglione formato da attentatori suicidi. Le cosiddette “brigate del martirio” saranno sotto il controllo diretto del ministero della Difesa. I membri del reparto verranno usati per “operazioni speciali”. Attivisti pro diritti umani parlano di scelta “orribile e spaventosa”. 

CINA
In risposta ai dati che segnano un rallentamento nella crescita economica, per la prima volta in due anni Pechino ha deciso di tagliare un tasso di interesse chiave. Il prodotto interno lordo (PIL) è cresciuto del 4% negli ultimi tre mesi del 2021, una cifra inferiore rispetto al trimestre precedente. Cala anche la vendita al dettaglio, che a dicembre non ha superato l’1,7%. 

COREA DEL NORD - CINA
Un treno merci nord-coreano ha attraversato il fiume Yalu ed è entrato in Cina, primo viaggio via terra dal blocco imposto a inizio 2020 per la pandemia. Dovrebbe rientrare oggi con “materiali di emergenza”. Sempre oggi il Paese ha sparato due missili balistici a corto raggio da un aeroporto della capitale Pyongyang. 

FILIPPINE - MYANMAR
Per Manila Aung San Suu Kyi è “indispensabile” per ripotare la democrazia nel Paese, travolto dal golpe militare del febbraio scorso. La Nobel per la pace e leader birmana (in prigione), ha affermato il ministro filippino degli Esteri Teodoro Locsin, deve essere “inclusa” nei colloqui di pace. La giunta, ha concluso, usa la magistratura per colpire gli oppositori. 

GIAPPONE
Il governo potrebbe imporre uno stato di quasi-emergenza a Tokyo e nelle aree circostanti per cercare di contenere l’aumento dei casi di Covid-19, legati alla variante Omicron. I nuovi positivi hanno raggiunto livelli record, con oltre 25mila nuove infezioni negli ultimi due giorni. Ieri il tasso di occupazione dei letti nei reparti Covid era del 19,3%, al superamento del 20% scatta l’allerta.

IRAN
Le autorità di Teheran hanno incarcerato di nuovo la studiosa franco-iraniana Fariba Adelkhah, con l’accusa di aver “violato” in modo “consapevole” i termini degli arresti domiciliari “decine di volte”. Kazem Gharibabadi, vice capo della magistratura, ha confermato che “è tornata in prigione” per aver reiterato le infrazioni “nonostante i ripetuti avvertimenti”. 

RUSSIA
L’agenzia statale russa Rosfinmonitoring ha inserito i collaboratori di Aleksej Naval’nyj, Ivan Ždanov e Leonid Volkov, nella lista degli “estremisti pericolosi”, di fatto terroristi. Bloccati i loro conti bancari e impedita qualunque operazione finanziaria, compresa l’eredità. Entrambi gli oppositori hanno lasciato la Russia da oltre un anno, dopo lo scioglimento del movimento.

KAZAKISTAN
L’Agenzia per il controllo finanziario del Kazakistan ha fatto arrestare il vice-ministro dell’Energia Žumabaj Karagaev, insieme ai dirigenti di varie imprese del settore. Dietro il fermo “l’immotivato aumento dei prezzi del gas liquefatto nella regione di Mangustau”. Nell’area è scoppiata la rivolta di Žanaozen che ha portato il Paese sull’orlo della guerra civile.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Afghanistan, raid Usa: ucciso il leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri
02/08/2022 08:49
Telefonata tra Xi Jinping e Biden: confronto su Taiwan
29/07/2022 08:55
Baghdad, sadristi attaccano Parlamento contro candidato premier filo-iraniano
28/07/2022 09:01
Filippine, forte terremoto al nord: gravi danni e vittime
27/07/2022 08:44
Gli anziani della Corea del Sud vorrebbero lavorare fino a 73 anni
26/07/2022 08:47


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”