25/06/2014, 00.00
COREA - VATICANO
Invia ad un amico

Riconciliazione, speranza e pace: le "sfide missionarie" di Francesco in Corea

La prima visita del Papa nell'Estremo oriente "indica un percorso di speranza e di pace, per la penisola coreana divisa in due e per l'Asia intera. Questo viaggio rappresenta un 'nuovo inizio' per la Chiesa locale e per il suo impegno missionario". Ad AsiaNews il commento di p. Gerard Hammond, Superiore regionale Maryknoll e grande conoscitore della Corea del Nord, e di p. Andrea Kim, Superiore generale della Società missionaria coreana.

Seoul (AsiaNews) - Papa Francesco "arriva in Corea nel momento giusto. Oggi è l'anniversario dello scoppio della Guerra di Corea, e fra poco più di un mese il pontefice verrà nella penisola per indicare il percorso che porta alla speranza, alla pace e alla riconciliazione. La sua visita rilancerà lo sforzo missionario della Chiesa coreana e aiuterà a sanare i conflitti che ancora dividono non solo la penisola, ma anche la società del Sud". Lo dice ad AsiaNews p. Gerard Hammond, Superiore regionale dei missionari Maryknoll e grande conoscitore della Corea del Nord, dove si reca due volte l'anno da oltre 20 anni.

"Oggi - dice p. Hammond - è il 25 giugno. Qui non possiamo non ricordare che 64 anni fa, in questo giorno, è iniziata la Guerra di Corea. Il fatto che il Papa venga qui fra poco più di un mese, e che passerà in Corea il Giorno della liberazione [15 agosto ndr], è molto importante: il pontefice viene per portare alla Corea e all'Asia un messaggio di speranza e pace. Egli porta nuova vita alla Chiesa coreana e nuovi impulsi per il dialogo e la pacificazione con il Nord. È il momento giusto".

Le gente del Sud, sottolinea ancora il missionario, "ha subito una grande perdita lo scorso aprile: l'affondamento del traghetto Sewol, in cui hanno perso la vita tantissimi giovani. Il Papa visiterà le famiglie dei sopravvissuti e porterà il suo conforto a queste persone, devastate dalla perdita di un figlio o di un congiunto. Il suo amore per chi soffre è meraviglioso, e può essere il motore per un nuovo cammino nel Paese e nel continente".

Dello stesso avviso anche p. Andrea Kim, Superiore generale della Società missionaria coreana, che ad AsiaNews dice: "Ritengo che la visita del Papa sarà un segno della riconciliazione e della pace di Cristo per il popolo coreano, che al momento deve affrontare conflitti e divisioni sociali. I problemi che affliggono la società della Corea sono gli stessi problemi che affronta anche la Chiesa cattolica locale: ecco perché noi per primi dobbiamo riscoprire e assumere con responsabilità il compito di essere il 'sale e la luce' della società. La Chiesa deve approfittare dell'arrivo di Francesco per riflettere sul proprio ruolo e sulla missione che Cristo ci ha affidato".

Ma la "sfida missionaria" che il pontefice pone alla Chiesa coreana deve estendersi al continente asiatico: "Noi abbiamo un compito missionario particolare, in modo specifico nei confronti dell'Asia. San Giovanni Paolo II ha sottolineato questo compito e, in risposta alla sua richiesta di un maggior impegno missionario dei coreani, la nostra Chiesa ha iniziato a mandare diversi missionari nel mondo. La Chiesa coreana deve fare in modo che la sua passione missionaria cresca sempre di più, e in questo la visita del Papa ci aiuterà senza alcun dubbio".

In questo senso, conclude p. Kim, "lo scopo principale di Francesco sarà quello di accendere l'entusiasmo della fede dei giovani e di tutti i coreani, elemento essenziale della missione della Chiesa. Da parte mia, spero che la nostra popolazione voglia accogliere il suo messaggio con cuore e mente aperti. Spero davvero che siano sempre più i cattolici coreani che sceglieranno nel prossimo futuro di andare in missione. E sono certo che questo sarà uno dei frutti della visita di papa Francesco in Corea". 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pyongyang ritorna all’ufficio inter-coreano. Missionario: ‘È segno di speranza’
25/03/2019 14:10
Corea, aiuti umanitari ostacolati dalle sanzioni contro il Nord
24/01/2019 12:27
Pyongyang, altro lancio a due giorni dai colloqui con Washington
02/10/2019 11:55
“Abbiamo portato in Corea del Nord il messaggio di pace del Papa”
09/05/2013
P. Hammond: Nordcoreani ‘stremati’ da sanzioni, carestie e malattie
03/06/2019 16:02


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”