16/02/2016, 12.55
COREA DEL SUD
Invia ad un amico

Seoul, il santuario cattolico di Seosomun diventerà un “parco della cultura”

Il distretto Jung della capitale ha annunciato lo stanziamento di circa 34 milioni di euro per rinnovare il luogo in cui vennero martirizzati i primi cristiani coreani. Domani la cerimonia per l’inizio dei lavori, cui parteciperà il card. Andrea Yeom Soo-jung.

Seoul (AsiaNews) – Il distretto Jung della capitale sudcoreana ha annunciato lo stanziamento di circa 34 milioni di euro per trasformare il santuario cattolico di Seosomun, dedicato alla memoria dei primi martiri del cristianesimo coreano. Il luogo, dove nel 1985 si svolse la canonizzazione dei santi martiri della Corea per opera di Giovanni Paolo II, verrà rinnovato e inglobato in un “parco della storia e della cultura” dedicato al regno Joseon. Questo ha regnato nel Paese per quasi otto secoli, garantendo continuità alla Corea, ma ha anche lanciato diverse feroci persecuzioni contro i cristiani.

E proprio l’area di Seosomun è stata teatro di centinaia di esecuzioni capitali. Nel 19mo secolo, infatti, si stimano in 10mila le vittime cattoliche della repressione lanciata dal regno contro le lotte di potere interne, i tentativi di penetrazione straniera e il conflitto ideologico posto dai convertiti che – in quanto cristiani – rifiutavano la rigida struttura sociale sostenuta dal confucianesimo.

Buona parte di queste vittime morirono a Seosomun, all’epoca una delle otto entrate storiche per Hanyang, il nome della capitale Joseon. Qui trovò la morte anche Pietro Yi Seung-hun, il primo coreano a essere battezzato (a Pechino) e considerato il fondatore della Chiesa cattolica di Corea.

Il 16 agosto 2014, papa Francesco si è fermato per un momento di preghiera presso il santuario di Seosomun prima di celebrare la messa di beatificazione di Paolo Yun Ji-chung e dei suoi 123 compagni (di cui 25 decapitati nei pressi del santuario di Seoul). La cerimonia per l’inizio dei lavori si svolgerà domani, 17 febbraio, alla presenza dell’arcivescovo della capitale card. Andrea Yeom Soo-jung.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
I sacerdoti della diocesi di Seoul in pellegrinaggio ai martiri coreani
05/06/2013
Card. Cheong: "Per tutti i coreani, Giovanni Paolo II è già santo"
31/03/2006
L'eredità del papa per le due Coree
14/04/2005
Vescovi coreani: "Pregate Maria per l'unità e la pace nel Paese"
14/08/2004
Il papa 2 volte in Corea chiede una Chiesa "più missionaria"
06/04/2005


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”