09/03/2021, 11.29
SRI LANKA
Invia ad un amico

Verità sulla strage di Pasqua: la protesta silenziosa di cattolici, buddisti e musulmani

di Melani Manel Perera

Le chiese dello Sri Lanka hanno celebrato nel fine settimana il “Black Sunday”, una manifestazione simbolica per far luce sugli attentati. In prima linea il card Ranjith e i vescovi del Paese. Per i fedeli è stato un attacco “pianificato in ogni dettaglio” e chiedono i nomi “delle menti”.  Il porporato: “Non abbiamo paura di nessuno”.

Colombo (AsiaNews) - Nello scorso fine settimana le chiese dello Sri Lanka hanno celebrato il “Black Sunday”, protesta simbolica - e silenziosa - per far luce sulle responsabilità negli attentati di Pasqua del 2019 e assicurare i colpevoli alla giustizia, a fronte di un governo sinora inerte. Cuore della manifestazione l’arcidiocesi di Colombo, con i fedeli vestiti di nero a testimoniare il loro lutto e il dolore per le vittime degli attacchi e l’incapacità - o la mancata volontà - delle autorità nel trovare e punire i veri responsabili. 

I partecipanti alle messe in tutto lo Sri Lanka hanno recitato una speciale preghiera e, al termine della funzione, hanno promosso una protesta silenziosa. I cristiani vogliono chiarezza e risposte sulle stragi, sostenuti in questa iniziativa da vescovi e arcivescovi di tutto il Paese; in alcuni casi alle dimostrazioni si sono uniti anche monaci buddisti e personalità musulmane, a testimonianza di una solidarietà diffusa e di una ricerca comune di giustizia. 

In prima linea vi è la più alta carica ecclesiastica dello Sri Lanka, l’arcivescovo di Colombo card. Malcolm Ranjith, che si è unito allo slogan del popolo che invocava a gran voce: “Diteci chi sono le menti” del brutale attacco del 21 aprile 2019 in cui sono morte 279 persone. “Siamo andati in chiesa per la domenica di Pasqua, non per morire. Ma ci hanno ucciso”. Una strage “pianificata in ogni dettaglio” e che ha strappato moltissimi “all’affetto dei loro cari” sono alcuni dei pensieri ricorrenti fra quanti hanno aderito alle manifestazioni. 

I fedeli hanno mostrato cartelli e striscioni con scritte in inglese, Sinhala e Tamil. Uno di questi recitava: “Il massacro della domenica di Pasqua! Che ha condotto le fila da dietro le quinte? Sarà fatta giustizia contro quanti hanno mostrato negligenza? Vogliamo giustizia”. 

Il card. Ranjith ha celebrato messa alla basilica di Sant’Antonio, a Colombo, alla presenza di cristiani cui si sono uniti monaci buddisti e musulmani. Rivolgendosi alla stampa al termine della manifestazione il porporato ha assicurato che continuerà a battersi sino a che non sarà fatta piena luce sulla tragedia. “Stiamo promuovendo questa protesta - ha aggiunto - con la speranza che giustizia sia fatta. Vogliamo che la commissione scopra chi c’è dietro gli attacchi”. In questi giorni il cardinale sta leggendo il rapporto elaborato dalla commissione di inchiesta e vi sono “molti aspetti che possono essere implementati”, primo fra tutti “l’applicazione della legge contro i responsabili”. Al governo, conclude, spetta il compito di sostenere una “indagine onesta” e fare in modo che i colpevoli vengano puniti. “Continueremo a promuover questa protesta, sino a che noi e le nostre vittime non riceveremo un segnale. Non abbiamo paura di nessuno”. 

Il venerabile Watumulle Uditha Thero, segretario generale del Fronte nazionale dei monaci buddisti, si mostra solidale con i cristiani e i vertici della Chiesa in questa lotta per la giustizia. “Ci rivolgiamo direttamente al presidente - sottolinea - perché dica al più presto chi sono le menti, chi sono gli organizzatori, chi li ha aiutati e chi ha approvato gli attacchi. Dobbiamo essere a conoscenza di tutti i dettagli” ha concluso il leader buddista. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il card. Ranjith invoca l’aiuto Onu per ‘verità e giustizia’ sulle stragi di Pasqua
08/03/2022 12:19
Stragi di Pasqua, card. Ranjith: contro gli insabbiamenti: Lottiamo per la verità
03/06/2021 13:27
Colombo, attentati di Pasqua: a processo ex ministro della Difesa e capo della polizia
04/05/2021 14:32
A due anni dalle stragi di Pasqua i cristiani pregano e chiedono giustizia
22/04/2021 14:25
Stragi di Pasqua: il card. Ranjith attacca l'ex presidente Sirisena
06/04/2021 12:52


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”