26/11/2007, 00.00
SRI LANKA
Invia ad un amico

Vescovo anglicano di Colombo: “sistematica” tendenza a soffocare i media liberi

di Melani Manel Perera
Dopo l’attacco di un gruppo di piromani contro gli uffici della Leader Publications, che edita giornali critici nei confronti del governo, il vescovo Duleep De Chickera diffonde un comunicato speciale. Appello a tutti i leader religiosi per non rimanere in silenzio: la libertà d’espressione, necessaria per il benessere di una democrazia.
Colombo (AsiaNews) – “La tendenza ormai sistematica di mettere a tacere i media indipendenti in Sri Lanka ha raggiunto un livello pericoloso”. La denuncia arriva dal vescovo anglicano di Colombo, Duleep De Chickera, in seguito all’attacco da parte di alcuni piromani contro gli uffici della Leader Publications, che edita i giornali in lingua inglese “Sunday Leader” e “Morning Leader” e quello in singalese “Irudina Sinhala”. L’aggressione è avvenuta lo scorso 21 novembre a Colombo.
 
“L’attacco contro la Leader Publications – dichiara in un comunicato speciale Duleep De Chickera – ben pianificato ed eseguito è uno shock per tutto il Paese. Esso va visto come l’ennesimo calcolato tentativo di mettere a tacere i media liberi nella nostra nazione”. “Un sistema di informazione che posa parlare liberamente – sostiene il vescovo – è indispensabile per il benessere di un Paese democratico e civile; ed è cruciale in tempo di guerra e instabilità sociale”. Condanna inoltre il clima di “impunità” in cui avvengono questi “episodi criminali”.
 
Il vescovo De Chickera sottolinea poi la responsabilità di tutti i leader religiosi nel denunciare la situazione. “Chiedo a tutti i rappresentanti delle comunità religiose di condannare questi attacchi e di chiedere indagini indipendenti e l’arresto dei responsabili”.
 
Il presidente Mahinda Rajapakse ha promesso pronte indagini sui fatti del 21 novembre.
 
Negli ultimi due anni - parallelamente all’escalation degli scontri tra ribelli ed esercito nel nord e nell’est - giornalisti e istituzioni legati al mondo della comunicazione in Sri Lanka hanno sperimentato numerose violenze: rapimenti, sparizioni e minacce di morte.
 
I tre giornali editi dalla Leader Publications hanno spesso criticato il governo Rajapakse, a loro avviso intento a sopprimere i diritti democratici per far prevalere i propri interessi personalistici e la guerra.
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Protesta contro l'imbavagliamento della libertà di stampa
24/01/2007
Chiesa anglicana: governo e Tigri, entrambi responsabili della strage di civili
08/02/2008
Nel mirino dell’esercito, giornalista rischia la vita
01/09/2007
Vescovo anglicano denuncia il dramma dei civili sotto il fuoco incrociato di esercito e Tigri tamil
27/08/2008
Sri Lanka: marcia silenziosa per le vie di Colombo in difesa della libertà di espressione
11/06/2009


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”