28 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 08/02/2016, 14.55

    BANGLADESH

    Bangladesh, suore cattoliche derubate e malmenate nella notte

    Sumon Corraya

    Un gruppo di circa 20 persone ha attaccato la chiesa Karpashdanga e un convento delle catechiste del Cuore Immacolato di Maria. Le guardie di sicurezza legate e tenute sotto tiro. Una religiosa si rifiuta di consegnare il denaro – in casa per pagare un lavoro di muratura – e viene schiaffeggiata con violenza. Attivista cristiano: “Segnale preoccupante, le suore sono sempre state molto rispettate nel Paese”.

    Dhaka (AsiaNews) – Una folla composta da circa 20 persone ha attaccato nella notte un convento di suore e una chiesa cattolica nel distretto di Chuadanga, 161 chilometri a ovest della capitale Dhaka. I malviventi hanno derubato le religiose usando intimidazione e violenza, e messo a soqquadro la chiesa. La polizia, informata, ha aperto un’inchiesta. Tuttavia, un leader cristiano fa notare ad AsiaNews come sia “preoccupante” che oramai neanche le religiose siano immuni dalla violenza nel Paese.

    L’assalto è avvenuto intorno alla mezzanotte fra il 6 e il 7 febbraio. Nel mirino la chiesa Karpashdanga, adiacente a un convento delle catechiste del Cuore Immacolato di Maria (v. foto). Si tratta di una congregazione diocesana, fondata nel 1951 dall’allora vescovo di Dinajpur mons. Joseph Obert del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere). Il parroco, p. Arun Halsona, era nella capitale per motivi pastorali: gli assalitori hanno legato le due guardie di sicurezza e sono entrati armati.

    In un primo momento si sono recati nella chiesa, dove hanno distrutto alcuni libri di preghiera. Poi sono entrati nel convento, dove tre suore stavano dormendo: le hanno svegliate e tenute sotto la minaccia delle armi mentre compivano la rapina. Fra la refurtiva telefoni cellulari, alcuni oggetti di poco valore e soprattutto 350mila rupie bangladeshi (circa 4mila euro) che le suore tenevano in casa per pagare un lavoro di muratura nel convento. Portati via anche gli abiti delle religiose.

    Una di loro è stata schiaffeggiata con forza perché si era rifiutata di consegnare il denaro, ma per fortuna i gruppo non ha subito altri abusi fisici. Tuttavia, ora vivono nella paura: la polizia, informata dei fatti, ha aperto un’inchiesta ma fino ad ora non è riuscita a identificare i colpevoli.

    Nirmal Rozario, Segretario generale dell’Associazione cristiana del Bangladesh, dice ad AsiaNews: “Siamo molto preoccupati, dato che è stato colpito anche un luogo guardato da agenti di sicurezza. Ma soprattutto perché a finire nel mirino questa volta sono state delle suore: nel nostro Paese le religiose sono sempre state molto rispettate, ma questo stato di cose sembra essere finito”. Per l’attivista “il governo è vicino alle minoranze e fa di tutto per aiutarci, ma qualcuno vuole creare l’anarchia nel Paese. Ecco perché servono inchieste giuste e rapide contro i colpevoli di atti simili”. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/06/2016 10:47:00 LIBANO
    Libano e Medio oriente "consacrati al cuore immacolato di Maria per la pace nella regione"

    Per il terzo anno consecutivo il patriarca maronita ha rinnovato il gesto devozionale. Il rito si è celebrato nella basilica di Nostra Signora del Libano ad Harissa. Il card. Béchara Raï ha parlato del male che si presenta sotto forma di conflitti, guerre, morte, esodo, armi, fanatismo e terrorismo. La consacrazione legata a un movimento di “preghiera e penitenza”. 



    25/06/2006 vaticano
    Papa: consacrate le famiglie al Sacro Cuore; pregate per i sacerdoti

    Pregando per le vittime del cantiere in Sicilia, il papa chiede sicurezza sul lavoro. Benedetto XVI ha ricordato le feste liturgiche di questi giorni: il Sacro Cuore; la natività del Battista; la festa di san Pietro e Paolo. E ha ringraziato la comunità italiana per le offerte a sostegno della "Carità del Papa".



    12/09/2006 INDIA
    Lucknow, musulmani ed indù condannano l'attacco alle suore di Loreto

    Dopo l'assalto alla scuola gestita dalle religiose, avvenuto il 10 settembre scorso ad opera di fanatici indù, un gruppo di intellettuali si unisce alla Chiesa dell'Uttar Pradesh nel condannare il gesto e chiedere una punizione esemplare per i colpevoli.



    23/11/2010 INDONESIA
    Sumatra: autorità locali chiudono senza spiegazioni una scuola cattolica
    L’istituto è gestito dalle Suore francescane del Cuore di Maria e Gesù e ha oltre 400 studenti, che in caso di chiusura salteranno l’anno scolastico. Il provvedimento non ha fondamento legale e per protesta le suore hanno scritto una petizione inviata a tutte le autorità, compreso il presidente indonesiano.

    15/06/2005 INDIA
    India: attaccato un convento, suore sequestrate per una notte




    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®