24 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  •    - Kazakistan
  •    - Kyrgyzstan
  •    - Tagikistan
  •    - Turkmenistan
  •    - Uzbekistan
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 05/12/2016, 15.14

    UZBEKISTAN

    Shavkat Mirziyaev è il nuovo presidente dell'Uzbekistan



    Ha ricevuto l’88,61% delle preferenze. Succede a Islam Karimov, morto a inizio settembre.

    Tashkent (AsiaNews) – Il popolo uzbeko ha eletto il presidente ad interim e primo ministro Shakvat Mirziyaev come presidente ufficiale dell’Uzbekistan. La Commissione centrale per le elezioni ha dichiarato la vittoria del candidato del partito liberale democratico con l’88.61% dei voti. Mirziyaev ha ricevuto 15,9milioni di preferenze su 17,9milioni. Secondo la Commissione, alle elezioni presidenziali ha votato l’87,3% del popolo uzbeko. Alle elezioni si sono candidati anche Khatamzhon Ketmonov (Partito popolare democratico), Sarvar Otamuratov (Partito di rinascita nazionale) e Nariman Umarov (Partito socialdemocratico).

    Le elezioni sono state indette in seguito alla morte del dittatore Islam Karimov, avvenuta il 2 settembre. Karimov, morto mentre era ancora in carica, è stato il primo leader uzbeko in seguito all’indipendenza dall’Unione Sovietica nel 1991.

    Mirziyaev ha ricoperto il ruolo di presidente ad interim dall’8 settembre, votato all’unanimità da tutto il senato. A fine novembre egli ha richiesto al senato l’amnistia di massa per moltissime personalità ritenute “scomode” dal precedente governo.

    Il presidente russo Vladimir Putin, ha espresso le sue congratulazioni al neoeletto Mirziyaev e lo ha invitato a visitare presto il Cremlino. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/09/2016 08:42:00 UZBEKISTAN
    Tashkent, il primo ministro Mirziyaev nominato presidente ad interim

    Il Parlamento lo ha nominato ieri. In realtà la Costituzione della ex Repubblica sovietica prevede che il compito spetti al capo del Senato. Quest’ultimo però ha ceduto il posto per garantire “maggiore stabilità”. Elezioni entro tre mesi. Confermati i legami strategici con la Russia.



    31/03/2015 UZBEKISTAN
    Karimov riconfermato al quarto mandato con oltre il 90% dei voti
    Plebiscito per il capo di Stato uscente nelle elezioni anticipate. Osservatori occidentali critici della consultazione popolare, ritenuta “incostituzionale” mentre la comunità delle ex repubbliche sovietiche lodano la “democrazia” nel Paese. Analisti avvertono, la lotta per la successione però è già in corso e potrebbe diventare violenta.

    11/03/2017 08:41:00 UZBEKISTAN
    Giornalisti e attivisti scarcerati, la nuova visione di “tolleranza” di Shavkat Mirzyaev

    L’ambasciata americana in Uzbekistan approva il rilascio di giornalisti e attivisti per i diritti umani incarcerati sotto il presidente governo per motivazioni politiche. Fra gli scarcerati c’è Jamshid Karimov, noto per le sue indagini giornalistiche sulle azioni illegali compiute dalle autorità. E’ sempre stato molto attivo nell’opposizione contro la censura mediatica e ad ogni forma di autoritarismo.



    27/06/2006 KUWAIT
    Il primo voto delle donne incognita nelle elezioni per il Parlamento del Kuwait

    Prevista una vittoria dei candidati islamici. I candidati dicono di voler combattere la diffusa corruzione del Paese ricco di petrolio.



    25/11/2016 12:47:00 UZBEKISTAN
    Il presidente ad interim Mirziyaev libera due importanti oppositori politici

    Scarcerati personaggi ritenuti “scomodi” dal precedente governo. Il pro-presidente Shavkat Mirziyaev, in carica da due mesi, sembra essere più “moderato” del suo predecessore, Islam Karimov. 





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®