23 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/08/2007, 00.00

    TURCHIA

    Ankara cancella la visita dell’arcivescovo di Cipro ad Istanbul



    È la seconda volta in 4 mesi: l’incontro tra Chrysostomos ed il Patriarca ecumenico di Costantinopoli, di natura prettamente religiosa, era già stato cancellato dal governo turco a maggio. Preoccupazione tra le minoranze religiose. Arcivescovo di Cipro: “Così Ankara mostra il suo vero volto”.
    Istanbul (AsiaNews) – Per la seconda volta in 4 mesi, Ankara ha annullato la visita del nuovo arcivescovo greco-ortodosso di Cipro, Chrysostomos, dal Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I, prevista tra il 17 e 21 agosto. La visita, di carattere prettamente religioso, era già stata cancellata una prima volta dal governo turco nel maggio scorso. Allora le autorità avevano invocato il pretesto del clima pre-elettorale e le possibili conseguenze politiche dell’incontro. La decisione preoccupa le comunità di minoranza: le elezioni del luglio scorso hanno visto la vittoria del premier Recep Tayyip Erdogan, paladino del processo d’ingresso della Turchia nell’Unione Europea e di conseguenza garante dei diritti delle minoranze religiose nel Paese.
     
    Intervistato ieri dalla radio greca www.skai.gr, Chrysostomos ha detto che “è diritto della Turchia non  permettere l’ingresso nel proprio territorio a qualunque persona, a dispetto di chi, come noi, vuole credere che essa abbia desiderio di mostrare un volto democratico e liberale, non solo in Europa, ma anche nel resto del mondo”. Con questa decisione “il governo di Ankara ha mostrato il suo vero volto”. Premettendo che “in un primo momento si è pensato di non esasperare i toni”, l’arcivescovo annuncia, invece, “l’intenzione di inviare una lettera alla Santa Sede e al Consiglio mondiale delle Chiese, per metterle a conoscenza dell’accaduto”. L’auspicio è che in questo modo si riesca a “sensibilizzare la comunità internazionale sull’inattendibilità del governo turco in tema di diritti”.
     
    L’arcivescovo di Cipro ha poi annunciato che incontrerà il Patriarca ecumenico in un altro luogo per  esprimergli tutta la sua “solidarietà” e portare i suoi “ringraziamenti per il contributo dato alla soluzione di non pochi problemi sorti all’interno della Chiesa greco-ortodossa”. Chrysostomos ha ribadito che “non esistono divergenze tra i greco-ortodossi ed i fratelli turco-ciprioti musulmani” e che il problema vero è nelle “interferenze di Ankara, che blocca qualsiasi tentativo di integrazione delle due comunità nel reciproco rispetto”. (NT)
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/08/2010 TURCHIA
    Le indebite interferenze del governo turco nella scelta dei leader religiosi
    Ankara riconosce solo 4 religioni: l’islam sunnita, il cristianesimo greco-ortodosso, i cristiani apostolici armeni e gli ebrei, e pretende che siano eletti leader di suo gradimento. Le sue scelte appaiono spesso dettate da criteri di politica estera.

    30/09/2006 TURCHIA
    L'Europa chiede alla Turchia di "liberare" la scuola del Patriarcato ecumenico

    Fondata nel 1842, la scuola è di fatto chiusa dal 1971, in quanto la possono frequentare solo giovani turchi di religione ortodossa, che sono sempre troppo pochi. Il Patriarcato spera che la visita di Benedetto XVI aiuti ad ottenere il rispetto dela libertà di religione e dei diritti delle minoranze.



    29/09/2006 TURCHIA - VATICANO
    Il Papa in Turchia, "peserà" su ecumenismo, rapporti con l'islam e diritti umani

    Per il patriarca ecumenico Bartolomeo I, la visita potrebbe spingere il governo turco a rispettare i diritti delle minoranza, etniche e religiose. Il dialogo tra cattolici e ortodossi al "punto cruciale" del primato del vescovo di Roma.



    09/12/2009 TURCHIA - ORTODOSSI
    Si apre a Chambésy il secondo incontro panortodosso
    A tema le autonomie delle Chiese nate dopo il crollo dell’Urss e le nuove Chiese della diaspora. Molte di esse chiedono l’indipendenza da Mosca. Bartolomeo difende il dialogo con Roma e ribatte all’irrigidimento e l’arroccamento nel dialogo, che porta solo in “un vicolo cieco”. Erdogan potrà concedere la cittadinanza turca a metropoliti della diaspora.

    30/06/2007 TURCHIA
    “Preoccupa” la sentenza che nega l’ecumenicità del Patriarca di Costantinopoli
    È il sentimento espresso dal Patriarcato di Costantinopoli dopo il recente verdetto che lo definisce “ente turco” preposto alla guida della sola minoranza greco-ortodossa in Turchia. Esperti parlano di verdetto “politico”, contrario ai programmi europeisti del governo, e pericoloso precedente che potrebbe influire sulle sorti delle comunità religiose nel Paese.



    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®