21 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 07/04/2005
vaticano - cina
Elegia per un Papa che ama la Cina
di Zhang Yi Ming

Mentre in Cina il governo blocca sui siti internet le notizie su Giovanni Paolo II, una cattolica di Shanghai racconta i miracoli del papa defunto oltre la Muraglia.



Città del Vaticano (AsiaNews) – Fino a 2 giorni fa i portali cinesi su internet, come Sina.com e Sohu.com, erano pieni di messaggi di cordoglio e di riflessioni sulla figura di Giovanni Paolo II. Da ieri, preghiere e commenti sulla figura del papa sono banditi. Molti analisti affermano che la decisione è venuta dal governo che teme il dilagare di una rinascita religiosa.  I responsabili dei portali hanno giustificato la censura dicendo che "i temi religiosi sono molto speciali. Temiamo che nascano problemi". Un altro ha detto esplicitamente: "I leader al vertice hanno proibito la cosa". Ma intanto, in tutte le città, le antenne paraboliche vanno a ruba: tutti vogliono seguire attraverso i canali internazionali i funerali di Giovanni Paolo II.

Una ragazza cinese di Shanghai, di 25 anni, da anni in Italia, è riuscita dopo una lunga coda ad arrivare davanti alla salma di Giovanni Paolo II. Ci ha inviato questa mediatazione-preghiera sul rapporto fra il Papa e la Cina, che pubblichiamo integralmente:

"Santo Padre, eccomi davanti a te, insieme a questo fiume di folla che ti ama, tutti raccolti intorno a te, come quando eri in vita. Vedere il tuo volto sereno mi ha donato pace. Quando si è diffusa la notizia della tua morte, sono stata assalita da un senso di angoscia: chi parlerà ancora  a nome dei poveri? Chi difenderà gli emarginati della terra? Chi avrà ancora parole d'amore per la Cina? Chi ci difenderà dagli attacchi contro la verità e contro la Chiesa? Il tuo viso sereno mi ispira certezza che tu, ancora più di prima ci guiderai e ci aiuterai.

Santo Padre, eccoci: ho compiuto questo lungo pellegrinaggio non solo per me, ma anche a nome della mia famiglia, di tutti i cattolici della Cina che per decenni hanno pregato per te. Essi ed io con loro ti siamo stati fedeli sotto tutte le persecuzioni, quelle morali e quelle fisiche. Tu hai tanto desiderato visitare il nostro paese e questa Chiesa che ti è fedele. Hai tanto lottato per trovare una strada, una via, ma il mondo e il potere degli uomini te lo hanno negato.

In questi giorni la tua morte è divenuta una fonte di vita: tutta questa gente che affolla da giorni la tua città viene perché in te, nella tua morte, ha trovato un segno di vita. Tutti noi veniamo non a pregare per Te, ma per pregare Te.

Santo Padre, io sono venuta anche per portarti una buona notizia: in questi giorni nel mio paese, la Cina, molti – attraverso di Te - stanno conoscendo Gesù Cristo. Le notizie e le immagini della tua morte, l'omaggio di milioni di pellegrini finalmente fanno comprendere alla mia gente cos'è il cristianesimo, la grandezza della Chiesa Cattolica. Tutti trovano conforto nel vedere che, anche grazie a te, la Chiesa Cattolica è l'avvocata di giustizia, pace, democrazia, verità.

Santo Padre, ho voluto venire a portarti questa buona notizia perché è una notizia di vita e di resurrezione: la tua morte è divenuta un nuovo strumento di annuncio, una via efficace che vince il tentativo del potere degli uomini di tenerti lontano dalla Cina, di isolarti e di offenderti.

Santo Padre, Tu ora riposi dalle fatiche di una vita. Ma noi siamo certi che dal tuo riposo, tu lavori ancora per la Cina e la ami ancora con amore fedele. Non hai potuto venire da noi. Ma il mio popolo e la mia Chiesa desidera al più presto venire a trovarti, a visitare la tua tomba, che sarà sempre più un luogo di vita. Affretta, ti prego, quel giorno. E così sia".


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
11/04/2005 Corea del Nord – Vaticano
Pyongyang, celebrata una messa per il papa
04/04/2005 Cina – Vaticano
A Pechino condoglianze per il papa e nuovi arresti di vescovi e preti
07/04/2005 cina - vaticano
Preghiera per Giovanni Paolo II al seminario nazionale di Pechino
05/04/2005 vietnam - vaticano
Papa, omaggio dal Vietnam che non lo ha voluto
07/04/2005 vaticano - CINA
L'amore del papa farà sbocciare "una primavera per la chiesa in Cina"
Articoli del dossier
COREA DEL SUD – COREA DEL NORD – VATICANO
L'eredità del papa per le due Coree
turchia - vaticano
Turchia, saluto ecumenico e interreligioso a Giovanni Paolo II
vaticano
Papa: 3 milioni di persone a Roma nei giorni del lutto
RUSSIA - VATICANO
I cattolici russi raccolgano gli sforzi del papa
giordania - vaticano
Giordania, l'omaggio al papa "di tutti i popoli"
IRAQ - VATICANO
Papa, esempio di umiltà per la comunità cristiana irachena
Corea del Nord – Vaticano
Pyongyang, celebrata una messa per il papa
asia - vaticano
In tutta l'Asia preghiera e commozione per i funerali del papa
vaticano
Un milione di persone ai funerali di Giovanni Paolo II
VATICANO
Roma: tutto pronto per i funerali di Giovanni Paolo II
VATICANO - ASIA
A San Pietro l'Asia unita saluta il papa
vaticano - CINA
L'amore del papa farà sbocciare "una primavera per la chiesa in Cina"
vaticano - filippine
Mons. Capalla: Cultura della vita e passione missionaria, l'eredità del papa per le Filippine
vaticano
Papa, milioni di persone in fila per il papa
COREA DEL NORD-VATICANO
Corea del Nord: condoglianze per la morte del papa
vaticano - kazakistan
Kazaki, "commozione e orgoglio" per il papa
BANGLADESH - VATICANO
Papa "mistico e missionario" tocca i cuori dei musulmani in Bangladesh
COREA DEL SUD - VATICANO
Corea del Sud, il papa missionario "grande amico" di tutti coreani
Taiwan – Vaticano - Cina
Il presidente taiwanese Chen Shuibian ai funerali del Papa
siria - vaticano
Patriarca di Damasco: il papa, "nuovo Giovanni Battista"
PAKISTAN - VATICANO
Papa, figura "indelebile" per cristiani e musulmani in Pakistan
PAKISTAN - VATICANO
Vescovo di Karachi: l'eredità del papa è il suo messaggio di pace
thailandia - vaticano
Monaco buddista di Bangkok: il papa, "un'ispirazione alla Perfezione"
INDONESIA-VATICANO
Gus Dur: Giovanni Paolo II "incessante promotore della pace"
vietnam - vaticano
Papa, omaggio dal Vietnam che non lo ha voluto
INDONESIA - VATICANO
L'Indonesia ricorda il papa "missionario" del dialogo
india - vaticano
L'India piange il papa che ha beatificato Madre Teresa e onorato Gandhi
LIBANO - VATICANO
Card. Sfeir e Lahoud a Roma per i funerali del papa
SIRIA - VATICANO
Siria: Assad conferma la partecipazione ai funerali del papa
Cina – Vaticano
A Pechino condoglianze per il papa e nuovi arresti di vescovi e preti
IRAQ - VATICANO
Vescovo di Mosul: "dal Paradiso il papa continuerà a pregare per l'Iraq"
LIBANO - VATICANO
Papa, il Libano piange lo "strenuo difensore del paese dei cedri"
ISRAELE – PALESTINA – TERRA SANTA
Mons. Sabbah: Papa sempre vicino alle sofferenze dei popoli di Terra Santa
TIBET - VATICANO
Lutto del Dalai Lama per il papa, "una vera personalità spirituale"
india - vaticano
Suor Nirmala: il Papa e Madre Teresa, una visione comune sul mondo e la vita
HONG KONG - CINA - VATICANO
Mons. Zen: Un grande dispiacere del papa, non poter visitare la Cina
giappone - vaticano
Giappone, il papa ricordato come "un papà"

In evidenza
IRAQ - ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": raccolti e inviati quasi 700mila euro. La campagna continua
di Bernardo CervelleraInviata la seconda tranche di aiuti, raccolti nel mese di settembre. In Medio oriente e in Iraq si gioca il destino dei rapporti fra oriente e occidente. L'appello di papa Francesco e del Sinodo. I governi tiepidi. Gli aiuti giunti da tutto il mondo: una nuova comunità internazionale che sconfigge la "globalizzazione dell'indifferenza".
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate