26 Aprile 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 22/04/2005
COREA DEL SUD-VATICANO
Card. Kim: "il Papa conosce ed è conosciuto nel nostro Paese"
di Pino Cazzaniga
Vuole chiedere a Benedetto XVI un secondo cardinale coreano, che aiuti ad evangelizzare il Nord.

Seoul (AsiaNews) – Ci saranno anche alti funzionari sudcoreani alla messa di inizio del pontificato di Benedetto XVI. Ieri Seoul ha reso noto che il 24 aprile a Roma il ministro della Cultura e del turismo Ching Dong-chae guiderà una delegazione di 3 membri. Mercoledì scorso il presidente sudcoreano, Roh Mooo-hyu, ha inviato tramite in nunzio apostolico a Seoul un messaggio a Benedetto XVI. In esso il capo di Stato augurava al Papa di portare speranza, pace e benedizione a tutta l'umanità senza distinzioni.

La sua elezione è stata accolta dal suono delle campane della cattedrale cattolica di Myongdong al centro di Seoul, sebbene fossero le 2 di notte. Quella stessa mattina, celebrando una messa di ringraziamento, l'arcivescovo Nicholas Cheong Jin-suk ha detto: "Dio ci ha dato un buon pontefice. Possiamo essere sicuri che, come il predecessore, si impegnerà per la pace e per i diritti umani". Una messa solenne di ringraziamento, con la partecipazione di tutti i vescovi del Paese sarà celebrata lunedì nella cattedrale di Seoul.

Intervistato dalla tv cattolica Pyunghwa, il card. Stefano Kim Sou-hwan (83 anni) ha detto che il nuovo Papa ha da portare una croce molto pesante e ha chiesto di aiutarlo con la preghiera. Kim ha rivelato di volergli chiedere di dare un secondo cardinale ai cattolici della Corea (4 milioni e mezzo nel Sud). "Sarebbe - ha osservato - un aiuto per l'evangelizzazione del Nord, dove la Chiesa è nel silenzio". La Corea non è entrata in conclave. Alla morte di Giovanni Paolo II, il cardinale Kim, molto stimato e amato dal Papa defunto, è andato a Roma, ma si è fermato solo pochi giorni. L'alta spiritualità e il carisma, che gli ha permesso di essere la voce di chi non aveva voce negli anni della dittatura militare, non hanno potuto superare la barriera del diritto canonico.

Il nuovo Papa pur non essendo mai venuto in Corea, è qui conosciuto per i suoi libri. Il professor Jeong Jong-hyu, decano della facolta' di legge nell'università Chonnam ha incontrato il cardinal Ratzinger nel 1991 in Vaticano, si è detto "impressionato dalla profondità e attualità di alcuni suoi libri. Ero andato a Roma per chiedergli di poterli tradurre. Non solo mi ha concesso l'autorizzazione ma ha anche accettato di scriverne le prefazioni", mostrando di conoscere la storia "singolare" della Chiesa coreana. "Le Chiese in Corea - ha scritto nella prefazione alla traduzione di 'Il sale della terra' - non sono state introdotte da missionari stranieri; le hanno fondate i coreani stessi". Verso la fine del secolo XVIII, infatti, alcuni studiosi confuciani della Corea, leggendo in Cina i libri del missionario italiano Matteo Ricci, vi hanno trovato la "dottrina del Cielo" che poteva rinnovare spiritualmente il loro Paese. Il nuovo Papa è anche bene informato sulla situazione tragica della penisola. "Le Chiese in Corea - ha scritto - stanno affrontando una doppia sfida: quella del secolarismo marxista nel Nord e quella del secolarismo tecnologico ed economico nel Sud".

La signora Kim Jung-hi (63), docente di etica, negli anni '70 è stata alunna di Ratzinger in Germania. Intervistata ha detto: "Al professor Ratzinger non piacevano né l'immobilismo paralizzante né il progressismo avventato. Si è sempre impegnato a integrare le due visioni". Ma ciò che ricorda soprattutto di lui è la sua cordiale personalità. "Egli si è preso cura di me, una piccola e povera studentessa asiatica. Quando non sono riuscita a ottenere una borsa di studio mi ha aiutata finanziariamente e psicologicamente". Alla notizia della sua elezione, la Kim non ha potuto trattenere le lacrime. "Prego per lui", ha detto concludendo l'intervista.

Al nuovo pontefice i quotidiani della Corea del sud hanno dedicato articoli e editoriali. Il The Korea Times fa le sue "congratulazioni" al nuovo Papa. Alcuni tra gli altri, pur essendo tutti rispettosi, sottolineano la severità del suo insegnamento. Molto citata la frase centrale dell'omelia nella messa pro eligendo pontifice: "Oggi avere una fede chiara, fondata sul credo della Chiesa è spesso bollato come fondamentalismo, mentre il relativismo sembra l'unico atteggiamento accettabile". Ma quasi per mettere in guardia da reazioni emotive ingiustificate il The Korea Herald in un articolo dal titolo "Il nuovo Papa e le religioni" cita la frase del messaggio programmatico ai cardinali dove il neo pontefice manifesta il suo atteggiamento ecumenico e dialogico: "Accolgo tutti con semplicità e amore e li assicuro che la Chiesa vuole continuare il dialogo sincero e aperto nella ricerca del vero bene dell'uomo e della società".

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
20/04/2005 INDIA-VATICANO
Vescovi indiani: la fede profonda di Ratzinger per la sete di Dio nei giovani
di Nirmala Carvalho
19/04/2005 ISRAELE-VATICANO
Benedetto XVI, la chiarezza della fede, unità per i cattolici e base del dialogo con ebrei e islam
21/04/2005 HONG KONG-VATICANO
Mons. Zen: il nuovo papa, strenuo difensore dell'integrità della fede
22/04/2005 Cina – Taiwan – Vaticano
In arrivo la delegazione taiwanese alla messa di Benedetto XVI
19/04/2005 vaticano
Benedetto XVI, cooperatore della Verità
di Bernardo Cervellera
Articoli del dossier
vaticano
Benedetto XVI, cooperatore della Verità
Vaticano
Benedetto XVI: Attuare il Concilio nella società globalizzata
VATICANO
Fumata bianca: eletto il nuovo papa
VATICANO
Joseph Ratzinger è il nuovo papa
VATICANO
Papa Benedetto XVI (scheda)
VATICANO
Primo Regina Caeli per Benedetto XVI
CINA - VATICANO
La Chiesa sotterranea prega che Benedetto XVI visiti la Cina
COREA DEL SUD - VATICANO
Attese e speranze della Corea nel nuovo Papa
VATICANO
Prima udienza del papa: Benedetto, un programma per la riconciliazione e la rinascita dell'Europa
IRAQ - VATICANO
Vescovo di Mosul: “Nel viso e nelle parole del papa l’umiltà di Cristo”
corea del sud - vaticano
Folla di sudcoreani alla messa per Benedetto XVI
INDONESIA
Indonesiani "scoprono" un papa diverso da quello conosciuto in TV
cina - vaticano
Sacerdote cinese: "Auguri, Santo Padre, ti assicuriamo la nostra fedeltà"
india - vaticano
India: Né conservatore, né progressista, questo papa è centrato sulla fede in Cristo
Filippine - Vaticano
Benedetto XVI, umile, darà la vita per l unità della Chiesa
VATICANO
Benedetto XVI: "Non la mia volontà ma, con tutta la Chiesa, fare la volontà del Signore"
VATICANO
A S. Pietro 500 mila persone per la messa di insediamento di Benedetto XVI
vaticano
Papa ai giornalisti: "Grazie per il vostro lavoro"
pakistan - vaticano
Pakistan, preghiere e simpatia per il nuovo papa
VATICANO
Benedetto XVI: nel nome delle radici europee, della missione e dell'ecumenismo
Vaticano
Prima udienza di Benedetto XVI al collegio dei cardinali
Cina – Taiwan – Vaticano
In arrivo la delegazione taiwanese alla messa di Benedetto XVI
cina - vaticano
La fumosa barriera di Pechino nei rapporti con la Santa Sede
HONG KONG-VATICANO
Mons. Zen: il nuovo papa, strenuo difensore dell'integrità della fede
INDONESIA - VATICANO
Musulmani in Indonesia: il papa getterà ulteriori ponti tra le religioni
VATICANO
I movimenti applaudono Benedetto XVI
INDIA-VATICANO
Sr. Nirmala: Madre Teresa sarà santa con Benedetto XVI
INDIA-VATICANO
India: il nuovo papa, un gigante dell'intelletto e l'uomo giusto per i nostri tempi
cina - vaticano
Il Primo ministro cinese riafferma le pre-condizioni per i rapporti col Vaticano
INDONESIA - VATICANO
Indonesia: i cattolici sperano in un papa tra tradizione e dialogo
COREA DEL SUD - VATICANO
Cattolici, buddisti e protestanti coreani salutano il nuovo papa
RUSSIA - VATICANO
Metropolita Kondrusiewicz: "Con Benedetto XVI la Chiesa si desta a nuova vita"
INDIA-VATICANO
Vescovi indiani: la fede profonda di Ratzinger per la sete di Dio nei giovani
ISRAELE-VATICANO
Benedetto XVI, la chiarezza della fede, unità per i cattolici e base del dialogo con ebrei e islam
CINA - VATICANO
Cattolici in Cina: "Leggiamo da tempo i suoi libri. Ci piace l'umiltà di Benedetto XVI"
LIBANO-VATICANO
"Oggi lo Spirito si è mostrato alla Chiesa"
INDIA-VATICANO
India: "i cattolici promettono al nuovo papa amore ed obbedienza"

In evidenza
VATICANO
Papa: Il ricordo e la preghiera per una “nuova tragedia” dei migranti, “fratelli nostri” che “cercavano la felicità”Al Regina Caeli, papa Francesco fa pregare per le centinaia di vittime del barcone affondato al largo della Libia. Un appello alla comunità internazionale perché “agisca con decisione e prontezza”. “Ogni battezzato è chiamato a testimoniare, con le parole e con la vita, che Gesù è risorto, che è vivo e presente in mezzo a noi”. Il messaggio cristiano “non è una teoria, un’ideologia o un complesso sistema di precetti e divieti, oppure un moralismo, ma un messaggio di salvezza, un evento concreto, anzi una Persona: è Cristo risorto, vivente e unico Salvatore di tutti”. Il papa sarà a Torino il 21 giugno per onorare la Sindone, la cui ostensione comincia oggi.
ARABIA SAUDITA - YEMEN
Con la guerra in Yemen, l’Arabia Saudita maschera le tensioni interne
di Afshin ShahiIl conflitto in Yemen serve all’Arabia Saudita per coprire i suoi problemi interni, primo tra tutti la disuguaglianza tra le classi e il settarismo religioso. La famiglia reale ostenta lo sfarzo più assoluto mentre il 20% della popolazione vive in povertà. Molti giovani sauditi scontenti alimentano l’esercito dei “foreign fighters” dello Stato islamico (IS). Il 15% della popolazione è di religione sciita e subisce pesanti restrizioni dallo Stato sunnita. La lucida analisi di Afshin Shahi, Direttore del Centro di studi di politica islamica e Professore di Relazioni Internazionali e di Politica del Medio Oriente all’università di Bradford.
VATICANO
Papa: Sulle persecuzioni dei cristiani, la comunità internazionale “non assista muta e inerte”, non “rivolga il suo sguardo da un’altra parte”Al Regina Caeli (la preghiera mariana nel tempo di Pasqua), per la sesta volta in una settimana, papa Francesco ricorda il martirio dei cristiani e denuncia l’indifferenza della comunità internazionale verso questa “preoccupante deriva dei diritti umani più elementari”. I martiri di oggi “sono tanti e possiamo dire che siano più numerosi che nei primi secoli”. “La fede nella risurrezione di Gesù - ha continuato - e la speranza che Egli ci ha portato è il dono più bello che il cristiano può e deve offrire ai fratelli. A tutti e a ciascuno, dunque, non stanchiamoci di ripetere: Cristo è risorto!”

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate