09/06/2007, 00.00
VATICANO
Invia ad un amico

Mons. Fernando Filoni è il nuovo Sostituto per gli affari generali della Segreteria di stato

È un grande esperto di Cina e Medio Oriente. Mons. Leonardo Sandri viene nominato invece Prefetto della Congregazione per le Chiese orientali.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Un esperto del mondo cinese e di quello medio-orientale è da oggi il nuovo sostituto per gli affari generali alla Segreteria di stato vaticana. Benedetto XVI ha infatti nominato oggi mons. Fernando Filoni, chiamandolo a lavorare in Vaticano dalla nunziatura delle Filippine.

Mons. Filoni, 61 anni, è nato a Manduria (Taranto) ed è laureato in filosofia e in diritto canonico. Entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede, ha lavorato nelle nunziature di Sri Lanka, Iran, Brasile e nella Curia romana.

Il periodo più intenso e importante è quello che ha passato negli anni ‘90 ad Hong Kong, nella cosiddetta “Missione di studio” della Santa Sede, legata diplomaticamente alla nunziatura di Manila. Durante questo tempo mons. Filoni è stato lo strumento di Giovanni Paolo II nel riconciliare la maggioranza dei vescovi della Chiesa ufficiale cinese con la Santa Sede. Ed è stato anche il principale sponsor della candidatura di mons. Joseph Zen a vescovo di Hong Kong. In stretta amicizia con lui, è stato testimone del passaggio della ex colonia inglese sotto la sovranità della Cina.

Il 17 gennaio 2001 è divenuto arcivescovo titolare di Volturno e nominato nunzio apostolico in Giordania e Iraq, ricevendo l’ordinazione episcopale da Giovanni Paolo II.

Mons. Filoni ha difeso la libertà della Chiesa irakena nel periodo sotto Saddam e – in linea con la posizione del papa – si era opposto alla guerra guidata dagli Usa in Iraq. Dopo la caduta di Saddam Hussein egli non ha mancato di notare alcuni aspetti di nuova libertà fra la popolazione – scuole, media, ecc.. – ma ha anche denunciato la mancanza di sicurezza e il troppo lento evolversi dell’economia, elogiando la nuova costituzione e sostenendo la solidarietà e la convivenza fra cristiani e musulmani.

Il 25 febbraio 2006 è stato nominato nunzio nelle Filippine.

In una dichiarazione pubblicata dalla Sala stampa vaticana, egli commenta così la sua nomina:

“È un Atto di paterna benevolenza del Sommo Pontefice, al quale rispondo non senza trepidazione, ma con la stessa disponibilità del passato e con profonda gratitudine. Mi sovvengono in aiuto interiore le stupende parole di Gesù, riportate da Luca (17,10), sull’attitudine al servizio a cui Egli chiamava i suoi discepoli: ‘Quando avete fatto tutto quanto vi è stato detto, dite: siamo solo servi, abbiamo fatto il nostro dovere’.”.

Mons. Leonardo Sandri, fino ad ora sostituto per gli affari generali, è stato nominato oggi Prefetto della congregazione per le Chiese orientali, dopo che il papa ha accolto la rinuncia per raggiunti  limiti di età del card. Ignace Moussa Daud I.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Sandri: Le Chiese d'Oriente ci insegnano la solidarietà e ci fanno riscoprire la fede
17/01/2013
Sacerdote irakeno: Anche fra i profughi di Mosul, la vita e la resurrezione vincono sulla morte
03/04/2015
La “gratitudine” della Santa Sede e della Chiesa cinese per l’opera di p. Franco Belfiori
13/11/2007
Card. Filoni: La Lettera del Papa alla Chiesa di Cina attende risposta
25/10/2012
Card. Filoni: Giornata missionaria mondiale, una ‘questione’ non solo di sacerdoti e religiosi
21/10/2017 12:35