24 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche

Papa Francesco in Terra Santa


26/05/2014
Papa al Gran Mufti di Gerusalemme: Impariamo a comprendere il dolore dell'altro
Nell'incontro con la comunità musulmana, sulla Spianata delle moschee, papa Francesco invita a non strumentalizzare il nome di Dio per la violenza e al rispetto reciproco come fratelli. Musulmani, ebrei e cristiani devono vivere l'atteggiamento spirituale di Abramo, praticando la pace, la giustizia e la misericordia. Compagnie elettriche israeliane vogliono tagliare l'elettricità ai Territori e a Gerusalemme est. Timori di frustrazioni e violenze.

26/05/2014
Papa allo Yad Vashem: La voce di Dio e la vergogna dell'uomo nell'abisso senza fondo della Shoah
Il discorso-preghiera di papa Francesco al Memoriale delle vittime dell'Olocausto. L'uomo che ha preteso di essere dio, ha "torturato e ucciso" i suoi fratelli, e li ha "offerti in sacrificio" a se stesso. "Eccoci, Signore, con la vergogna di ciò che l'uomo, creato a tua immagine e somiglianza, è stato capace di fare". La visita alla tomba di Theodor Herzl e al "Muro del pianto".

26/05/2014
Papa a Shimon Peres: Io prego per lei e so che lei prega per me
Nell'incontro fra papa Francesco e il presidente israeliano, la richiesta per un libero accesso ai Luoghi santi; per una pari dignità fra ebrei, cristiani e musulmani; per una piena cittadinanza dei cristiani (e delle altre comunità) nello Stato; per garantire il valore universale di Gerusalemme. Peres definisce il papa "una roccia contro ogni tentativo di legare la religione al terrorismo". L'incontro con i Gran rabbini d'Israele. Ebrei e cristiani devono approfondire il legame spirituale che li unisce.

25/05/2014
Papa: in Palestina, israeliani e palestinesi trovino "il coraggio della pace" per creare "due Stati"
Incontrando il presidente Abbas, Francesco afferma che la pace richiede rispetto dei diritti umani, compresa la libertà religiosa, disponibilità di ognuna delle parti a rinunciare a "qualche cosa" e che "si evitino da parte di tutti iniziative e atti che contraddicono alla dichiarata volontà di giungere ad un vero accordo".

25/05/2014
Papa: in Palestina, "offro la mia casa in Vaticano" per un incontro di preghiera tra i presidenti di Israele e Palestina
Dal luogo ove nacque Gesù, Francesco ammonisce sulla condizione dei più piccoli nella società di oggi. "Tanti bambini sono ancora oggi sfruttati, maltrattati, schiavizzati, oggetto di violenza e di traffici illeciti".

25/05/2014
Papa: Peres e Abbas hanno accettato l'invito di Francesco
L'incontro di preghiera dovrebbe svolgersi il prossimo mese in Vaticano.

25/05/2014
Papa: in Israele, la "'soluzione di due Stati' diventi realtà e non rimanga un sogno"
Giunto a Tel Aviv, Francesco rinnova a Peres l'invito a recarsi in Vaticano insieme ad Abbas. La condanna per l'attentato di Bruxelles. "Non ci sia posto per l'antisemitismo, in qualsiasi forma si manifesti". "Questa Terra benedetta sia un luogo in cui non vi sia alcuno spazio per chi, strumentalizzando ed esasperando il valore della propria appartenenza religiosa, diventa intollerante e violento verso quella altrui".

25/05/2014
Bartolomeo I: Cristo ha cancellato la paura fra le nostre due Chiese. La nostra unità è un segno per il resto del mondo
La morte è la causa di ogni paura e passione. Cristo ha vinto la morte e ci dona il coraggio di amare. L'unità è l'unica via per compiere la volontà del Signore Gesù: "che tutti siano uno".

25/05/2014
La Dichiarazione comune tra Papa Francesco e il Patriarca Ecumenico Bartolomeo I
Dopo l'incontro fra Paolo VI e Athenagoras 50 anni fa, vi è un chiaro cammino ecumenico da proseguire nella verità e nella carità. Le sfide comuni in difesa della vita, della famiglia, del creato e della pace. Il ricordo per i cristiani del Medio Oriente.

25/05/2014
Papa: in Israele, "le divergenze non devono spaventarci e paralizzare il nostro cammino" verso l'unità dei cristiani
Nel Santo Sepolcro l'abbraccio tra Francesco e Bartolomeo rinnova quello di 50 anni fa tra Paolo VI e Atenagora. Il dovere di "offrire una testimonianza comune". "Trovare una forma di esercizio del ministero proprio del Vescovo di Roma che, in conformità con la sua missione, si apra ad una situazione nuova e possa essere, nel contesto attuale, un servizio di amore e di comunione riconosciuto da tutti".

24/05/2014
Papa: in Giordania, "Un Paese impegnato per la pace" e che "rispetta la libertà religiosa"
Giunto ad Amman, papa Francesco sottolinea l'accoglienza che il Paese offre a tanti rifugiati, compresi quelli della Siria, "sconvolta da un conflitto che dura da troppo tempo". "Con dolore constato la permanenza di forti tensioni nell'area medio-orientale". "Un saluto carico di affetto alle comunità cristiane che, presenti nel Paese fin dall'età apostolica, offrono il loro contributo per il bene comune della società nella quale sono pienamente inserite".

24/05/2014
Papa: in Giordania, "la pace non si può comperare", è un dono da ricercare pazientemente e costruire 'artigianalmente'"
Prima messa di Francesco durante il viaggio in Terra Santa. Allo stadio di Amman 40mila persone. Per 1.400 bambini è il giorno della Prima comunione. La missione dello Spirito Santo, "è di generare armonia - Egli stesso è armonia - e di operare la pace nei differenti contesti e tra soggetti diversi. La diversità di persone e di pensiero non deve provocare rifiuto e ostacoli, perché la varietà è sempre arricchimento".

24/05/2014
Papa: in Giordania, si abbandoni in Siria "la pretesa di lasciare alle armi la soluzione dei problemi"
Dalle rive del Giordano, incontrando un gruppo di profughi siriani, Francesco chiede che si ritorni alla via del negoziato". Dio converta i violenti e coloro che hanno progetti di guerra e rafforzi i cuori e le menti degli operatori di pace e li ricompensi con ogni benedizione".



In evidenza

VATICANO
Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


VATICANO-CINA
24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

Bernardo Cervellera

Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
 

ABBONATEVI

News feed

Canale RSScanale RSS 

Add to Google









 

2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®