06/11/2017, 11.58
BANGLADESH – VATICANO
Invia ad un amico

A Dhaka papa Francesco ordinerà 16 sacerdoti

di Sumon Corraya

La cerimonia di consacrazione sarà il primo dicembre, durante la messa al Suhrawardy Udyan Park. I diaconi si sono formati al Seminario maggiore dell’Holy Spirit. Un “grande dono” essere ordinati dal papa.

Dhaka (AsiaNews) – Nell’imminente viaggio apostolico che papa Francesco effettuerà a Dhaka, dal 30 novembre al 2 dicembre 2017, egli ordinerà 16 nuovi sacerdoti. AsiaNews ha parlato con alcuni di loro. Tutti affermano di attendere con ansia il momento della consacrazione sacerdotale. Tra questi vi è Jashim Murmu, proveniente dalla diocesi di Dinajpur e di origine tribale santal, che sostiene: “La prima buona notizia è che papa Francesco verrà in Bangladesh. La seconda è che mi ordinerà sacerdote”.

L’ordinazione dei diaconi avverrà il primo dicembre, durante la messa che il pontefice presiederà al Suhrawardy Udyan Park della capitale. Per l’occasione, sono attese circa 100mila persone. Su 16 diaconi, 10 sono diocesani, uno degli Oblati di Maria Immacolata e cinque dell’Holy Cross [congregazione di Santa Croce, ndr].

Il diacono Murmu sarà il primo sacerdote del suo villaggio, composto al 100% da tribali santal. Questo lo rende ancora più orgoglioso. Un altro ordinando, Gracy Rozario csc, dell’arcidiocesi di Dhaka, dice: “Non vedo l’ora di essere ordinato dal papa. Per me è una benedizione speciale il fatto di essere consacrato da lui. Per questo rendo grazie a Dio Onnipotente”. Egli si sta preparando “con maggiori preghiere, così posso dedicare tutto me stesso ad essere un sacerdote perfetto e santo per predicare il messaggio di Dio”.

Cizar Costa, della diocesi di Rajshahi, dichiara: “Papa Francesco imporrà le sue mani sul mio capo e mi ordinerà benedicendomi. Per me, è una gioia immensa. Al solo pensiero, avverto una pace infinita nel mio cuore”. Per il diacono è un “grande dono poter essere consacrato dal Santo Padre. Ringrazio le autorità ecclesiastiche del Bangladesh per questa opportunità. Ringrazio anche i miei genitori e tutta la mia famiglia, per avermi incoraggiato nella scelta di farmi prete”.

Tutti i 16 diaconi hanno studiato al Seminario maggiore dell’Holy Spirit, l’unico seminario del Bangladesh. P. Emmanuel Kanon Rozario, il rettore, riporta che al momento il seminario ospita 400 studenti. Si tratta di una situazione in controtendenza rispetto al panorama occidentale ed europeo, dove si assiste ad un calo delle vocazioni religiose.

A proposito dei futuri sacerdoti, riferisce: “Li stiamo aiutando nella preparazione spirituale. Come fase finale della preparazione, essi parteciperanno ad un ritiro di preghiera che si terrà dal 14 al 20 novembre”. Secondo p. Emmanuel, “diventare prete è solo il primo passo del ministero sacerdotale”. “Li abbiamo preparati in maniera adeguata – dice in conclusione – e spero che diventeranno sacerdoti santi per la Chiesa cattolica”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La Chiesa di Seoul in festa: in tre giorni avrà nuovi vescovi, sacerdoti e diaconi
04/02/2014
Lampung, Central Java e Kalimantan: cattolici in festa per 20 ordinazioni in una settimana (Foto-Video)
30/06/2018 11:25
Il Bangladesh pellegrino alla messa con papa Francesco (video)
01/12/2017 10:25
Papa in Bangladesh: Il grazie ai 90mila fedeli; la preghiera per i 16 neo-ordinati
01/12/2017 08:29
Josim Murmu, da un villaggio al 100% tribale: papa Francesco mi farà sacerdote
29/11/2017 08:28