08/10/2010, 00.00
TURKMENISTAN
Invia ad un amico

Alle donne turkmene è vietato studiare teologia

Nel Paese ci sono severissime restrizioni agli studi religiosi. La stessa teologia islamica è insegnata solo nell’università di Ashgabat e sono ammessi 10 studenti l’anno. Vietati altri insegnamenti religiosi. Facilitazioni solo per gli ortodossi russi.

Ashgabat (AsiaNews/F18) – Proibito alle donne studiare teologia, in Turkmenistan, compresa quella islamica che è il solo insegnamento religioso ammesso nelle università. Lo indica l’agenzia Forum 18, che ricorda come nel Paese l’insegnamento religioso sia molto ristretto e la violazione delle norme può essere punita con il carcere.

Solo presso l’Università Statale di Ashgabat ci sono corsi di teologia, limitati alla fede islamica. Ci si iscrive chi vuole diventare imam, anche perché il governo pratica un rigido controllo sulla fede islamica e non vuole imam che hanno studiato all’estero. Nel 2008 il governo ha annullato senza spiegazioni un programma finanziato dalla Turchia che consentiva agli studenti turkmeni di studiare presso la facoltà di Teologia Islamica dell’università Uludag a Bursa, Turchia.

Le fonti di F18  ricordano che la Facoltà di teologia è stata abolita con un decreto presidenziale del 2005 e il corso di Teologia islamica fa parte della Facoltà di storia. Il corso dura 5 anni e sono ammessi 10 studenti per anno, 50 in tutto. Il governo opera una selezione per determinare i 10 nuovi iscritti annuali. Ma fonti dI F18 spiegano che “solo gli uomini sono ammessi a questi corsi. Le donne non possono studiare lì”.

In precedenza nel Paese c’erano madrasse, collegi islamici, che però sono state chiuse negli ultimi anni. Nel 2001 è stata chiusa quella di Dashoguz, l’ultima che dava un insegnamento teologico islamico superiore.

Nel 2002 l’allora presidente Saparmurat Niyazov pose un numero limite agli studenti del corso di teologia e ordinò a tutti gli insegnanti turchi della facoltà di lasciare l’insegnamento. Quindi abolì la facoltà e la fece diventare un corso della facoltà di storia. Lo stesso edificio nel quale era collocata a facoltà teologica è stato demolito nell’estate 2009.

Le restrizioni sono rigide anche per le altre fedi religiose. Solo ai fedeli della Chiesa ortodossa russa è consentito mandare persone all’estero per studiare religione. Molti vanno a Tashkent (Ubekistan), perché le parrocchie ortodosse turkmene rientrano della diocesi di Tashkent. Sono buoni pure i rapporti con il Seminario Teologico Ortodosso di Smolensk, Russia.

Per le altre fedi occorre chiedere permessi, concessi con difficoltà, per qualsiasi corso religioso, persino per il catechismo domenicale. Chi tiene corsi non autorizzati è punito con severe multe e anche col carcere.  

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ashgabat, Berdimuhamedov è presidente per la terza volta. Rimangono povertà e repressione
13/02/2017 15:18
Per la visita del Papa, l'edizione in turco di "Io credo", sintesi del catechismo cattolico
26/10/2006
Mosca, rinasce la teologia ortodossa: discussa la prima tesi dottorale dopo oltre un secolo
24/05/2019 08:58
Il ritorno della teologia nelle università russe
15/06/2017 08:14
Mosca, università scientifica apre anche cattedra di teologia
20/10/2012