21 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 16/02/2017, 08.48

    COREA-MALAYSIA

    Arrestate due donne sospettate dell’assassinio di Kim Jong-nam



    Una ha passaporto indonesiano; l’altra ha passaporto vietnamita. La polizia malaysiana pensa che siano implicati anche quattro uomini. Visite dei rappresentanti dell’ambasciata di Pyongyang al centro di medicina legale di Kuala Lumpur. Aumentare la protezione per tutti i profughi nordcoreani di alto profilo a Seoul.

    Seoul (AsiaNews) – La polizia della Malaysia ha arrestato due donne sospettate di aver ucciso il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un. Una donna è stata fermata oggi. Si tratta di Siti Aishah, 25 anni, in possesso di un passaporto indonesiano. Un’altra è stata fermata ieri all’aeroporto: ha 29 anni ed ha un passaporto vietnamita sotto il nome Doan Thi Huong. La polizia della Malaysia pensa che ad agire per uccidere con un veleno Kim Jong-nam siano stati quattro uomini e due donne. Una delle due donne è stata ripresa dalle telecamere dell’aeroporto, con una vistosa maglietta con la scritta “Lol” (v. foto).

    Secondo i servizi segreti della Corea del Sud, l’assassinio di Kim Jong-nam era un “un ordine” di Kom Jong-un dato fin dal 2011, quando egli ha ereditato il potere in seguito alla morte del padre Kim Jong-il. Il governo di Seoul, non ha accusato per ora la Corea del Nord, preferendo aspettare le conclusioni della polizia in Malaysia. Ma quest’oggi, durante un incontro di gabinetto, il presidente ad interim Hwang Kyo-ahn ha chiesto una maggiore protezione per tutti i disertori nordcoreani di alto profilo, che potrebbero essere degli obbiettivi di Pyongyang.

    Intanto i media malaysiani, citando fonti ufficiali, affermano che Pyongyang ha richiesto il corpo di Kim Jong-nam, ma nessuno si è presentato finora. Il capo della polizia ha dichiarato che il corpo rimarrà all’obitorio finché esso non viene reclamato. Ieri e la notte scorsa rappresentanti dell’ambasciata nordcoreana hanno visitato diverse volte gli uffici di medicina legale, dove avvengono le autopsie.

    Se confermata l’ipotesi di Kim Jong-un come mandante, questo sarebbe l’ultimo assassinio di alto livello nella saga della dinastia Kim.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/03/2017 08:36:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Pyongyang blocca i malaysiani in Nordcorea. Kuala Lumpur fa altrettanto

    Per il premier Najib Razak i suoi concittadini sono presi in “ostaggio”. La polizia dice che nell’ambasciata di Pyongyang a Kuala Lumpur sono nascosti i ricercati in connessione all’assassinio di Kim Jong-nam



    27/02/2017 08:58:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kim Jong-nam: una 'morte dolorosa in 20 minuti'

    La conferma del ministro della salute in Malaysia. L’agente nervino ha agito in fretta bloccando il cuore e i polmoni. Le due donne arrestate pensavano di spalmare sul volto di Kim “olio per bambini” e di stare all’interno di uno scherzo televisivo. Una è stata pagata con 80 dollari.



    03/03/2017 08:34:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kuala Lumpur libera il nordcoreano implicato nell’assassinio di Kim Jong-nam

    Non vi sono “prove evidenti”. Ri Jong-chol, 46 anni, è un chimico. Il giorno dell’uccisione ha portato quattro nordcoreani all’aeroporto. La Malaysia ha cancellato la cessione dei visti per i nordcoreani.



    18/02/2017 09:03:00 COREA-MALAYSIA
    Nordcoreano arrestato in relazione all’assassinio di Kim Jong-nam

    Finora fra i sospetti vi erano un’indonesiana, il suo fidanzato malaysiano, una vietnamita. Silenzio a Pyongyang. Ma l’ambasciatore nordcoreano a Kuala Lumpur esige che l’autopsia avvenga alla presenza di suoi rappresentanti. Ipotesi sull’uccisione: non ha obbedito al fratellastro che gli ordinava di tornare in patria. Kim Jong-nam cercava asilo in qualche Paese straniero.



    16/03/2017 08:41:00 MALAYSIA-COREA DEL NORD
    Il Dna di un figlio di Kim Jong-nam conferma l’identità dell’uomo assassinato

    Il governo di Kuala Lumpur non ha rivelato chi ha offerto i campioni di Dna. Si pensa sia stato il figlio Kim Han-sol. La salma a Pyongyang in cambio della liberazione dei malaysiani bloccati in Corea del Nord. Qualche problema al campionato dell’Asian Cup.





    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®