21 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 01/06/2017, 22.05

    FILIPPINE

    Attacco a un hotel-casino a Manila. Forse è terrorismo



    L’Isis ha rivendicato l’attentato su internet. Ma non vi sono conferme ufficiali. Per alcuni potrebbe trattarsi di un gesto criminale, per derubare il casino del complesso. La polizia circonda l’area e ha fatto sgomberare ospiti e personale di servizio.

    Manila (AsiaNews) – Uomini incappucciati e armati hanno sparato dei colpi e appiccato un incendio al Resort World Manila poco dopo la mezzanotte. In un messaggio su internet l’Isis ha rivendicato l’attentato, ma vi sono persone che dubitano e non vi è ancora conferma ufficiale.

    Il Resort World Manila è un complesso di hotel, ristoranti, cinema, bar e casino a poche centinaia di metri dal terminal 3 dell’aeroporto internazionale Ninoy Aquino.

    Al presente l’area è circondata dalla polizia e dalle forze speciali, insieme a pompieri e ambulanze. Centinaia di ospiti e gli impiegati sono stati sgomberati. Testimonianze dicono che alcuni degli ospiti sono saltati dal secondo piano dopo aver sentito gli spari. Non si conosce il numero dei feriti.

    Un testimone dice di aver visto solo un uomo armato, che ha gridato di essere insieme ad un gruppo e di essere dell’Isis.

    Da 10 giorni il presidente Rodrigo Duterte ha imposto la legge marziale sull’isola di Mindano per sconfiggere un gruppo di guerriglieri legati all’Isis che hanno conquistato parti della città di Marawi. Duterte ha detto che se vi è necessità, avrebbe dichiarato la legge marziale in tutto il resto del Paese.

    Ma per la polizia la rivendicazione dell’Isis è ancora tutta da verificare. Secondo alcuni abitanti, si tratta di un attacco criminale, forse un tentativo di furto al casino, compiuto proprio calcolando che le forze armate sono troppo concentrate su Mindanao e avrebbero allentato la vigilanza nella capitale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/06/2017 16:15:00 FILIPPINE
    Appello del Milf ai Maute per la liberazione di p. Chito: ‘Allah vi ricompenserà’

    Il sacerdote ostaggio dei terroristi dallo scorso 23 maggio con altri 240 civili. Ghadzali Jaafar: “Il profeta ha rispettato tanti leader religiosi e non-combattenti”. Il Milf sta aiutando il governo filippino a creare un corridoio umanitario di pace. Salvate oltre 250 persone. Il New People’s Army si unisce ai combattimenti contro i jihadisti.



    18/09/2017 11:16:00 FILIPPINE
    Marawi: P. Chito, libero dopo 4 mesi

    L’esercito filippino è intervenuto vicino alla moschea di Bato, roccaforte dei terroristi. La gioia per la liberazione. Il conflitto volge al termine, ma la città è distrutta. Previsti miliardi per la ricostruzione. Vescovi di Mindanao condannano il terrorismo.



    18/10/2017 09:00:00 FILIPPINE
    Liberata Marawi, dopo cinque mesi di scontri

    L'occupazione islamista, durata 148 giorni. Uccise più di 1.000 persone, in gran parte ribelli. Le operazioni a Marawi sono costate 5 miliardi di pesos (95 milioni di euro circa). I timori per le infiltrazioni terroristiche nell’isola di Mindanao.



    21/06/2017 15:34:00 FILIPPINE
    Duterte: ‘Guerra religiosa a Mindanao’. Chiesa e analisti in disaccordo

    Il presidente: “I cristiani hanno fucili migliori e ne stanno comprando altri”. Gli esperti respingono con forza questa eventualità: “Solo una boutade priva di fondamento per giustificare la legge marziale”. Il card. Orlando Quevedo, arcivescovo di Cotabato: “Il governo affronti le radici economiche e politiche del terrorismo, anziché limitarsi al solo intervento militare”.



    19/09/2017 11:46:00 FILIPPINE
    Mons. Edwin dela Peña: cristiani e musulmani per la pace a Marawi

    La Chiesa deve essere “presenza di riconciliazione”. Bisogna costruire ponti, non divisione e odio. L’impegno della Chiesa filippina e della Caritas per gli sfollati. Giovani Moro disegnano e vendono magliette per raccogliere fondi.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®