29 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/07/2016, 11.49

    BANGLADESH

    Bangladesh, appello in tv ai giovani scappati per unirsi all’Isis: Tornate indietro

    Sumon Corraya

    Nelle ultime settimane sono scomparsi oltre 100 giovani. Le autorità invitano le famiglie a sporgere denuncia, ma finora si sono presentati solo i familiari di 10 ragazzi. Anche gli attentatori di Dhaka erano fuggiti da casa. “Oggi la sfida maggiore per il Paese non è più la povertà, ma l’estremismo religioso”.

    Dhaka (AsiaNews) – In Bangladesh sono scomparsi numerosi giovani e il sospetto dilagante è che siano scappati da casa per unirsi alle fila dello Stato islamico. Per questo da ieri alcune reti televisive private hanno iniziato a diffondere videomessaggi in cui si fa appello affinchè essi “tornino indietro per la famiglia, la nazione, l’umanità intera”.

    Alcuni media locali riferiscono che più di 100 giovani sono scomparsi nelle ultime settimane. La polizia ha chiesto ai familiari di sporgere denuncia per monitorare la situazione. Finora solo i genitori di 10 ragazzi (v. foto) hanno informato le autorità.

    Gli appelli giungono ad una settimana di distanza dal tragico attentato al bar della capitale in cui hanno perso la vita 20 persone, di cui la maggior parte stranieri. Anche i terroristi dell’Holey Artisan Bakery di Gulshan avevano fatto perdere le loro tracce e le famiglie non avevano più loro notizie da mesi.

    Diversi musulmani e cristiani riferiscono ad AsiaNews di non volere la violenza religiosa in nome dell’islam e che oggi in Bangladesh la sfida maggiore non è più la povertà, ma l’estremismo religioso.

    Iqbal Islam, un giovane musulmano di Dhaka, afferma: “L’islam non permette nessun tipo di omicidio e persecuzione. Coloro che si comportano in questo modo non sono musulmani ma animali”. Anche altri giovani sostengono che l’islam “non incoraggia a uccidere nessuno”.

    Nirmal Rozario, segretario generale della Bangladesh Christian Association, ritiene che oggi “il maggior ostacolo per il Paese sia l’estremismo religioso. Le persone non muoiono più perché sono stremate dalla fame, ma per mano di coloro che agiscono nel nome della religione”.

    Secondo il leader cristiano, “l’unico modo per superare questo ostacolo è il lavoro congiunto di governo, polizia e popolazione. Per prevenire il fondamentalismo, bisogna incrementare le politiche educative, far rispettare la legge e formare i bambini in maniera adeguata”. “Il Bangladesh – conclude – era una terra di armonia, ed è per questo che il Paese ha voluto l’indipendenza dal Pakistan nel 1971. Purtroppo oggi assistiamo ad un gruppo che sta distruggendo la nostra cultura di armonia. Tutti dobbiamo agire per impedirlo”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/06/2015 RUSSIA
    Mosca, preoccupazione per gli studenti che si arruolano nell’Isis
    Continua a far parlare il caso della giovane moscovita, di famiglia ortodossa, che le autorità hanno arrestato al confine turco-siriano, presumibilmente prima che si arruolasse nello Stato islamico. Autorità russe: “Non è l’unico esempio di arruolamento tra giovani”.

    02/10/2009 BANGLADESH
    Universitario cattolico aggredito da estremisti musulmani in un parco pubblico di Dhaka
    Anup Rodrigues, 25enne di Dhaka, picchiato da quattro membri del movimento islamico Hizbut Tawhid. Lo hanno accusato di aver oltraggiato Maometto. Ora teme per la sua vita e quella dei due fratelli, anche loro studenti universitari.

    23/12/2014 SIRIA
    Lo Stato islamico annuncia di aver catturato "estremisti religiosi"
    Un video accusa "una cellula" che voleva destabilizzare la sicurezza interna dello Stato islamico in preparazione di un attacco" della coalizione internazionale, dell'"Esercito siriano libero" e del regime di Damasco. I catturati accusano il "califfo" al-Baghdadi di essere "un infedele, perché prende denaro dagli infedeli".

    15/04/2016 11:19:00 BANGLADESH
    Capodanno bengalese: appello del premier al rispetto di tutte le religioni

    Ieri il Paese ha festeggiato l’inizio del Nuovo Anno 1423. Il “Pahela Baishakh” è la festività laica più diffusa e viene celebrata con canti, musiche e danze. Anche le chiese hanno tenuto delle funzioni speciali. Sheikh Hasina ha condannato i recenti episodi di estremismo islamico, ma ha anche messo in guardia i blogger dallo scrivere "frasi offensive nei confronti dell’islam".



    03/11/2015 BANGLADESH
    Bangladesh, dura condanna della Chiesa cattolica per l’omicidio di intellettuali laici
    Mons. Gervas Rozario denuncia l’assassinio dell’editore Dipan e il ferimento di un altro editore e tre blogger. Gli intellettuali sono presi di mira da fondamentalisti islamici per le loro idee democratiche. Dall’inizio del 2015 sono morti quattro blogger e molti sono fuggiti all’estero. Vescovo: “Se non siamo attenti, illuminati e sensibilizzati dai valori umani, non riusciremo a fermare l’aumento delle violenze”.



    In evidenza

    EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’Egitto chiamato a condannare violenza e povertà in Medio Oriente



    Nel discorso alle autorità Francesco sottolinea ruolo e responsabilità del Cairo nel futuro della regione. “Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una ‘guerra mondiale a pezzi’, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio”.


    ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    Kamel Abderrahmani

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®