02/12/2013, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Card. Gracias fra i poveri di Dharavi, per festeggiare l'inizio dell'Avvento

di Nirmala Carvalho
Insieme alla Caritas India, l'arcivescovo di Mumbai ha lanciato una campagna natalizia di sensibilizzazione nei confronti degli "ultimi" che vivono nelle città. L'iniziativa è partita con una visita nella baraccopoli più grande dell'India e dell'Asia, che ospita centinaia di migliaia di abitanti. Il porporato ha ricordato papa Francesco, che "ha elogiato il coraggio dei poveri, esortando la società ad accoglierli con amore e compassione".

Mumbai (AsiaNews) - Una visita pastorale tra i poveri dello slum di Dharavi, per celebrare l'inizio dell'Avvento e rispondere ai bisogni di chi è in difficoltà. È così che il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana (Cbci), ha lanciato la Campagna per l'Avvento contro la fame e la malattia. Nata da una collaborazione con la Caritas India, l'iniziativa ha l'obiettivo di creare maggiore consapevolezza nella società verso i poveri che vivono nei grandi nuclei urbani, seguendo il tema "Lotta per la sopravvivenza - Portare speranza ai poveri della città".

Il porporato ha visitato lo slum di Mumbai il 22 novembre scorso. Dharavi è considerata la baraccopoli più grande dell'Asia. Creata nel 1880 in pieno colonialismo britannico, oggi conta una popolazione numerosissima (tra i 300mila e il milione di abitanti), multi-religiosa e multi-etnica. Da un certo punto di vista, racchiude molti aspetti negativi dell'India: fogne a cielo aperto, pile di immondizia ovunque, sporcizia e baracche pericolanti.

"Papa Francesco - ha spiegato il cardinale lanciando l'iniziativa - ha dedicato il suo pontificato alla giustizia economica, l'uguaglianza e la pace. Nelle sue visite alle comunità meno abbienti, egli ha elogiato il coraggio dei poveri, esortando la società ad accoglierli con amore e compassione".

Dentro Dharavi sorge la parrocchia di sant'Antonio, e nel raggio di circa 300 metri vi sono sei cappelle. Alla chiesa fanno riferimento due comunità cristiane in particolare: una di etnia tamil (circa 5mila persone) e una di etnia koli (circa mille persone). Il 22 novembre il card. Gracias ha visitato la parrocchia e le sei cappelle, fermandosi a pregare e a benedire ogni fedele che incontrava sul suo cammino. La gente ha detto di sentirsi "molto toccata dalla presenza dell'arcivescovo e dal suo modo dimesso di incontrare i più poveri tra i poveri". 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Liquore tossico: 74 morti a Mumbai in tre giorni
20/06/2015
Arcidiocesi di Mumbai: Avvento, una raccolta fondi contro la fame e per il lavoro
06/12/2017 13:24
"Festa del perdono", i cattolici di Mumbai insieme a papa Francesco per la riconciliazione
26/03/2014
Card. Gracias: Papa Francesco, un anno di misericordia, tenerezza e speranza
19/03/2014
India, un missionario tra i tribali Mundari per portare lo spirito dell'Avvento
17/12/2013